17 ottobre 22:51 Nuovo dpcm, le indicazioni del Cts: Ingressi scaglionati a scuola e università ma niente didattica a distanza

Ingressi scaglionati nelle scuole di secondo grado e università ma per ora niente didattica a distanza, sono queste alcune delle indicazioni arrivate dal Comitato tecnico scientifico al governo in vista del prossimo Dpcm sulle nuove misure restrittive per l'emergenza coronavirus che il Premier Conte si prepara a varare domani. Tra le altre misure consigliate dal Cts che il governo si appresta a recepire nel Dpcm anche la riorganizzazione dei trasporti locali con il coinvolgimento dei sindaci, il potenziamento dell'attività di diagnosi e contact-tracing che dovrebbe riguardare anche i medici di base e i pediatri con il contributo della Protezione civile. "Un'importante criticità è rappresentata dal trasporto pubblico locale che non sembra essersi adeguato alle rinnovate esigenze, nonostante il Cts abbia evidenziato fin dallo scorso mese di aprile la necessità di riorganizzazione,  incentivando una diversa mobilità con il coinvolgimento attivo delle istituzioni locali e dei mobility manager" scrive il Cts dopo la riunione di oggi.

Un'altra indicazione riguarda "l'Assoluta e rigorosa azione di controllo sulle misure già più volte indicate dal CTS ed oggetto delle norme attualmente in vigore (es. distanziamento, prevenzione degli assembramenti, obbligo nell’uso della mascherina negli esercizi commerciali e di ristorazione) con intensificazione della vigilanza e delle azioni di contrasto che devono essere rese più agevoli nella loro possibilità di adozione (es. obbligo di affissione del numero massimo di clienti che è possibile accogliere negli esercizi)". Il CTS raccomanda inoltre di rispettare la "limitazione già prevista dalle norme vigenti relativa al numero massimo di persone che possono condividere il medesimo tavolo all’interno dei locali di ristorazione". Infine si raccomanda "l'Incentivazione dello smart working sia nell’ambito del settore pubblico che in quello privato" e la "Limitazione temporanea alla fruizione di eventi a grande aggregazione di pubblico (es. congressi, fiere, ecc.) ed altri assembramenti di persone spontanei o comunque organizzati"

17 ottobre 22:41 Covid, 4 morti in Rsa, appello del sindaco di Sambuca: “Dentro 45 persone, evacuare subito la struttura”

"Nella casa di riposo al momento ci sono 45 persone tutte con il Covid, occorre svuotarla al più presto e che si proceda al ricovero urgente in un centro Covid" è l'appello lanciato in queste ore dal sindaco di Sambuca di Sicilia, Leo Ciaccio, a seguito di un focolaio di coronavirus nella struttura  che ha portato già alla morte di 4 anziani in pochi giorni. Nella Rsa ci sono 31 anziani ospiti e 14 operatori contagiati e quindi bloccati all'interno. "Hanno bisogno di assistenza immediata. Rischiamo di avere altre vittime, non c'è altro tempo da perdere", ha aggiunto il primo cittadino, che si è appellato al presidente della Regione Musumeci e all'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza

17 ottobre 21:55 Devono vigilare sulla zona rossa ma a Mezzojuso tutti i carabinieri positivi al coronavirus

Dovevano vigilare sull'osservanza della zona rossa a Mezzojuso imposta dalla Regione siciliana per l'impennata di casi di coronavirus ma tutti i carabinieri in servizio nel piccolo paese del Palermitano sono risultati a loro volta positivi al virus. Per questo è dovuto intervenire il comando provinciale inviando sul posto rinforzi e un’unità mobile dal capoluogo siciliano. Il fatto che tutti i componenti della Stazione locale dei carabinieri sono risultati positivi al Coronavirus non ha comunque rallentato le procedure e la zona rossa è scattata oggi alle 14. "Abbiamo stabilito tutte le procedure per rendere efficace la zona rossa. I dipendenti comunali di Mezzojuso sono stati tutti messi in smartworking e le scuole sono state chiuse. La situazione sarà monitorata ogni giorno" ha spiegato Il vice prefetto Rosa Inzerilli.

17 ottobre 21:07 Negli Usa oltre 70mila nuovi contagiati e 1000 morti covid in 24 ore

Nuovo record di casi giornalieri nella seconda ondata di contagi da coronavirus in Usa. Oggi i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) hanno segnalato infatti un aumento di 70.078 unità rispetto al conteggio precedente, si trtta del dato più alto dal mese luglio che porta il totale a 8.028.332 casi dall'inizio della pandemia.  I morti in più sono 1.001, per un totale dall’inizio della pandemia di 217.918..

17 ottobre 20:49 Le misure del nuovo dpcm: dalla chiusura dei locali alle 22 allo stop allo sport di contatto

Numerose e diverse le misure restrittive del nuovo dpcm per l'emergenza covid che il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dovrebbe firmare entro domenica. Si pensa alla chiusura dei locali alle 22 anche se non si tratta di un vero e proprio coprifuoco, ma c'è anche lo stop ad alcune attività ritenute non essenziali, un maggior ricorso allo smart working e un divieto anche per lo sport di contatto a livello dilettantistico. Esclusa, al momento, l’ipotesi di chiudere le scuole.

17 ottobre 20:24 Coronavirus Francia, nuovo record: 32.427 contagi e 90 morti in 24 ore

Ancora record per i casi giornalieri di coronavirus in Francia dove nelle ultime 24 ore si registrano ben 32.427 nuovi contagi. I morti per covid nell'ultima giornata sono stati  e 90 per un totale di 33.392 dall'inizio della pandemia. Secondo le cifre diffuse da Sanité Publique il tasso di positività fa un altro balzo in avanti e si impenna al 13,1%. Nel  Paese i tamponi sfiorano ormai i 200.000 giornalieri.

17 ottobre 20:10 Oltre 400mila casi di coronavirus in un giorno nel mondo, è record

Nel mondo registrati oltre 400mila nuovi casi di coronavirus in un solo giorno. Lo rileva il Guardian, riferendosi agli ultimi dati di ieri. Si tratta di un vero e proprio record che purtroppo è sostenuto dai numeri sempre crescenti che si registro in Europa. Il vecchio Continente infatti è emerso nelle ultime settimane come il nuovo epicentro della pandemia facendo registrare una media di 140mila casi al giorno nell'ultima settimana, un numero superiore rispetto ai casi di India, Brasile, Stati Uniti messi insieme.

17 ottobre 19:50 Coronavirus Regno Unito: 16.171 nuovi contagi e 150 morti nelle ultime 24 ore

Restano altissimi i numeri dei nuovi contagi da coronavirus nel Regno Unito dove secondo gli ultimi dati dati resi noti dalle autorità sanitarie locali son stati 16.171 nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore rispetto ai 15mila di ieri mentre i morti per covid sono 150. In tutto, i casi in Gran Breagna sono 705.428 e i morti 43.579 dall'inizio della pandemia.

17 ottobre 19:22 Coronavirus Lombardia, terapie intensive vicine a quota 100

In Lombardia le terapie intensive per Covid sono  vicine a quota 100. In Regione infatti sono saliti a 96 i letti occupati in terapia intensiva dai pazienti covid , con un aumento di 25 unità nelle ultime ore. Sono ora attive le rianimazioni in tutti i 17 hub covid regionali. Alla rete si è aggiunta a che l’Humanitas di Rozzano. Già nei giorni scorsi i numeri più altri di ricoverati con necessità di ventilazione o intubati riguardavano i grandi ospedali milanesi (Niguarda, Policlinico, San Carlo e Sacco), ma numeri alti si trovano anche gli ospedali di Brescia, Pavia, Monza, Mantova, Bergamo, Busto Arsizio.  Nelle ultime ore sono stati attivati i reparti di rianimazione anche a Lecco, Como e all'ospedale di Cremona.

17 ottobre 19:00 In Slovacchia test covid per tutta popolazione

In Slovacchia scattano i test covid per tutta popolazione dai 10 anni in su. Lo ha annunciato oggi il primo ministro slovacco Igor Matovic. Si tratta di un piano ambizioso e su larghissima scala che dovrebbe essere effettuato tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre. "il nostro Paese può dare un esempio a tutto il mondo" ha dichiarato Matovic. La Slovacchia, con 5,4 milioni di abitanti, ha registrato finora oltre 28.000 contagi e 82 vittime a causa del Covid-19.

17 ottobre 18:49 Pregliasco: “Assembramenti di tifosi di Inter e Milan sono un rischio per la comunità”

“Comportamenti incongrui che comportano dei rischi per la comunità”. È il commento del virologo Fabrizio Pregliasco, raggiunto da Fanpage.it, sui comportamenti dei tifosi di Inter e Milan che si sono radunati fuori dallo stadio per salutare il passaggio delle due squadre prima del Derby. Per il direttore sanitario del Galeazzi è “una sciocchezza” e “un comportamento che espone inutilmente a dei rischi”.

17 ottobre 18:24 Saturazione di posti covid in Campania: restano 23 posti letto in degenza e 35 in terapia intensiva

Allarme per la saturazione dei posti covid in ospedale in Campania. Con l'aumento dei ricoveri dovuti a coronavirus in Campania, infatti, sono attualmente 817 i pazienti in degenza e  altri 75 in terapia intensiva dunque in regione restano 23 posti letto in degenza e 35 in terapia intensiva. Ci si avvicina, insomma, alla cosiddetta "Fase C", che nei piani della Regione prevede un ulteriore aumento di posti letto per fronteggiare un'emergenza che, al momento, appare continua.

17 ottobre 17:56 Nuovo Dpcm, domani l’annuncio di Conte in conferenza stampa

Fonti di Palazzo Chigi rendono noto che è iniziato ieri sera un confronto con i capidelegazione, proseguito oggi con le Regioni, gli Enti locali e anche con il Cts per ascoltare le voci dei territori e degli esperti in modo da approntare le soluzioni migliori per affrontare questa nuova ondata di contagio e tutelare nel modo più efficace gli interessi sanitari e socio-economici di tutti i cittadini. Le uniche misure di restrizione veritiere saranno quelle contenute nel Dpcm che verrà emanato non appena definito il quadro di intervento. Le anticipazioni che si stanno rincorrendo in questi giorni e in queste ore sui mezzi di informazione sono da ritenersi fughe in avanti e ipotesi non corrispondenti a verità. L'invito del Governo agli organi di informazione è di evitare di alimentare confusione nei cittadini, in attesa di comunicazioni ufficiali che avverranno nella giornata di domani con una conferenza stampa del Presidente del Consiglio.

17 ottobre 17:52 Festa con 400 persone: chiuso un locale in Salento

Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Nel corso di un controllo volto a verificare il rispetto delle norme anti covid ieri sera a Nardò, la polizia ha disposto la chiusura di un locale, ‘La Fabbrica', dove era in corso un evento con 400 persone, musica ad alto volume e due dj. Per le dimensioni delle sale e per le modalità con le quali erano organizzati gli spazi interni in rapporto al numero degli avventori, gli agenti hanno accertato che non veniva garantita la tutela della salute dei presenti, in una situazione di alto rischio contagio. Il controllo, che si è svolto in un clima di forte ostilità, si è concluso con la chiusura temporanea dell'esercizio commerciale e con la notifica del decreto di sospensione dell'attività per cinque giorni.

17 ottobre 17:31 Parrucchieri e centri estetici non verranno chiusi con il nuovo Dpcm

Non verrà imposta nessuna chiusura ai negozi di parrucchiere e centri estetici. La misura, a quanto spiegano fonti di governo, non è sul tavolo della discussione in vista del nuovo Dpcm con le norme anti contagio. Una valutazione è invece in corso, spiegano le stesse fonti, sullo stop alle palestre e alle piscine e più in generale sugli sport di contatto dilettantistici. Sullo sport, viene spiegato, arriverà una nuova stretta ma è ancora aperto un ventaglio di ipotesi che verranno soppesate nelle prossime ore.

17 ottobre 17:29 Assembramenti di tifosi a Milano prima del derby Inter – Milan

I pullman con calciatori e staff tecnico di Inter e Milan – che si sfideranno nelle prossime ore – sono arrivati a San Siro accompagnati da migliaia di tifosi che, in alcuni casi, si sarebbero pericolosamente assembrati. Ricordiamo che la Lombardia, con 2.664 nuovi casi, è di gran lunga la regione con il più alto numero di nuovi positivi al coronavirus.

17 ottobre 17:19 Nelle ultime 24 ore in Lombardia 2664 nuovi contagi e 13 morti

La Lombardia è ancora la prima regione d'Italia per numero di nuovi casi: nelle ultime 24 ore a livello regionale sono stati segnalati 2664 nuovi contagi e 13 morti. Impennata di ricoveri in ospedale (più 109) e in terapia intensiva (più 25 da ieri, per un totale di 96): ecco il bollettino con i dati di oggi sabato 17 ottobre, sui contagi Covid in Lombardia.

17 ottobre 17:16 Campania, nuovo record di positivi: 1.410 nelle ultime 24 ore

In Campania un nuovo record di nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore: 1.410 i contagi emersi dall’ultimo aggiornamento dell’Unità di Crisi. Record però anche per quanto riguarda il numero di tamponi analizzati, mai così alto: sono stati 14.704. Nella regione si registrano anche 74 guariti e nessun nuovo decesso.

17 ottobre 17:01 Il bollettino di oggi: quasi 11mila nuovi casi, 165mila i tamponi effettuati

I dati del bollettino odierno diramato dal ministero della Salute: nelle ultime 24 ore in Italia sono stati registrati 10.925 contagi su 165.837 tamponi eseguiti, i morti per Covid sono 47 in più rispetto a ieri. La Lombardia supera i 2.600 contagi giornalieri ed è la prima regione per numero di infezioni, seguita dalla Campania e dal Piemonte.

17 ottobre 16:51 Finito il vertice a Palazzo Chigi: nuovo Dpcm tra domani e lunedì

Si è concluso il vertice a Palazzo Chigi tra i capi delegazione e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sulla manovra e le misure da mettere in campo in un nuovo Dpcm anti-Covid. Il Dpcm, a quanto si apprende da fonti di governo, potrebbe essere varato tra domenica e lunedì. Mentre, per questa sera, spiegano le stesse fonti, dovrebbe essere confermato il Consiglio dei ministri chiamato a dare il via libera al Dpb e la legge di bilancio.

17 ottobre 16:40 Lazio, 994 nuovi casi e 12 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore nel Lazio sono stati registrati 994 contagi di coronavirus su 28mila tamponi effettuati e 12 morti. A Roma sono 494 i casi positivi mentre nelle province si registrano 338 casi e 2 decessi. L’assessore Alessio D’Amato: “Troppa psicosi tamponi”.

17 ottobre 16:36 Quando non è obbligatorio indossare la mascherina: lo spiega una circolare del Viminale

trekking
in foto: trekking

In una circolare il Ministero dell'Interno ha chiarito le circostanze in cui non è obbligatorio indossare la mascherina: “Attività come jogging, footing, trekking, nordic walking o altre forme di camminata sportiva, potranno continuare a svolgersi senza l’utilizzo della mascherina, purché ciò avvenga in condizioni tali da garantire il rispetto della distanza interpersonale di almeno due metri”. Informazioni importanti anche a bar e ristoranti: la chiusura a mezzanotte andrà rispettata ma gli avventori avranno un "ragionevole e contenuto" margine temporale per completare la loro consumazione.

17 ottobre 16:00 Pregliasco: “Sì a coprifuoco. Preservare solo scuola e lavoro”

"Una misura come il coprifuoco" alla francese, adottato in alcune metropoli d'oltralpe per provare a franare la corsa di Covid-19, "sarebbe un intervento simbolico che darebbe l'idea della situazione" attuale. Tramettendo "la contezza del fatto che dobbiamo preservare ciò che è indispensabile, come scuola e lavoro, e ridurre invece per quanto possibile ciò che non è necessario arrivando a una sorta di ‘autolockdown'". Invita a far leva sulla "responsabilità dei singoli" cittadini il virologo dell'università degli Studi di Milano Fabrizio Pregliasco, intervistato dall'Adnkronos Salute in vista del nuovo Dpcm. Secondo l'esperto dovrà essere "un provvedimento da valutare a breve termine e monitorare continuamente, immaginando di dover vedere scenari peggiori".

17 ottobre 15:25 Positiva al coronavirus viaggiava in treno: denunciata 37enne di Perugia

Nonostante fosse positiva al coronavirus è stata sorpresa su un treno dagli agenti della Polizia Ferroviaria della stazione di Perugia Centrale lungo la linea ferroviaria Terni-Terontola. Protagonista una donna romena di 37 anni, a carico della quale risultava, attraverso accertamenti in banca dati Polizia, la segnalazione di "divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione in quanto persona positiva al virus Covid-19". I poliziotti hanno immediatamente attivato il protocollo di sicurezza facendo spostare la donna, che indossava la mascherina, all'interno del vestibolo del treno e, nel contempo, hanno informato il personale sanitario del 118, operativo alla stazione successiva. I sanitari dopo aver eseguito tutte le procedure del caso hanno accompagnato la donna presso la propria abitazione. La trentasettenne è stata denunciata all'Autorità Giudiziaria per inosservanza del divieto assoluto di circolazione.

17 ottobre 15:17 L’allarme dei medici d’emergenza: “Pronto soccorso presi d’assalto per fare i tamponi”

In tutta Italia i pronto soccorso "sono presi d'assalto da persone asintomatiche o paucisintomatiche che temono di avere il Covid e cercano una risposta che la medicina territoriale non gli sta dando". A dirlo all'AGI Salvatore Manca, presidente di Simeu, Società Italiana della medicina di emergenza-urgenza. In seguito all'impennata dei contagi, i tempi per effettuare un tampone si sono allungati sempre di più e gli italiani si sono riversati nelle strutture d'emergenza. L'allarme riguarda tutta Italia: "Ho effettuato un'indagine e ne è venuto fuori che non c'è Regione in cui non si stia verificando questo fenomeno", ha spiegato Manca. Il motivo è duplice: "Da una parte abbiamo i ritardi nell'effettuazione dei tamponi sul territorio e la scarsa disponibilità dei medici di base, e dall'altra abbiamo una buona parte di pronto soccorso che hanno introdotto i test rapidi". Va da sé che i cittadini vedano nel presidio ospedaliero d'urgenza "l'unico punto di riferimento".

17 ottobre 13:50 Speranza convoca il Cts alle 17: presto nuove misure restrittive

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha convocato per le 17 una riunione del Comitato Tecnico Scientifico, che servirà per mettere a punto le proposte di ulteriore stretta per contrastare i contagi che andranno sul tavolo del Consiglio dei Ministri questa sera.

17 ottobre 13:46 Cartabellotta a Fanpage.it: “La lentezza della politica metterà il turbo al virus”

Nino Cartabellotta, presidente della fondazione Gimbe, ha commentato a Fanpage.it  la situazione epidemiologica e la strategia di contrasto al coronavirus. “Le misure restrittive – nazionali regionali o locali – non possono inseguire i numeri del giorno, ma devono essere commisurate alla proiezione della curva dei contagi a 3-4 settimane. Altrimenti, i tempi della politica e della burocrazia, mettono il turbo ad un virus già velocissimo”. E ancora: "Al di là di un’estate vissuta con eccessiva disinvoltura e del mancato potenziamento dei trasporti pubblici in occasione della ripresa del lavoro e della riapertura delle scuole, dal punto di vista sanitario il tallone di Achille è rimasto il sistema di tracciamento. Nonostante le risorse assegnate del Decreto Rilancio, i servizi sanitari territoriali responsabili del testing & tracing non sono stati adeguatamente potenziati durante i mesi “tranquilli”.

17 ottobre 13:40 Le regioni al governo: “A scuola in orari scaglionati e didattica a distanza alle superiori”

"Orari scaglionati per le scuole e favorire il più possibile la didattica a distanza per le scuole superiori". È quanto chiesto dalle Regioni al governo durante il vertice di oggi. Alcune Regioni, come l'Umbria, hanno annunciato per le scuole superiori l'idea di introdurre "la didattica a distanza per un periodo limitato, allo scopo di consentire in 15 giorni di capire e studiare l'evoluzione della pandemia".

17 ottobre 13:00 Arcuri: “Non siamo in una fase drammatica, ventilatori nella disponibilità delle Regioni”

"Non siamo in una fase drammatica. I ventilatori sono nella disponibilità delle Regioni. La seconda ondata è diversa dalla prima, ma più ci aiutano gli italiani e minore sarà la necessità di misure drastiche". Lo ha detto il commissario straordinario, Domenico Arcuri, a margine dell'incontro governo-Regioni nella sede della Protezione Civile a Roma. Arcuri ha aggiunto che è necessario fare più tamponi, diventare più forti e tempestivi, e più test molecolari, soprattutto in queste settimane. "Sono disponibile a ricominciare gli acquisti centralizzati di tamponi, reagenti e test antigenici per arrivare a 200.000 tamponi molecolari al giorno e 100.000 test rapidi antigenici al giorno", ha detto Arcuri, secondo quanto si apprende, rivolgendosi alle Regioni. "In questa settimana abbiamo raggiunto il picco di oltre 150.000 tamponi effettuati al giorno, un numero che deve aumentare visto l'evolversi della pandemia".

17 ottobre 12:52 Positiva e con obbligo di quarantena viene sorpresa mentre viaggia in treno: denunciata

Positiva al Covid- 19 e con l'obbligo della quarantena, una donna di 37 anni, romena, è stata sorpresa a viaggiare in treno ed è stata denunciata dalla Polfer. La carrozza ferroviaria è stata evacuata, chiusa e sanificata. La donna è stata sorpresa durante i servizi di scorta del personale del posto di polizia ferroviaria Perugia centrale, a bordo di un treno regionale, sulla linea Terni-Terontola. Durante i controlli, la donna è stata identificata e a suo carico, attraverso la banca dati della polizia, è emerso il "divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione in quanto persona positiva al virus Covid-19". Gli agenti hanno quindi messo in atto il protocollo di sicurezza anti-Covid, accompagnando la 37enne all'interno del vestibolo del treno e allertando il 118, operativo alla stazione successiva. Il personale sanitario dopo aver eseguito tutte le procedure del caso ha portato la donna a casa.

17 ottobre 12:47 Un positivo al Covid a Santa Marta, residenza di papa Francesco

Nuovo caso positivo al Coronavirus in Vaticano, questa volta a Santa Marta, la residenza di Papa Francesco. "Il malato, al momento asintomatico, è stato posto in isolamento, come anche coloro che sono venuti in contatto diretto con lui, e ha lasciato temporaneamente Casa Santa Marta, dove abitualmente risiede", è quanto comunicato dal direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.

17 ottobre 12:40 Bar e ristoranti chiusi in Catalogna, proteste a Barcellona

Centinaia di manifestanti sono scesi in piazza a Barcellona per protestare contro la chiusura di bar e ristoranti in Catalogna. I dimostranti, la maggior parte dei quali impiegati nel settore della ristorazione, si sono riuniti di fronte al municipio di Barcellona e alla sede del governo catalano. Tra i manifestanti c'erano camerieri, chef, proprietari di piccoli ristoranti, che per protesta si sono messi a battere su delle pentole. "Così moriremo di fame", hanno urlato alcuni dei manifestanti.

17 ottobre 12:29 Calcio, nuovi positivi in Serie A: contagi a Crotone, Parma e Torino

Il Coronavirus continua a spaventare anche la Serie A. All'elenco degli sportivi contagiati si aggiungono oggi nuovi nomi: sono risultati positivi Denis Dragus del Crotone, un calciatore del Parma e ci sono tre casi nel Torino, un giocatore della prima squadra e due membri dello staff.

17 ottobre 12:21 In Germania terzo record consecutivo di contagi, appello Merkel: “State a casa”

Nelle ultime 24 ore la Germania ha registrato 7.830 casi di Covid-19, stabilendo un record per il terzo giorno consecutivo, secondo i dati del Robert Koch Institute. Ieri i casi erano stati stati 7.334 e giovedì 6.638. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati anche 33 decessi legati al coronavirus. "Ora dobbiamo fare il possibile per assicurarci che il virus non si diffonda in modo incontrollabile. Ogni giorno conta", le parole della cancelliera Angela Merkel, che ha sottolineato che la Germania si trova ora "in una fase molto grave". "Vi chiedo di evitare qualsiasi spostamento che non sia davvero necessario, qualsiasi festa che non sia davvero necessaria. State a casa, ovunque voi siate, in qualunque momento sia possibile", ha aggiunto, rivolgendosi ai tedeschi. "L'estate relativamente rilassata è finita. Ora siamo di fronte a mesi difficili. Come sarà il nostro inverno, il nostro Natale, si deciderà nei prossimi giorni e settimane. Lo decideremo tutti con le nostre azioni", ha aggiunto Merkel.

17 ottobre 12:13 Positiva la deputata Alessandra Ermellino: “Camera dei Deputati ridotta a focolaio”

"Con la Camera dei Deputati ridotta a un focolaio, sarebbe stata solo una questione di tempo prima che anche io risultassi positiva così come il tampone ha certificato". Lo ha scritto su Facebook Alessandra Ermellino del Gruppo Misto. "Da marzo chiediamo interventi per svolgere il nostro lavoro in sicurezza, e invece siamo qui a fare la conta dei superstiti. Prendiamola con filosofia.. per il momento", ha aggiunto.

17 ottobre 12:03 Zafferana Etnea, matrimonio con più di 50 invitati interrotto dai carabinieri: multa e locale chiuso

Attualmente esiste un limite sul numero di persone che possono partecipare a una festa nuziale: non oltre 30, mentre a festeggiare un matrimonio in Sicilia c'erano almeno 54 persone. E alla fine sono arrivati anche i carabinieri. Inutili si sono rivelate le giustificazioni della coppia di sposi: lui, 31 anni, di Acireale, lei, 29 anni, di Catania, residenti a Mascalucia che avevano deciso di organizzare il banchetto nunziale in un ristorante di Zafferana Etnea. I carabinieri, riscontrata l’inadempienza, hanno dato seguito alle previste sanzioni: 400 euro di multa a carico del titolare del locale e l’immediata chiusura dello stesso per la durata di 5 giorni.

17 ottobre 11:53 Cosa ci sarà nel nuovo dpcm che Conte firmerà nelle prossime ore

Nelle prossime ore, al massimo all'inizio della prossima settimana, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dovrebbe firmare il nuovo dpcm contenente altre misure restrittive necessarie considerati gli ultimi numeri del coronavirus in Italia. Cosa conterrà il nuovo provvedimento in arrivo? Si pensa alla chiusura dei locali alle 22, ma non un vero e proprio coprifuoco come per esempio quello francese, allo stop ad alcune attività ritenute non essenziali, un maggior ricorso allo smart working e una stretta allo sport. Sembrerebbe non prevista, almeno per ora, il ritorno alla didattica a distanza.

17 ottobre 11:28 Indice dei contagi alto, Toscana nello “scenario 3”

La Regione Toscana ha un tasso di crescita del contagio da coronavirus tra i più alti in Italia. A certificarlo le stime dell’Istituto superiore di Sanità e del ministero della Salute che valutano il coefficiente Rt della regione pari a 1,28. La Toscana è quinta in questa classifica, dietro a Val d’Aosta, Umbria, Piemonte e Campania, a fronte di una media nazionale di 1,17. Il ministero della Salute invita le Regioni a realizzare una rapida analisi del rischio, anche a livello sub-regionale, e di valutare il tempestivo innalzamento delle misure di contenimento e mitigazione nelle aree maggiormente affette. La Toscana si trova nel cosiddetto "scenario 3" per il quale sono previsti possibili lockdown locali temporanei, stop a attività culturali e sportive, chiusure temporanee delle scuole. Negli ospedali della Regione, secondo i dati dell’assessorato alla Salute, i posti letto in terapia intensiva attivabili sono 536, 162 in più di quelli che erano disponibili prima dell’inizio dell’emergenza. A questi si aggiungono altri 25 posti, extra-ospedalieri, divisi tra il Campo di Marte di Lucca e l’ex ospedale di Massa, in mano alla Protezione Civile. In tutto, quindi, i posti disponibili sono 561. In caso di emergenza le sale operatorie sono dotate di allacciamenti con l’ossigeno e quindi sono utilizzabili in caso di necessità per intubare pazienti.

17 ottobre 11:16 Chiudono alle 24 e poi riaprono: come i bar “interpretano” il Dpcm

Chiudono i locali a mezzanotte per poi riaprirli dopo pochi minuti: in questo modo alcuni locali stanno interpretando il dpcm del 13 ottobre che prevede la chiusura di bar e ristoranti alle 24. La norma, in effetti, non prevede quale sia l’orario di riapertura. E da Catanzaro Lido a Bologna c’è chi si è accorto di questo vuoto legislativo e riapre subito il locale.

17 ottobre 11:00 In corso il vertice Boccia-Speranza e Arcuri con le Regioni

In corso la riunione di coordinamento con le Regioni dalla Protezione Civile a cui partecipano il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, il commissario straordinario per l'emergenza coronavirus Domenico Arcuri, il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli in presenza e il ministro della Salute Roberto Speranza, in collegamento in videoconferenza. Il vertice è stato convocato per un confronto con le Regioni sulle terapie intensive e i tamponi. Tra i governatori in collegamento il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il presidente della provincia Autonoma di Bolzano Arno Kompatscher, il presidente del Molise Donato Toma, il presidente della Liguria Giovanni Toti e alcuni assessori. Collegati anche il presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga e il presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti.

17 ottobre 10:49 Università di Bari, da lunedì stop alle lezioni in presenza: in aula solo le matricole

L'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, "al fine di garantire il prosieguo delle attività istituzionali e nel contempo tutelare la salute e la sicurezza di tutti coloro che frequentano le aule e gli ambienti di lavoro", ha deciso che da lunedì 19 ottobre 2020 e fino al 6 novembre 2020 si svolgeranno in presenza solo le lezioni del I anno (nelle proporzioni già indicate), di tutti i corsi di laurea. Si svolgeranno in presenza anche i tirocini, i laboratori, gli esami di laurea e gli esami di profitto. Saranno inoltre in presenza le attività di dottorato e quelle di ricerca degli assegnisti di ricerca. Si svolgeranno invece in remoto su piattaforma Teams le lezioni a partire dal II anno  per tutti i corsi di laurea e per tutte le attività didattiche post laurea.

17 ottobre 10:38 Positivo il calciatore del Crotone Dragus: stasera c’è la partita contro la Juventus

Un positivo al Coronavirus anche nel Crotone calcio, che stasera gioca contro la Juventus. Il club ha reso noto che il calciatore Denis Dragus è risultato positivo al Covid-19 al rientro dagli impegni con la nazionale rumena Under 21.

17 ottobre 10:24 Bill Gates: “Non si tornerà alla normalità finché virus non sarà eliminato a livello globale”

"Il resto del 2020 non sarà normale; prima riusciamo a farlo capire, prima le persone riusciranno a prepararsi. L'anno prossimo dovrebbero essere pronti i primi strumenti di difesa, alcuni vaccini dovrebbero essere pronti nel primo trimestre 2021. Nella prima metà dell'anno le cose andranno meglio e la prossima estate i numeri di morti e contagiati torneranno a diminuire. Ma non torneremo alla normalità fino a che il virus non sarà eliminato a livello globale". È lo scenario descritto da Bill Gates in un'intervista. "Gli obiettivi sono due: vaccinare le persone entro l'estate negli Usa e ridurre al minimo la trasmissione a livello globale", aggiunge Gates.

17 ottobre 10:11 Coronavirus Lazio, record di contagi nelle scuole: 12.000 studenti in isolamento domiciliare

Boom di studenti positivi al Coronavirus nella Regione Lazio. Allo scorso mercoledì erano 848 gli alunni positivi, 149 gli insegnanti e 47 i collaboratori scolastici. Numeri che tradotti in contromisure da adottate vuol dire 12.749 ragazzi e bambini in isolamento domiciliare, record su scala nazionale, e oltre 18.000 in didattica a distanza. Il 6 ottobre erano 380 i casi di positivi nelle scuole, in due settimane il numero è più che raddoppiato.

17 ottobre 10:01 Europa travolta dalla seconda ondata di Covid: numero di casi 3 volte superiore a marzo

Europa travolta dalla seconda ondata del coronavirus: la scorsa settimana – secondo la fotografia scattata dall'Organizzazione mondiale della sanità – il numero di casi di Covid-19 segnalati nel Vecchio Continente è stato quasi tre volte superiore rispetto a marzo. La buona notizia è che almeno per ora il numero di morti in Europa è molto più basso in confronto a marzo. Ad allarmare sono tuttavia i ricoveri in aumento, con molte città che riferiscono di essere vicine a raggiungere la saturazione dei posti di terapia intensiva negli ospedali.

17 ottobre 09:45 Liguria, 129 positivi in due case di riposo: “Situazione inizia a essere preocupante”

Nelle case di riposo liguri e nei centri per disabili si contano almeno 129 positivi, quasi tutti anziani ospiti, più un 5 percento di infermieri e operatori sanitari. A fare i conti è Il Secolo XIX che scrive che sono due le strutture sotto osservazione: la residenza protetta Santa Caterina di Varazze con 81 casi e una sede del Don Orione di Genova con 48 casi. Quattro persone per il momento sono ricoverate al San Martino e al San Paolo di Savona. "La situazione in alcune Rsa inizia ad essere preoccupante anche se, finora, sono poche le strutture coinvolte e la maggior parte dei pazienti è asintomatica. Nessuno grave", spiega il geriatra Ernesto Palummeri cui s’è rivolta la Regione per interrompere la catena di lutti e contagi nelle Rsa.

17 ottobre 09:27 L’annuncio di Pfizer sul vaccino anti-Covid, Burioni: “Abbiamo una data”

 "Abbiamo una data. Albert Bourla, amministratore delegato di Pfizer, scrive che se tutto andrà bene presenterà una richiesta per una autorizzazione di emergenza del vaccino contro Covid 19 nella terza settimana di novembre 2020. Forza!". A scriverlo su Twitter il virologo Roberto Burioni.

17 ottobre 09:07 Crisanti: “Supereremo presto i 15.000 casi di Coronavirus al giorno”

Secondo Andrea Crisanti il sistema di controllo dell’epidemia “si sta sbriciolando sotto il peso dei numeri ed è finito fuori controllo”. “Con 9-10 mila casi al giorno, la sorveglianza non puoi più farla perché non hai la capacità di testare tutti i soggetti a rischio. Per affrontare un carico del genere servirebbero risorse gigantesche per tamponi, reagenti e struttura. Bisognava contenere il contagio sotto quota duemila. Ci siamo riusciti per un po’, dopodiché la prima linea di difesa è saltata e il sistema è crollato”, ha spiegato in una intervista al Corriere della Sera. La sua idea per tornare a dei numeri più contenuti è di applicare con gradualità misure di restrizione accettabili dal punto di vista economico, con una politica aggressiva di identificazione dei focolai e zone rosse. “E poi farei un reset della situazione per due-tre settimane, una sorta di pausa di sospensione, non chiamiamolo lockdown che spaventa, implementando limitazioni di movimento alla gente e alle attività. E, una volta portata la curva a un punto di sopportazione, ripartirei con la sorveglianza attiva”, spiega l’esperto. “Io credo che supereremo presto quota 15 mila – ha aggiunto Crisanti – . Fra una decina di giorni vedremo quale sarà l’effetto delle misure prese dal governo e si capirà”. Perché siamo arrivati a questo punto? “Non abbiamo imparato bene la lezione della prima ondata, quando eravamo riusciti a riportare i contagi a zero. Non sono stati fatti i necessari investimenti in sorveglianza e prevenzione, l’unico sistema possibile per bloccare i focolai. Quando abbiamo riaperto scuole e attività non c’è stato un parallelo aumento della capacità di fare test, l’unica cosa che ci avrebbe difeso. In ogni caso, non è giusto dare la colpa al solo comportamento degli italiani, che sono vittime di quello che sta accadendo”. Quando si entrerà in una fase calante del virus? “Calerà quando ci sarà il vaccino o una terapia efficace. Se però non si trova la prossima estate rischia di essere più difficile di quella passata che aveva beneficiato del lungo lockdown. Non farei molto affidamento sul caldo e sul secco della stagione, come insegna Israele”, ha detto ancora Crisanti.

17 ottobre 08:52 Medici invitano a “autolockdown”: “State a casa il più possibile, misure fin qui adottate non bastano”

Dinanzi al forte aumento dei contagi da coronavirus in Italia i medici lanciano un appello direttamente ai cittadini invitandoli a restare a casa, come nei periodi più bui della pandemia. Una sorta di "autolockdown". "Occorre ridurre le azioni sociali che non sono necessarie e stare a casa il più possibile", afferma all'Adnkronos Salute Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo). "La situazione epidemiologica ci dice che non bastano più le misure fin qui adottate (il distanziamento sociale, l'uso della mascherina, l'igiene delle mani), serve la consapevolezza che dobbiamo stare lontani dai luoghi affollati e frequentati da persone che non conosciamo – avverte Anelli – Siamo in una fase in cui il ‘contact tracing' non è più sufficiente, qualsiasi persona potrebbe essere contagiosa inconsapevolmente". E ancora: "Dobbiamo tornare al senso di responsabilità che ha caratterizzato la prima fase. Il Governo interverrà sulle criticità che sono emerse, dai trasporti alle scuole".

17 ottobre 08:41 Vaccino Covid, Di Maio: “A fine anno le prime dosi, a gennaio le vaccinazioni”

Il ministro Luigi Di Maio nel corso di "Accordi e Disaccordi" ha parlato del vaccino anti-Covid: "La verità è che questo potrebbe essere l'ultimo miglio: per fine anno arriveranno in Italia le prime dosi del vaccino. Da gennaio inizieremo le vaccinazioni. Abbiamo firmato un accordo con diversi paesi europei per 250 milioni di dosi. Potremo cominciare a respirare e sarà un segnale di fiducia anche per i mercati mondiali".

17 ottobre 08:33 Coronavirus in Belgio, fermi caffè e ristoranti per un mese

Caffè e ristoranti saranno chiusi per un mese in Belgio. I ministri dei governi federali e delle Comunità e delle Regioni sono riuniti dalle 14 a Palazzo Egmont e stanno discutendo ulteriori misure da adottare per arginare la diffusione del Coronavirus. Il comitato di consultazione che riunisce i principali ministri del governo federale e le entità federate ha deciso di stabilire un coprifuoco notturno tra mezzanotte e le 5 del mattino a livello nazionale, scrive l'agenzia Belga.

17 ottobre 08:27 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 17 ottobre

In Italia i numeri dell'emergenza coronavirus diventano sempre più preoccupanti. Nel bollettino di ieri del ministero della Salute registrati 10.010 casi (contro gli 8.804 del giorno prima). I tamponi sono stati 150.377. I decessi sono stati 55, in calo rispetto agli 83 del giorno prima. La Regione con più casi positivi in 24 ore è stata la Lombardia che fa registrare un boom di nuovi contagi (+2.419), seguita da Campania (+1261), Piemonte (+821), Lazio. Qui le cifre riportate dal ministero della Salute e i dati relativi agli incrementi relativi alle ultime 24 ore Regione per Regione:

Lombardia: +2.419 (totale casi 121.130)

Piemonte: +821 (totale casi 41.895)

Emilia-Romagna: +544 (totale casi 39.692)

Veneto: +704 (totale casi 34.277)

Lazio: +795 (totale casi 22.796)

Campania: +1.261 (totale casi 23.033)

Toscana: +755 (totale casi 21.017)

Liguria: +585 (totale casi 17.281)

Sicilia: +578 (totale casi 11.269)

Puglia: +313 (totale casi 10.734)

Marche: +115 (totale casi 9.133)

P.A. Trento: +111 (totale casi 6.715)

Friuli Venezia Giulia: +165 (totale casi 6.093)

Abruzzo: +178 (totale casi 5.825)

Sardegna: +133 (totale casi 5.736)

P.A. Bolzano: +128 (totale casi 4.493)

Umbria: +198 (totale casi 4.210)

Calabria: +102 (totale casi 2.589)

Valle d'Aosta: +27 (totale casi 1.660)

Basilicata: +74 (totale casi 1.169)

Molise: +21 (totale casi 864)

Previsto a breve il varo del nuovo dpcm anti-Covid, al centro di un lungo vertice notturno a Palazzo Chigi. Tra le ipotesi ci sarebbe quella di chiusure anticipate alle 22, ma senza arrivare a un lockdown. Da stasera intanto in Lombardia pub e ristoranti chiudono alle 24. In Campania, dove De Luca ha interrotto le lezioni in presenza a scuola fino al 30 ottobre, sono di nuovo consentite quelle per gli asili. Il numero dei contagi da coronavirus in tutto il mondo ha superato il tetto dei 39 milioni, secondo quanto certifica la Johns Hopkins University. La seconda ondata del coronavirus in Europa è ormai tre volte più alta rispetto allo tsunami del primo picco: la scorsa settimana – secondo la fotografia scattata dall'Organizzazione mondiale della sanità – il numero di casi di Covid-19 segnalati nel Vecchio Continente è stato quasi tre volte superiore rispetto a marzo.