(La Presse)
in foto: (La Presse)

Nel Lazio sabato 17 ottobre si registrano 994 casi di coronavirus, rispetto ai 795 casi registrati venerdì. Sono state 12 le persone decedute, sette in più rispetto al giorno precedente (5) e 62 i guariti nelle ultime 24 ore. Oggi sono stati elaborati 28mila tamponi, un nuovo record del Lazio, il più alto numero di testati in rapporto alla popolazione. I positivi sui tamponi effettuati sono il 3,6%. Ieri i tamponi processati erano 20mila. A Roma i nuovi positivi sono 494, mentre nelle province si registrano 338 casi e 2 decessi.

I casi di coronavirus a Roma e nel Lazio Asl per Asl

Asl Roma 1: 173 casi, di cui 158 casi isolati a domicilio e quindici da ricovero. Si registrano cinque decessi di 81, 87, 89, 92 e 99 anni tutti con patologie;

Asl Roma 2: 250 casi (il dato tiene conto di 106 recuperi di notifiche arretrate). Dei 144 casi odierni diciotto sono i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e ventuno i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano tre decessi di 70, 85 e 95 anni con patologie;

Asl Roma 3: 71 casi, di cui quaranta con link familiare o contatto di un caso già noto e quattro i casi con link ad un cluster familiare, in corso l’indagine epidemiologica. Si registra un decesso di 92 anni con patologie;

Asl Roma 4: 48 casi, di cui quaranta casi con link familiare o contatto di un caso già noto e quattro i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale;

Asl Roma 5: 55 casi, di cui cinque casi con link ad un battesimo, in corso indagine epidemiologica. Dodici i casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Tre i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registra un decesso di 88 anni con patologie;

Asl Roma 6: 59 casi, si tratta di trenta contagi con link familiare o contatto di un caso già noto e tre i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione;

Asl di Latina: 64 nuovi casi e di questi ventiquattro sono con link familiare o contatto di un caso già noto. Un caso di rientro dalla Spagna e tre casi con link a scuola nautica di Gaeta dove è in corso l’indagine epidemiologica. Si registra un decesso di 86 anni con patologie;

Asl di Frosinone: 180 nuovi casi e il dato tiene conto di circa cento recuperi di notifiche arretrate;

Asl di Viterbo: 74 casi, di cui trentadue casi con link familiare o contatto di un caso noto. Un caso individuato al test sierologico e uno in fase di pre-ospedalizzazione. Si registra un decesso di 83 anni con patologie;

Asl di Rieti: 20 casi, si tratta di diciotto casi con link familiare o contatto di un caso già noto e due casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione.

D'Amato: "Troppa psicosi tamponi"

"C’è troppa psicosi per i tamponi, ne stiamo facendo un numero enorme, 28mila è il più alto numero di testati in rapporto alla popolazione – così il commento dell'assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato – Ricordo che è opportuno che ci sia una indicazione medica e soprattutto per i casi di contatto è inutile fare la corsa al tampone nell’immediatezza". D'Amato ha ricordato che: "Serve contattare il proprio medico, seguire le sue indicazioni e aspettare almeno il periodo dell’incubazione altrimenti il rischio è quello di non accertare un’eventuale positività".