16 Febbraio 22:45 Ilaria Capua sulle varianti: “Sono come un motorino truccato”

“Il virus va a 40 all’ora, le mutazioni corrono di più. Le varianti del coronavirus sono come motorini truccati”. Questa l’immagine che usa la professoressa Capua per fotografare il quadro dell’epidemia da Covid 19, caratterizzato dalla presenza di una serie di varianti del virus. Le sue parole alla trasmissione DiMartedì in onda su La7.

16 Febbraio 22:21 Per Crisanti se il governo avesse chiuso prima a ottobre, ora non ci sarebbero le varianti

Per il virologo Andrea Crisanti la situazione è chiara: se il governo avesse chiuso prima lo scorso ottobre, frenando così la seconda ondata, ora il Paese non si troverebbe alle prese con le varianti. "Se non ci fosse stata trasmissione a ottobre oggi non avremmo le varianti. Chi ha preso le decisioni fino ad adesso ha visto la pandemia in televisione e non ha ascoltato chi la pandemia l'ha vista sul campo", ha detto intervenendo alla trasmissione Dimartedì su La7.

16 Febbraio 21:44 Le prossime regioni che rischiano di andare in lockdown

La mappa dell’Italia divisa in zona gialla, arancione e rossa è cambiata solo pochi giorni fa, quando diverse Regioni sono passate in area arancione. Ma la situazione potrebbe mutare nuovamente già questo fine settimana. Preoccupano le varianti del coronavirus e lo stesso comitato tecnico scientifico ha lanciato un appello affinché le restrizioni anti-contagio siano più severe.

16 Febbraio 21:29 In Liguria variante inglese nel 14% dei casi

"La variante inglese in Liguria si assesta intorno al 14%, siamo quindi al di sotto della media che è del 17,5%". Lo ha spiegato in conferenza stampa il commissario straordinario di Alisa Filippo Ansaldi.

16 Febbraio 20:58 In Francia 19.500 casi e 586 morti covid in 24 ore

La Francia registra 19.590 nuovi positivi al Covid-19, portando il numero totale di casi a 3.489.129 dall'inizio dell'epidemia. I morti covid nell'ultima giornata sono invece 586, per un totale di 82.812. Numeri ancora alti ma con curva in discesa. Nel Paese continua anche la campagna di vaccinazione, Secondo le cifre annunciate dal governo di Parigi, 2.347.088 persone hanno ricevuto una prima dose di vaccino Covid-19 dall'inizio della campagna, che rappresenta il 3,5% della popolazione totale.

16 Febbraio 20:54 Rezza: “Contro le varianti i test antigenici sono utili quanto i molecolari”

Secondo Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, “la variante inglese del Covid-19 è molto trasmissibile e diffusa sul territorio italiano, ma per fortuna non diminuisce l’efficacia dei vaccini. I test antigenici mantengono la loro utilità. Naturalmente in casi specifici è giusto il ricorso per la conferma ai test molecolari”. L'esperto ha ricordato che al momento "sono tre le varianti conosciute di Sars-CoV-2. Prima di tutto c'è quella inglese, molto trasmissibile e diffusa sul territorio italiano, ma che per fortuna non diminuisce l'efficacia dei vaccini. Per quanto riguarda la variante brasiliana e quella sudafricana, hanno una distribuzione molto limitata sul territorio nazionale".

16 Febbraio 20:47 Isolata nuova variante covid a Napoli su paziente rientrato dall’Africa 

Una nuova variante del coronavirus è stata isolata a Napoli, grazie al lavoro dell’Ospedale Pascale e della Federico II: si tratta di una variante riscontrata in un uomo rientrato dall’Africa e positivo ai tamponi per il CoViD-19. “Abbiamo immediatamente depositato la sequenza nel database internazionale GISAID ed avvertito le autorità sanitarie”, spiegano dal Pascale. La nuova variante, di cui non si conoscono al momento né il potere di infezione né altre caratteristiche, si chiama B.1.525 e non è mai stata individuata in Italia: al momento gli unici casi sono stati registrati in Gran Bretagna (32), Nigeria, Danimarca e Stati Uniti d'America, tutti con pochi casi ciascuno.

16 Febbraio 20:39 Vaccino covid, in Italia somministraste 3.108.400 dosi

Sono 3.108.400 le dosi di vaccino anti Covid somministrate finora in Italia, l'85.1% del totale di quelle consegnate (3.651.270, di cui 3.288.870 Pfizer/BioNTech, 112.800 Moderna e 249.600 Astrazeneca). Son i dati aggiornati alle 19 di oggi. del report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria. La somministrazione ha riguardato 1.956.263 donne e 1.152.137 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 1.294.352.  Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate a 2.081.773 operatori sanitari, 585.194 unita' di personale non sanitario, 336.531 ospiti di strutture residenziali e 104.902 over 80.

16 Febbraio 20:26 Lombardia, 4 città in zona rossa da mercoledì per varianti covid: Viggiù, Mede, Castrezzato e Bollate

In Lombardia 4 città in zona rossa per varianti covid da domani, si tratta dei comuni di Viggiù (VA), Mede (PV), Castrezzato (BS) e Bollate (MI).  Lo ha annunciato il governatore Lombardo Attilio Fontana. "In relazione all’insorgere di cluster di contagio, legati alla diffusione di varianti del virus, il Presidente della Regione – sentito il ministro della Salute – ha stabilito con una ordinanza che nei comuni di Viggiù (VA), Mede (PV), Castrezzato (BS) e Bollate (MI), verranno applicate le disposizioni previste nella cosiddetta ‘fascia rossa’, già osservate poche settimane fa sull’intero territorio regionale, a decorrere dalle ore 18 di domani mercoledì 17 febbraio" ha spiegato Fontana. Inoltre con l’ordinanza si dispone che le attività scolastiche e didattiche di tutte le classi delle scuole primarie e secondarie in questi comuni si svolgano esclusivamente con modalità a distanza. Tale sospensione riguarda anche asili nidi e scuole materne. L’ordinanza è valida fino a mercoledì 24 febbraio.

16 Febbraio 20:10 Alcune Regioni vogliono acquistare vaccini covid da sole

Alcune Regioni hanno detto di voler acquistare in autonomia ulteriori dosi di vaccini contro il coronavirus, in modo da superare i ritardi nella fornitura e gli intoppi della campagna vaccinale. Tra queste il Veneto, che afferma di aver già ricevuto un’offerta per 27 milioni di dosi. Ma le Regioni possono farlo? Possono comprare i vaccini direttamente dalle case farmaceutiche bypassando la strategia comunitaria dell’Ue? Il punto della situazione della compravendita di vaccini anticovid.

16 Febbraio 19:58 In Puglia oltre il 38% dei contagi  covid da variante inglese 

In Puglia oltre il 38% dei contagi da coronavirus deriva dalla variante covid inglese , è la stima fatta in base una seconda rilevazione rapida per stimare la prevalenza della cosiddetta "variante inglese" di Sars-Cov 2 tra la popolazione pugliese. Analizzando un campione di tamponi positivi prelevati il 12 febbraio, la percentuale per la Puglia di "variante inglese" risulta del 38,6%. Sono infatti 245 su 634 i positivi con la nuova variante tracciati nelle 6 province della Regione.

16 Febbraio 19:44 Speranza: “Dobbiamo essere ottimisti perché ora abbiamo nuove armi anti covid”

Quella contro il coronavirus "è una sfida non facile ma dobbiamo essere ottimisti perché abbiamo finalmente nuove armi come il vaccino e ora l'arrivo degli anticorpi monoclonali", lo ha dichiarato stasera il ministro della Salute Roberto Speranza a Perugia dove ha incontrato la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei per fare il punto sull'emergenza sanitaria in regione. "Le istituzioni devono lavorare insieme" ha ribadito Speranza, aggiungendo: "Abbiamo gli strumenti per poter fronteggiare questo virus e per vincere questa battaglia. Sono convinto che insieme potremo giocare questa partita a testa alta, provare a contenere il virus e finalmente tornare ad una vita diversa".

16 Febbraio 19:27 “Per evitare il lockdown indossare solo mascherine FFp2” il consiglio del virologo Broccolo

"Indossare sempre mascherine FFP2 per proteggere se stessi e gli altri". E' la raccomandazione che arriva da Francesco Broccolo, microbiologo dell'Università Milano-Bicocca, intervistato da SkyTg24 sulla cosiddetta variante inglese del Covid. "Le soluzioni ce le abbiamo ma non siamo abbastanza sensibilizzati, c'è un problema di comunicazione. È evidente che per il cittadino tutte le mascherine sono uguali ma non è cosi, per evitare il lockdown dobbiamo indossare solo ed esclusivamente mascherine FFP2. Non possiamo pensare di salire su una metro senza. Ed anche all'aperto, non si possono vedere assembramenti per lo shopping con gente vicina e la mascherina abbassata sotto il naso: perché anche fuori ci si può infettare".

16 Febbraio 19:15 L’allattamento al seno non trasmette il coronavirus: “Non separate le madri dai neonati”

L’allattamento al seno non trasmette il coronavirus, è quanto sostiene uno studio condotto da un team di ricerca americano guidato da scienziati dell’Università di Rochester. Analizzando 37 campioni di latte materno prelevati da 18 madri positive al coronavirus SARS-CoV-2, i ricercatori statunitense hanno determinato che non contenevano tracce dell’RNA virale, pertanto le mamme non potevano trasmettere ai figli la COVID-19 attraverso l’allattamento al seno. Nel latte materno sono stati individuati due anticorpi specifici contro il patogeno.

16 Febbraio 19:03 Ritardo vaccini covid Moderna: 248mila dosi invece delle 488mila previste

La prossima settimana Moderna consegnerà all'Italia solo 248mila dosi delle 488mila previste. Lo comunicano fonti vicine al commissario straordinario all'emergenza coronavirus, Domenico Arcuri.  La società farmaceutica ha promesso che recupererà a marzo. "Moderna ci aveva informato che avrebbe ridotto febbraio con l'obiettivo di recuperare tutto a marzo" viene precisato infatti dalle stesse fonti.

16 Febbraio 18:53 In Brasile il dramma di Manaus: nei primi 45 giorni dell’anno più morti che nell’intero 2020

A Manaus nei primi 45 giorni dell’anno più morti che nell’intero 2020. Dal primo gennaio alla data del 14 febbraio 2021 i decessi riconducibili al contagio da nuovo coronavirus nella città dell’Amazzonia, che conta circa 2 milioni di abitanti, sono stati 3.572, rispetto ai 3.380 morti registrati nel corso del 2020. Numeri assolutamente catastrofici anche per quel che riguarda le terapie intensive e che hanno spinto le autorità a far luce sulle eventuali responsabilità penali oltre che politiche. Il giudice della Corte suprema federale (Stf) Ricardo Lewandowski ha autorizzato la richiesta di indagini da parte della procura sulla possibile responsabilità penale del ministro della Salute, Eduardo Pazuello, nel collasso sanitario in Amazzonia. Nella decisione, il giudice ha dato alla polizia libero accesso alla mail del ministro, oltre che a raccogliere le deposizioni di dipendenti del ministero della Salute e dei dipartimenti sanitari dello stato di Amazzonia e del municipio di Manaus

16 Febbraio 18:18 Speranza: “Monitorare con attenzione varianti covid, rischio nuovi contagi”

"Dobbiamo monitorare con grande attenzione quanto sta accadendo in Umbria. Qui le varianti hanno condizionato la curva del contagio prima che altrove. Capire quanto sta avvenendo è importante per valutare l'impatto delle necessarie misure assunte. Il Governo è vicino a tutta la comunità regionale". Lo ha sottolineato il ministro della Salute, Roberto Speranza, che si è recato questo pomeriggio a Perugia per una serie di incontri con i vertici della Regione e dell'Università, con le autorità sanitarie e con i rappresentanti degli ordini professionali proprio per una verifica del quadro epidemiologico con particolare riguardo alla presenza delle varianti di Covid-19. "Ora grazie al bando della Protezione civile arriveranno presto altri medici, infermieri e operatori sociosanitari per rafforzare la risposta all'emergenza in atto", ha aggiunto Speranza.

16 Febbraio 18:02 In Provincia di Ancona limiti agli spostamenti: da domani torna l’autocertificazione per muoversi

In Provincia di Ancona limiti agli spostamenti, da domani necessaria l'autocertificazione per muoversi. Lo ha decios il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli dopo l'aumento di contagi nella provincia. "Da domani mattina alle ore 8 fino alle ore 24 di sabato, sono limitati gli spostamenti da e per la provincia di Ancona, salvi spostamenti per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute, di studio e per il rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione. Per spostarsi sarà necessaria l'autocertificazione" ha annunciato su Facebook il Governatore La decisione è arrivata "dopo il confronto con l'Istituto Superiore di Sanità e d'accordo con il Ministero della Salute". Si tratta di "Un provvedimento precauzionale necessario per mitigare i flussi dei cittadini e monitorare l’andamento del contagio, soprattutto in riferimento alla variante inglese, sul territorio anconetano e nel resto della nostra regione. La situazione epidemiologica è sotto costante monitoraggio" ha aggiunto Acquaroli.

16 Febbraio 17:51 Nel Regno Unito 10.625 nuovi contagi e 799 decessi covid, superati i 16 milioni di vaccini

Nel Regno Unito 10.625 nuovi casi di Coronavirus  e 799 decessi covid nelle ultime 24 ore. Lo comunica il bollettino ufficiale del governo britannico britannico dai media britannici. I due dati sono in calo rispetto ai 1.052 morti e 12.364 casi registrati martedì della scorsa settimana. Il totale ufficiale di vittime dall'inizio della pandemia sale così oltre le 118.000: picco europeo in cifra assoluta e secondo al Belgio in rapporto alla popolazione. Il rallentamento dell'ondata di contagi provocati dall'aggressiva variante inglese del virus però è una buona notizia insieme a quella del numero di vaccino anti covid che supera la soglia dei 16 milioni di dosi in totale

16 Febbraio 17:37 Varianti Covid, com’è la situazione negli ospedali della Lombardia

La diffusione delle varianti Covid preoccupa la Lombardia. Dopo gli appelli alla prudenza, arriva la denuncia di Massimo Galli, primario dell’ospedale Sacco di Milano: “Mi ritrovo ad avere il reparto invaso da nuove varianti”. Critica la situazione a Brescia. In altre zone invece i dati mancano e non è chiaro quanto incidano i nuovi ceppi. Eccola situazione degli ospedali lombardi .

16 Febbraio 17:28 In Piemonte salgono contagi e decessi covid ma calano i ricoveri

L'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 771 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 141 dopo test antigenico), pari al 4,1% dei 18.824 tamponi eseguiti, di cui 11.315 antigenici. Dei 771 nuovi casi, gli asintomatici sono 310 (40,2 %). I ricoverati in terapia intensiva sono 141 (- 3 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.900 (- 33 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 10.168 I tamponi diagnostici finora processati sono 2.764.164 (+18.824 rispetto a ieri), di cui 1.093.919 risultati negativi. Sono 37 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 3 di oggi. Il totale è ora di 9.182 deceduti risultati positivi al virus.

16 Febbraio 17:25 Vaccino covid AstraZeneca verso l’uso anche su soggetti fino a 65 anni

Il vaccino AstraZeneca
in foto: Il vaccino AstraZeneca

Il vaccino covid AstraZeneca verso uso fino a 65 anni ma solo con ok del Cts di Aifa. Gli esperti, riuniti oggi insieme a rappresentati del Ministero, di Aifa e delle Regioni, infatti hanno dato il loroparere favorevole all’uso del vaccinoanti Covid di AstraZeneca anche ai soggetti di età superiore ai 55 anni ma per l’ok definitivo bisogna aspettare il parere della Commissione tecnico scientifica dell'Aifa, l’Agenzia italiana del Farmaco. Il ministro della salute ha chiesto all' Aifa di "fare ogni verifica sul piano scientifico e sulla base di evidenze, per capire se c'è la possibilità di ampliare il limite dell'età. Tale decisione aiuterebbe a velocizzare la campagna vaccini".

16 Febbraio 17:21 Von der Leyen: l’Ue darà via libera al vaccino covid di Janssen (J&J) subito dopo Ema

"La Commissione europea sarà pronta a dare l'autorizzazione al vaccino anti covid di Janssen (J&J) non appena l'Ema avrà dato un parere scientifico positivo. Altri vaccini sicuri ed efficaci sono in arrivo", lo ha scritto via social network la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen compiacendosi della richiesta di autorizzazione condizionata alla commercializzazione del vaccino anti-Covid presentata all'Ema da Janssen, del gruppo Usa Johnson & Johnson. Intanto l'Ue lancia la nuova strategia sui vaccini con una procedura accelerata per l'approvazione di vaccini adattati alle nuove varianti Covid e una spinta alla collaborazione tra i produttori per aumentare le forniture, sia dei vaccini già autorizzati sia di quelli per possibili nuovi ceppi virali.

16 Febbraio 17:17 Coronavirus Lombardia: oggi 1.696 casi e 38 morti covid, più di 100 nuovi ricoveri

In Lombardia sono stati segnalati 1.696 nuovi casi di Coronavirus e 38 morti, per un totale di 27.854 decessi ufficiali. Aumenta il numero dei guariti/dimessi, ora arrivato a 489.192. Aumentano i ricoveri in ospedale (più 121 per un totale di 3.693), e sale anche il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: sono 373 i pazienti ricoverati. Ecco il bollettino con i dati di oggi martedì 16 febbraio sui contagi Covid in Lombardia. 

16 Febbraio 17:14 Bollettino 15 febbraio: oggi calano i ricoveri covid in Italia

Calano oggi i ricoveri covid in Italia. Secondo i dati del bollettino di oggi martedì 16 febbraio sulla situazione epidemica in Italia, i ricoveri totali nei reparti non critici diminuiscono  complessivamente di 52 unità mentre i ricoveri in terapia intensiva diminuiscono di 15 unità. Ad oggi sono 18.463 i ricoverati con sintomi covid nei normali reparti e 2.074 quelli in terapia intensiva. I nuovi ingressi del giorno sono invece 154. Con 274.019 tamponi analizzati il tasso di positività scende al 3,8%

16 Febbraio 17:07 Coronavirus Italia, oggi 10.386 contagi e 336 morti per Covid: il bollettino

Sono 10.386 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore a fronte di 1274.019 tamponi analizzati. Nell'ultima giornata sono invece 336 i decessi covid registrati nel nostro Paese. I guariti di oggi sono 14.444. Sono questi i dati del bollettino di oggi martedì 16 febbraio sulla situazione epidemica in Italia. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è la Lombardia seguita dalla Campania .  Dall'inizio dell'emergenza covid in totale i contagi sono 2.739.591, i decessi 94.171

16 Febbraio 17:00 Coronavirus Emilia Romagna, oggi 968 contagi e 35 morti covid

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 238.074 casi di positività, 968 in più rispetto a ieri, su un totale di 34.678 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (21004 molecolari). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è scesa al 2,8%. Purtroppo, però, si registrano 35 nuovi decessi. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 10.182.

16 Febbraio 16:57 In Abruzzo, allarme variate covid inglese: “Un ricovero all’ora, virus più aggressivo”

La variante inglese del Covid-19 preoccupa l’Abruzzo, dove gli ospedali sono sotto pressione, in particolare quello di Pescara dove si registra circa un ricovero all’ora. Il direttore del Pronto soccorso Albani: “Momento più delicato dall’inizio della pandemia, ci aspettiamo un ulteriore peggioramento”. A soffrire, in particolare, è l'ospedale di Pescara, dove tutta la catena di gestione dell'emergenza, dal 118 al pronto soccorso alle aree di degenza, è in tilt. In media vengono registrati 30 accessi al giorno nel nosocomio da parte di pazienti che necessitano di ricovero, vale a dire più di uno all’ora.

16 Febbraio 16:47 Vaccini covid: Johnson & Johnson ha chiesto l’autorizzazione all’Ema, via libera entro marzo

Johnson & Johnson ha chiesto l’autorizzazione all’Ema per il suo vaccino anti covid. Come fa sapere la stessa Agenzia europea per il farmaco (Ema), l'ente ha ricevuto la richiesta di autorizzazione condizionata alla commercializzazione per il vaccino anti-Covid sviluppato da Janssen-Cilag. azienda del gruppo Johnson & Johnson. L'Ema fa sapere che potrebbe dare una valutazione verso metà marzo. Il comitato dell'Ema sui farmaci per l'uomo (Chmp) valuterà il vaccino con una tabella accelerata e "potrebbe" dare un'opinione entro la metà di marzo, "a patto che i dati forniti dalla società sull'efficacia, la sicurezza e la qualità del vaccino siano sufficientemente ampi e robusti". L'Ema sottolinea che "un tempo così breve per la valutazione è possibile solo perché sono stati già esaminati alcuni dati durante una ‘rolling review'", ovvero un esame continuo dei risultati e degli studi sul vaccino iniziato durante la fase di sviluppo, prima della richiesta di autorizzazione".  Il vaccino di Janssen è basato su un adenovirus modificato per contenere il gene per la produzione della proteina spike Sars-CoV-2. Una volta somministrato, rilascia il gene che le cellule poi useranno per produrre la proteina. Il sistema immunitario della persona riconoscerà quindi questa proteina come estranea e produrrà anticorpi e attiverà le cellule T (globuli bianchi) per attaccarla; è il quarto per cui viene chiesta l'autorizzazione condizionata all'Ema, che ha già dato parere positivo sui vaccini di Pfizer-BioNTech, Moderna e AstraZeneca. Il preparato di Janssen (J&J) è molto atteso a livello Ue anche perché dovrebbe essere monodose, cosa che ridurrebbe i tempi di vaccinazione.

16 Febbraio 16:35 Moderna annuncia 100 milioni di dosi di vaccino anti covid a Usa entro marzo

L'azienda farmaceutica Moderna prevede di consegnare 100 milioni di dosi di vaccino anti Covid al governo americano entro la fine di marzo. Altri 100 milioni saranno consegnati entro maggio e altri 100 entro luglio. Lo annuncia Moderna in una nota, sottolineando che l'impegno alle consegne è legato a un aumento della produzione negli ultimi mesi e alla previsione si un ulteriore incremento nei prossimi mesi. Intanto il Presidente Biden è sicuro di arrivare a 100 milioni di dosi somministrate in cento giorni. Prima di assumere l’incarico ho fissato come obiettivo quello di somministrare 100 milioni di dosi di vaccino per il Covid nei miei primi 100 giorni. Con i progressi che stiamo facendo ritengo che non solo centreremo l’obiettivo ma lo supereremo" ha twittato il presidente americano.

16 Febbraio 16:26 Covid, in Campania 1.135 contagi e 17 morti in 24 ore: il bollettino

Sono 1.135 i nuovi casi di Coronavirus in Campania nelle ultime 24 ore: il tasso di positività torna all’8,02% dopo l’impennata delle scorse ore in cui era risalito sopra il 10% complessivo. Altri 17 i morti, con 1.194 guariti. Negli ospedali della Campania ci sono ad oggi 1.284 persone ricoverate in degenza ed altre 106 nei reparti di terapia intensiva. I dati del bollettino di martedì 16 febbraio sul contagio in Campania.

16 Febbraio 16:12 Nel Lazio 894 nuovi contagi e 32 decessi covid in 24 ore

Sono 894 i nuovi contagi da coronavirus nel Lazio e 32 i decessi covid nelle ultime 24 ore. Lo ha comunicato la Regione Lazio con il consueto bollettino giornaliero con cui informa sull’andamento della pandemia da covid in regione. Nell'ultima giornata sono 2031 invece i guariti. Calano le persone ricoverate per covid con 25 pazienti in meno nei reparti ospedalieri non critici  uno in meno nelle terapie intensive. Gli attuali casi positivi al Covid-19 nel Lazio sono 37261. I pazienti ricoverati non in terapia intensiva sono 2065, mentre quelli ricoverati in terapia intensiva sono 253.

16 Febbraio 16:02 In Abruzzo 493 nuovi casi: 92 hanno meno di 19 anni

Sono 493 i nuovi casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo nelle ultime 24 ore, 92 dei quali hanno meno di 19 anni: 1 in provincia dell'Aquila, 64 in provincia di Pescara, 21 in provincia di Chieti e 6 in provincia di Teramo. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità precisando che il bilancio dei pazienti deceduti registra 7 nuovi casi e sale a 1.582. Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 4.9 per cento. 535 pazienti (-2 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 64 (+7 rispetto a ieri con 11 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 11705 (+322 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

16 Febbraio 15:52 Dove sono diffuse le varianti Covid in Italia

Secondo l'Istituto Superiore di Sanità la cosiddetta variante inglese diventerà predominante nel giro di alcune settimane in tutto il paese. Al momento, però, sono le regioni centrali a preoccupare maggiormente, soprattutto Umbria e Abruzzo. Ecco dove la variante è più diffusa.

16 Febbraio 15:45 Morto di covid l’oncoematologo pediatrico Giuseppe Basso

Il dottor Giuseppe Basso, ex direttore della Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova, è morto di Covid all'età di 73 anni. In carriera sono centinaia i bambini che ha salvato dal tumore. Era ricoverato in terapia intensiva da settimane. Lascia la moglie e un figlio piccolo. Molti lo ricorderanno per essere stato il medico della giovane Eleonora Bottaro, morta per leucemia e i cui genitori sono finiti a processo dopo aver rifiutato le terapie, convinti che la ragazza sarebbe guarita con le vitamine e terapia psicologica che prevede il “metodo Hamer”.

16 Febbraio 15:33 In Puglia 694 nuovi casi e 34 morti di Covid

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati registrati 694 nuovi casi di Coronavirus su 10.100 test. Si contano anche 34 morti: 11 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 15 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. Il tasso di positività scende al 6,8%. Per quanto riguarda i nuovi positivi, la provincia di Bari riporta 237 nuovi casi; seguono quelle di Foggia (96), Brindisi (82), Lecce (48), Bat (48), Taranto (179). A questi vanno sommati 3 casi di residenti fuori regione e 1 caso di residenza non nota.

16 Febbraio 15:22 Biden: “Vaccineremo oltre 100 milioni di americani nei primi 100 giorni di mandato”

"Prima di assumere l'incarico ho fissato come obiettivo quello di somministrare 100 milioni di dosi di vaccino per il Covid nei miei primi 100 giorni. Con i progressi che stiamo facendo ritengo che non solo centreremo l'obiettivo ma lo supereremo". A scriverlo su Twitter  il presidente americano Joe Biden.

16 Febbraio 15:19 Cina, secondo l’OMS il coronavirus circolava già nel 2019

Già nel 2019 la pandemia da coronavirus dilagava in Cina: è la conclusione a cui sono arrivati gli ispettori dell’Organizzazione mondiale della sanità dopo la missione a Wuhan. Un elemento chiave per stabilirlo il fatto che dagli esami sui campioni raccolti all’epoca a Wuhan sono risultati essere presenti già oltre una dozzina di ceppi di coronavirus diversi, indizio che il virus ha circolato e avuto molto tempo per differenziarsi.

16 Febbraio 15:06 USA, contagi ai minimi da 4 mesi, ieri 985 morti

Il numero di nuovi casi di coronavirus registrato nel lungo weekend del Presidents' Day negli Stati Uniti è sceso ai minimi degli ultimi quattro mesi, secondo i dati della Johns Hopkins University. Ieri, registrati poco più di 52mila casi, dopo i 64.938 di domenica e gli 89.727 di una settimana prima; la media mobile sui sette giorni è di 90.416 casi, quella sui 14 giorni di 103.822. I morti, ieri, sono stati 985, il numero minimo dal 29 novembre. Continua a calare il numero dei ricoverati, che ieri erano 65.455, secondo i dati del Covid Tracking Project. In tutto, oltre 27,6 milioni di persone hanno contratto il coronavirus negli Stati Uniti e oltre 486.000 persone sono morte.

16 Febbraio 15:01 Come potrebbe funzionare il passaporto sanitario che vuole introdurre il governo inglese

Il governo inglese ipotizza di introdurre una sorta di passaporto sanitario che confermi l’avvenuta vaccinazione contro il Coronavirus. Il certificato, tuttavia, non sarebbe valido nei confini interni, né per andare al pub o al supermercato, quanto per viaggiare all’estero nei Paesi che pure potrebbero richiederlo. Il ministro Hancock: "Potrebbe funzionare come per la febbre gialla".

16 Febbraio 14:53 Ausl Bologna: “Variante inglese nel 20-30% dei casi, Rt superiore a 1, il livello di guardia c’è tutto”

"Abbiamo riscontrato la presenza di casi di variante inglese, accertati prima dai nostri laboratori e poi confermati dal laboratorio regionale. Stimiamo che ormai sia abbastanza diffusa in alcuni contesti territoriali, anche fuori dalla città. Probabilmente con una percentuale del 20-30% dei casi attualmente osservati oggi". A dirlo il direttore generale dell'Ausl di Bologna Paolo Bordon, a margine dell'avvio delle vaccinazioni alla casa della Salute di Bologna. Bordon ha spiegato che nell'hinterland bolognese ci sono alcuni focolai in Appennino e altri di tipo familiare un po' presenti su tutto il territorio, con scuole dove si stanno facendo controlli e screening. "Quello che ci preoccupa è questa velocità di trasmissibilità che è uno degli elementi insidiosi", ha aggiunto. In generale "a Bologna abbiamo in questo momento una ripresa dei casi, ma ancora in un margine di accettabilità. Ieri abbiamo dichiarato 400 nuovi casi, eravamo abituati a stare intorno ai 200: abbiamo avuto quindi un rinforzo e un Rt che ha superato l'1. Il livello di guardia c'è tutto. E l'aumento negli ospedali si sta verificando. In questi giorni abbiamo avuto una cinquantina di ricoveri in più rispetto ad una settimana fa".

16 Febbraio 14:23 Sei casi di variante sudafricana in 4 comuni dell’Alto Adige

Confermata la presenza della variante sudafricana del coronavirus in 4 comuni dell'Alto Adige. È quanto ha fatto sapere Arno Kompatscher, presidente della Provincia autonoma di Bolzano."Putroppo era una cosa che ci aspettavamo – ha affermato – Sono 6 casi in 4 diversi Comuni"."Io stesso ho informato già ieri il ministro Speranza – ha aggiunto – e sono partiti i protocolli previsti in questi casi: c'è un testing massiccio nelle zone interessate e anche il tracciamento allargato per tutti coloro che sono stati in contatto con quelli risultati positivi alla variante sudafricana".

16 Febbraio 13:47 In Umbria 211 positivi e 11 morti per Covid-19: scende tasso positività dei tamponi

Sono 233 i nuovi positivi e undici i morti registrati nelle ultime 24 ore in Umbria. Il quadro dei ricoverati resta invece sostanzialmente stabile: sono 547, uno in meno di ieri, 84 dei quali (dato stabile per il secondo giorno consecutivo) in terapia intensiva.

I guariti sono 89 mentre sono 8.285 gli attualmente positivi, 133 in più di ieri. Analizzati 4.438 tamponi e 3.680 test antigenici. Con un tasso di positività del 2,8 sul totale (era il 3,9 lo stesso giorno di una settimana fa) e del 5,2 per cento sui soli molecolari (era il 7,4 martedì scorso).

16 Febbraio 13:30 In Lombardia contagi in aumento, epidemiologo La Vecchia: “Misure da zona rossa: no lockdown”

In Lombardia i positivi al Covid nell'ultima settimana sono aumentati del 20 per cento, mentre preoccupa la situazione della provincia di Brescia, per la forte incidenza dalla variante inglese. Nuove misure di contenimento potrebbero risultare necessarie. Lo spiega a Fanpage.it l'epidemiologo Carlo La Vecchia: "Eventuali chiusure ulteriori sono inevitabili in alcune aree. Penso alla bassa provincia di Brescia. Non parlo di un lockdown, ma di limitazioni da zona rossa come quelle viste in Umbria e a Bolzano".

Il docente della Statale di Milano è scettico sulla proposta di un nuovo lockdown totale, ma avverte che l'epidemia è di nuovo in espansione: “Siamo tornati ai livelli di gennaio. Non è un incremento esponenziale, ma una risalita c'è sicuramente. Per questo, aggiunge, “è possibile che vengano prese misure. Non mi sorprenderebbe già dalla prossima settimana”. Non escluso un passaggio dell'intera Lombardia in zona arancione.

16 Febbraio 13:21 Zaia: “In Veneto terapie intensive al punto zero in 15 giorni”

Secondo il presidente del Veneto Luca Zaia le terapie intensive nei prossimi 10 o 15 giorni potranno tornare allo zero, al punto di partenza. Nel consueto punto stampa organizzato alla sede della Protezione civile di Marghera, il governatore ha spiegato: "Avevamo tentato di dire che stava accadendo qualcosa di inspiegabile quando abbiamo trovato la variante inglese qui da noi – ha spiegato – avevamo parlato anche con Brusaferro. Da noi già dal primo gennaio è iniziato a calare, ma non gradualmente, come un filo a piombo".

16 Febbraio 12:58 Veneto, Zaia: “Oggi 638 positivi e 42 morti”

"Nelle ultime 24 ore 638 positivi su 35.030 tamponi eseguiti sono 1,82% di incidenza, 322.354 da inizio pandemia 24.253 attuali, 1.518 ricoverati, 136 (-12) in terapia intensiva. Decessi 9.551, +42, 15.190 dimessi (-90). I dati sono estremamente positivi ma non abbassiamo la guardia". A comunicarlo stamattina il presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

16 Febbraio 12:43 OMS: “Da inizio 2021 contagi dimezzati nel mondo”

Il numero dei contagi da coronavirus a livello globale è sceso per la quinta settimana consecutiva e dall'inizio dell'anno il bilancio settimanale delle infezioni si è quasi dimezzato: a renderlo noto su Twitter il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus. I casi settimanali, ha precisato, sono passati da oltre cinque milioni nel periodo 4-10 gennaio a 2,6 milioni nel periodo 8-14 febbraio. "Questo dimostra che semplici misure di salute pubblica funzionano contro il Covid-19, anche in presenza delle varianti – ha commentato il numero uno dell'Oms in un tweet successivo -. Ciò che conta adesso è come rispondiamo a questo trend. L'incendio non è domato, ma abbiamo ridotto le sue dimensioni. Se smettiamo di combatterlo su qualsiasi fronte, ritornerà ruggendo".

16 Febbraio 12:29 Scienziati italiani scoprono cellule staminali efficaci contro virus e cancro

Un gruppo di ricercatori italiani coordinati da scienziati dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma e dell’Università di Genova ha scoperto due nuove tipologie di super cellule staminali altamente efficienti, responsabili della produzione di linfociti – chiamati Natural Killer o NK – specializzati nel distruggere virus e cellule tumorali. Possibile lo sviluppo di nuove terapie contro il cancro e la COVID-19, l’infezione provocata dal coronavirus SARS-CoV-2.

16 Febbraio 12:18 Chiusura piste da sci: “Ora indennizzi agli operatori pari al fatturato degli ultimi tre anni”

Il rinvio della riapertura delle piste da sci al 5 marzo ha duramente colpito anche gli operatori abruzzesi del settore. Marco Marsilio, presidente della Regione, ha dichiarato a Sky TG24: "Speranza fino a sabato non aveva poteri, è l’effetto collaterale di una crisi irresponsabile. Sabato ha potuto ascoltare i suggerimenti dei suoi consulenti e assumere le sue decisioni. Penso che decidere dalla notte alla mattina sia sbagliato e ingiustificabile perché durante la notte non è caduto un asteroide. C’è una pandemia in corso da un anno, c’è una scadenza più volte rinviata e ogni volta che si rinvia si è prodotto un danno perché tutte le volte è arrivato a poche ore dalla scadenza". Secondo Marsilio “tranne le stazioni in alta quota, a marzo inoltrato la maggior parte non ha più la neve, di fatto la stagione è finita. Bisogna rapidamente prendere una decisione seria: dire ‘non si può sciare, è pericoloso’ e si indennizza il fatturato della stagione persa. Una proposta onesta sarebbe quella di prendere una media del fatturato degli ultimi tre anni e su quella tarare un indennizzo".

16 Febbraio 12:08 L’Anp accusa Israele: “Hanno impedito l’ingresso dei vaccini nella Striscia di Gaza”

L'Autorità palestinese (Anp) accusa Israele di aver bloccato l'ingresso nella Striscia di Gaza di una prima spedizione di 2.000 vaccini contro il coronavirus destinati agli operatori sanitari in prima linea. L'Anp ha precisato che il trasferimento di vaccini Sputnik V russi nell'enclave costiera, che è geograficamente scollegata dalla Cisgiordania dove ha sede l'autorità, è stato fermato lunedì a un checkpoint israeliano. "Le autorità di occupazione hanno impedito il loro ingresso", ha dichiarato in una nota il ministro della Sanità dell'Anp, Mai al Kaila. "Queste dosi erano destinate al personale medico che lavora nelle terapie intensive per i pazienti Covid-19 e al personale che lavora nei pronti soccorsi". Una fonte del governo israeliano ha replicato che "la richiesta dell'Anp è ancora in fase di elaborazione". "Non è che ci sia stato un rifiuto da parte di Israele. L'affermazione che abbiamo negato i vaccini a Gaza non è vera".

16 Febbraio 11:29 Circolare del Ministero della Salute: “Monitorare effetti nuove varianti su test rapidi”

Da quella inglese a quella brasiliana, le nuove varianti "che presentano diverse mutazioni nella proteina spike, non dovrebbero in teoria causare problemi ai test antigenici, in quanto questi rilevano la proteina N". Tuttavia, "è da tenere presente che anche per la proteina N stanno emergendo mutazioni che devono essere attentamente monitorate per valutare la possibile influenza sui test antigenici che la usino come bersaglio". A spiegarlo è una nuova circolare del Ministero della Salute sui test antigenici rapidi alla luce della circolazione delle nuove varianti del virus.

16 Febbraio 11:24 Marche, 277 nuovi positivi al Covid nelle ultime 24 ore

Nelle Marche sono 277 i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore: 58 in provincia di Macerata, 87 in provincia di Ancona, 65 in provincia di Pesaro-Urbino, 18 in provincia di Fermo, 29 in provincia di Ascoli Piceno e 20 fuori regione. Lo rende noto il Servizio Sanità della Regione, aggiungendo che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4962 tamponi: 2995 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1320 nello screening con percorso Antigenico) e 1967 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 9,2%). Il rapporto positivi/testati è pari al 4%.

16 Febbraio 11:17 Nel Regno Unito scoperta una nuova preoccupante variante di coronavirus

Nel Regno Unito e in altri Paesi sono stati identificati decine di casi di una nuova variante del coronavirus SARS-CoV-2. Chiamata B.1.525, presenta caratteristiche condivise con altri lignaggi che stanno preoccupando gli esperti, in particolar modo la mutazione E484K già identificata nelle varianti brasiliana e sudafricana, oltre che in alcuni casi della inglese.

16 Febbraio 11:14 Salvini: “Se i ristoranti possono essere aperti a pranzo perché non anche a cena?”

"Speranza ha vissuto un anno sotto pressione e cercheremo di sostenerlo. Credo che il Cts sarebbe da rimpolpare e rinforzare con energie nuove". A dirlo, intervistato da Radio Capital, il segretario della Lega Matteo Salvini. Nel mirino del leader del carroccio le attività di ristorazione: "Bisogna parlare del tema delle riaperture: se uno può andare a pranzo in maniera sicura, perché non può andarci anche a cena?".

16 Febbraio 10:46 Lockdown, Crisanti d’accordo con Ricciardi: “L’agenda la detta il virus”

Andrea Crisanti, Direttore di Microbiologia e Virologia dell'Università di Padova, intervistato ad Agorà ha ribadito la necessità di imporre misure più dure nella lotta al virus: "L'agenda non la decidono né i politici né gli esperti: la decide il virus. Finché non lo controlliamo, la realtà è questa". In merito alla proposta di lockdown avanzata da Walter Ricciardi "bisogna mettersi l'anima in pace su questa cosa – ha aggiunto Crisanti -. Quindi ha fatto benissimo Ricciardi a sollevare l'allarme su questa problematica perché i politici, in genere, anche nel passato, si sono mossi sempre in ritardo. Sempre".

16 Febbraio 10:42 La Germania potrebbe prorogare le restrizioni per chi arriva da zone ad alto tasso di varianti da Covid

Jens Spahn, ministro della Salute tedesco, vuole prorogare fino all’inizio di marzo le restrizioni in ingresso in Germania per chi proviene da zone ad alto tasso di varianti da Covid. Lo rivela il quotidiano Der Spiegel che cita una proposta avanzata dal titolare della Salute agli altri esponenti del governo. Il provvedimento riguarderebbe la Repubblica Ceca e il Tirolo austriaco.

16 Febbraio 10:34 Galli: “Ho il reparto invaso dalle nuove varianti”

"Siamo tutti d’accordo che vorremmo riaprire tutto quello che si può aprire. Però guardi caso io mi ritrovo ad avere il reparto invaso da nuove varianti, e questo riguarda tutta quanta l’Italia e fa facilmente prevedere che a breve avremo problemi più seri. Questa è la realtà attorno alla quale è inutile fare ricami". A dirlo a Mattino 5 il professor Massimo Galli, primario infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano. "Le avvisaglie" di come sta evolvendo l’epidemia in Italia "vengono guardando semplicemente un pochino al di là del nostro naso  vedendo che cosa è successo e sta succedendo negli altri Paesi europei, e considerando che ci sono queste nuove varianti, piaccia o no. Le varianti non ce le siamo inventate noi. Le varianti ci sono e sono maggiormente contagiose, quindi vuol dire che hanno maggiore facilità a diffondersi in determinate condizioni che non sono situazioni da ritenersi sicure. Questo è molto spiacevole, ma è un dato di fatto. Non possiamo metterci a un tavolo e fare una trattativa politica o sindacale con il virus".

16 Febbraio 10:28 Guido Rasi, ex direttore EMA: “Contro le varianti occorrono misure più severe”

L'Italian Renaissance Team, gruppo di scienziati che conta, tra gli altri, l'ex direttore esecutivo dell'Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) Guido Rasi e l'attuale responsabile della task force vaccini dell'Ema, Marco Cavaleri, hanno lanciato un appello al Governo affinché vengano adottate misure più severe per contrastare l'epidemia: "Lo studio appena condotto dagli esperti dell'Istituto Superiore di Sanità, del Ministero della Salute e della Fondazione Bruno Kessler in 16 regioni e province autonome, rivela inequivocabilmente la presenza delle varianti di SARS-CoV-2 nell'88% delle regioni esaminate, con percentuali fino al circa il 60%. In circa il 20% di tutti i nuovi casi di Covid-19 sono state individuate le varianti che risultano più infettive in una percentuale che va dal 40 ad oltre il 60%, rispetto al ceppo di marzo" si legge nel documento stilato dagli esperti, che lanciano "un appello urgente ed accorato al Presidente del Consiglio Mario Draghi ed al Ministro della Salute Roberto Speranza", stilando una lista di misure da adottare il prima possibile per "riprendere il pieno controllo della situazione".

16 Febbraio 10:17 L’associazione dei presidi: “Pericolo varianti, no al ritorno a scuola al 100%”

Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione Nazionale Presidi, è contrario al ritorno a scuola al 100% degli studenti: "Sicuramente l'obiettivo è tornare in classe al 100% – ha dichiarato a Sky Tg24 – ma il problema è se sia possibile, tanto più con la variante inglese che sembra molto aggressiva dal punto di vista dei contagi. In questo momento è molto difficile pensare al rientro al 100% ma è certamente un obiettivo di lungo termine, l'anno prossimo dovremmo avere tutta la popolazione scolastica in classe, anche per questo abbiamo chiesto una accelerazione della campagna vaccinale per la scuola".  "Le varianti – sottolinea – si stanno diffondendo nella popolazione, credo si tratti di 1 caso su 5, e quindi bisogna stare attenti, soprattutto nelle aule dove ci sono ragazzi e docenti, ci vuole una rinnovata attenzione che deve essere monitorata".

16 Febbraio 10:04 Quale sarà la strategia di Draghi contro il Covid? Si pensa al “modello tedesco”

Quale linea seguirà il governo nella lotta alla pandemia? Sarà maggiormente incentrata sul rigore o sulla convivenza con il coronavirus? Al momento il presidente del Consiglio Mario Draghi non ha fornito indicazioni ufficiali, ma secondo qualcuno potrebbe seguire il modello tedesco. Angela Merkel ha imposto un lockdown soft da circa due mesi: vediamo quali sono le misure anti-Covid in Germania.

16 Febbraio 09:59 Il virologo Antonio Cassone: “Vacciniamo troppo lentamente, così sorgeranno nuove varianti”

Antonio Cassone, già direttore del Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità e membro dell’American Academy of Microbiology, lancia un nuovo allarme sui rischi di diffusione delle varianti.  I tre vaccini approvati, infatti, "soffrono una rimarchevole riduzione di efficacia contro le varianti sudafricana e brasiliana. Tanto che si sta già seriamente pensando alla modifica dei vaccini". "Il virus circola ancora efficientemente e noi vacciniamo ancora poco e lentamente". In questo quadro, aggiunge lo scienziato al Fatto Quotidiano,  "si selezionano varianti virali non solo più trasmissibili come quella inglese ma anche capaci di eludere almeno in parte la risposta immunitaria e non farsi neutralizzare dagli anticorpi che generiamo con l’infezione e la stessa vaccinazione".

16 Febbraio 09:16 Ippolito (Spallanzani): “Il sistema dei colori in vigore in Italia può funzionare contro le varianti”

Secondo Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'Istituto Spallanzani di Roma, è convinto che il sistema dei "colori" in Italia funzioni e che occorre insistere con la campagna di vaccinazione. Intervistato dal Corriere della Sera ha dichiarato: "I dati che arrivano da Israele dimostrano ogni giorno di più che il vaccino funziona, le manifestazioni sintomatiche si riducono, le ospedalizzazioni diminuiscono e così i decessi, lo stesso si sta osservando in Italia con la somministrazione quasi completata del vaccino agli operatori sanitari". Per Ippolito "bisogna vaccinarsi il prima possibile, quando previsto dai piani, e nell'attesa del nostro turno continuare a mantenere alta la guardia, che peraltro non va abbassata neanche dopo la vaccinazione". "Le misure di contenimento richieste dalle varianti sono le stesse del virus originario, ma se è vero, come sembra, che alcune di queste mutazioni sono caratterizzate da maggiore contagiosità, sarà necessaria allora un'attenzione ancora più scrupolosa nell'attenersi alle misure di contenimento". Inoltre "il sistema in essere nel nostro Paese, che gradua le misure nei territori in base alla situazione epidemiologica, può funzionare"

16 Febbraio 08:58 Belgrado, in 1.500 violano le restrizioni anti covid e partecipano a due mega party

Le autorità del comune i di Belgrado hanno organizzato una riunione d'emergenza dopo che oltre 1.500 persone hanno infranto le leggi anti-Covid e fatto vita notturna nel fine settimana. La polizia ha arrestato cinque persone tra sabato e domenica dopo aver disperso due grandi raduni in differenti parti della città: una festa al centro di Belgrado ha visto la partecipazione di circa mille persone mentre a un altro party ne attirate altre 600, secondo Associated Press. La città ha una media di duemila nuovi casi di Covid-19 al giorno.

16 Febbraio 08:50 Brasile: altri 528 morti, verso quota 240 mila vittime

Il bilancio dei morti causati dal Covid-19 in Brasile si avvicina ai 240mila dopo che le autorità hanno registrato altri 528 decessi e 32.197 nuovi casi. Lo riporta il Guardian. Dall'inizio della pandemia il Paese ha registrato quasi 9,9 milioni di contagi e i decessi sono a 239.245, secondo il conteggio della Johns Hopkins University.

16 Febbraio 08:30 USA, 52.685 nuovi casi di coronavirus e 985 decessi

Ieri negli Stati Uniti sono stati registrati 52.685 nuovi casi di coronavirus e ulteriori 985 decessi legati alla malattia: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University, riporta la Cnn. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi dall'inizio della pandemia a quota 27.692.967 e quello dei morti a quota 486.321.

16 Febbraio 08:11 Gelmini: “Pandemia ancora forte, se necessario sì a scelte di rigore”

Anche la neo ministra per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini ravvede la possibilità di un inasprimento delle misure di contenimento della diffusione del coronavirus. Al termine della riunione tenuta ieri con il Comitato tecnico scientifico, in cui si è discusso a lungo della variante inglese, la ministra ha dichiarato: "La pandemia è ancora forte, non si può scherzare. Se è necessario fare scelte di rigore si fanno".

16 Febbraio 08:01 Regno Unito, i viaggiatori da 33 paesi in quarantena nei covid hotel

Da ieri i "covid hotel" inglesi hanno cominciato ad accogliere le prime persone da tenere in quarantena sotto stretta osservazione, ovvero coloro che provengono da 33 paesi ad alto rischio. La misura è stata introdotta dal governo guidato dal premier Boris Johnson con l'intento di serrare le maglie ai confini, mentre sul fronte interno accelera ancora la  campagna dei vaccini, passando alla fase 2 e all'obiettivo di coprire tutti gli over 50 residenti entro fine aprile.

16 Febbraio 07:44 Ancona, il Covid entra in una casa di riposo: 5 morti in 24 ore

Cinque anziani ospiti dell'Inrca di Ancona sono morti nell'arco di appena un giorno: a tutti era stato diagnosticato il Covid-19, malattia che ha peggiorato un quadro clinico già compromesso. le vittime sono tre donne anconetane,di 91, 93 e 98 anni, un uomo di 91 anni di Loreto e uno di Osimo della stessa età. Ad oggi, quindi, all'istituto geriatrico anconetano risultano contagiate 44 persone. Intanto le autorità sanitarie sono sempre più preoccupate per la situazione all'ospedale regionale di Torrette, dove si registra un altissimo numero di ricoveri per casi di positività. La terapia intensiva è piena e anche quella subintensiva è in forte affanno

16 Febbraio 07:33 ISS: “Innalzare le misure contro la variante inglese”

Uno studio di prevalenza sulla variante VOC 202012/01 – quella inglese – condotto dall'Istituto Superiore di Sanità conferma la diffusione nell’88% delle Regioni partecipanti alla ricerca. A livello nazionale — si legge sempre nel documento — la "stima di prevalenza è fissata al 17,8% con un’ampia variabilità tra le diverse regioni". Per questa ragione urge correre al più presto ai ripari: "Si raccomanda di intervenire al fine di contenere e rallentare la sua diffusione (…) rafforzando o innalzando le misure in tutto il Paese". Agli interventi nazionali potrebbero essercene altri mirati localmente. Le misure vanno "modulate ulteriormente laddove più elevata è la circolazione, inibendo in ogni caso ulteriori rilasci delle attuali misure in atto".

16 Febbraio 07:25 Vespignani: “A marzo la variante inglese sarà prevalente in Italia”

Secondo l'epidemiologo Alessandro Vespignani, intervistato da Repubblica, "alla fine di febbraio la variante inglese avrà raggiunto il cinquanta per cento in Italia, cioè sarà presente in un nuovo contagiato su due e nel mese di marzo arriverà a essere prevalente, grazie alla maggiore capacità di infettare. Sars-Cov-2 e la variante inglese diventeranno tutt'uno. Per i ceppi del passato ci sarà sempre meno spazio".

16 Febbraio 07:13 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, martedì 16 febbraio

Nella giornata di ieri sono stati 7.351 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia su un totale di 179.278 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. Dall’inizio dell'emergenza sanitaria di Covid-19 nel nostro Paese i contagi sono dunque 2.729.223. È quanto emerge dai dati diffusi dal ministero della Salute col bollettino di ieri, lunedì 15 febbraio. Il tasso di positività è del 4,1%. I decessi sono stati 258, per un totale di 93.835 morti dall’inizio dell’epidemia. I guariti salgono a 2.237.290 (+11.771). I casi attualmente positivi sono 398.098 (-4.685), di cui 18.515 ospedalizzati con sintomi, mentre i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.089. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è l'Emilia Romagna.

Questa la situazione regione per regione:

Lombardia: +945

Veneto: +241

Piemonte: +438

Campania: +966

Emilia Romagna: +1.391

Lazio: +760

Toscana: +428

Sicilia: +332

Puglia: +345

Liguria: +194

Friuli Venezia Giulia: +40

Marche: +128

Abruzzo: +533

Sardegna: +56

P.A. Bolzano: +212

Umbria: +109

Calabria: +128

P.A. Trento: +26

Basilicata: +29

Molise: +41

Valle d'Aosta: +9

Nel mondo, secondo il contatore della Johns Hopkins University, i contagi sono 109.155.627 e i morti 2.407.869. In cima alla classifica dei paesi più colpiti ancora gli Stati Uniti, seguiti da India, Brasile, Regno Unito, Russia, Francia, Spagna e Italia.