259 CONDIVISIONI
Covid 19
15 Giugno 2021
07:12
AGGIORNATO15 Giugno

Le notizie del 15 giugno sul Coronavirus

259 CONDIVISIONI

Le ultime notizie in tempo reale sul Covid-19 in Italia e nel mondo, gli aggiornamenti e i dati di oggi, martedì 15 giugno. Nel bollettino di oggi 1.255 nuovi contagi Covid e 63 morti. Speranza: "Obiettivo stop a stato di emergenza a luglio". La variante delta sempre più diffusa nel mondo: 81 casi in Lombardia. Il Ministero della salute ha autorizzato il Mix vaccini covid dopo l'ok di Aifa: seconda dose tra 8 e 12 settimane. Le regioni però si muovono in ordine sparso: in programma vertice governo-Regioni per linea univoca. Finora somministrate 42,7 milioni di dosi e sono 14,2 milioni le persone completamente vaccinate. Da oggi ripartono feste, matrimoni, convegni e parchi a tema anche nelle zone gialle. Nel mondo oltre 176 milioni di casi e 3,8 milioni di morti. Migliora la situazione in Europa ma preoccupa la variante delta del virus, la cui diffusione ha indotto Johnson a rinviare le riaperture in Inghilterra.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
15 Giugno
22:46

Domani al via la Maturità 2021 per 500mila studenti italiani

Domani, mercoledì 16 giugno, circa 500mila studenti delle scuole superiori affronteranno l'esame di Stato che, come lo scorso anno, sarà all'insegna delle regole di sicurezza anti Covid, tra distanziamento e uso delle mascherine. Nessuna prova scritta, ma un maxi colloquio orale dalla durata di un'ora durante la quale i ragazzi saranno interrogati da una commissione composta da tutti membri interni e da un presidente esterno.

A cura di Ida Artiaco
15 Giugno
21:58

Matteo Salvini si vaccinerà contro il Covid a fine giugno

"Mi sono iscritto sul portale della Regione Lombardia e mi hanno fissato l'appuntamento per fine giugno. Non sono solito scalcare la coda né all'Esselunga né all'ospedale". Lo ha detto oggi Matteo Salvini. In un precedente intervento tv però il leader della Lega aveva fatto una gaffe: aveva dichiarato di aver prenotato il vaccino sulla piattaforma regionale ma di non conoscere la data. La sua versione non era credibile: il sistema di prenotazione in Lombardia infatti comunica immediatamente al cittadino data, luogo e orario della vaccinazione.

A cura di Ida Artiaco
15 Giugno
21:45

L'immunologa Viola: "Mix vaccini attiva molto bene il sistema immunitario"

Secondo l'immunologa Antonella Viola, d'accordo con la decisione del governo di bloccare la somministrazione di AstraZeneca per gli under 60, "il mix di vaccini – la cosiddetta vaccinazione eterologa approvata da Aifa – attiva molto bene il sistema immunitario, ci sono più effetti lievi e meno rischio trombosi. È sicuramente uno scambio conveniente".

A cura di Ida Artiaco
15 Giugno
20:41

USA, i CDC definiscono la variante Delta "preoccupante"

Cresce anche negli Stati Uniti l'allarme per la variante Delta del coronavirus: i CDC –  Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie – l'hanno definita "preoccupante": tale designazione viene assegnata ai ceppi del virus che gli scienziati ritengono siano più trasmissibili o possano causare malattie più gravi. Le varianti "preoccupanti" potrebbero inoltre essere più resistenti ai vaccini.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
20:27

Ad Aritzo ancora 50 positivi: prorogata la zona rossa nel Comune sardo

Ad Aritzo, paese della Barbagia di Belvì di 1.200 abitanti, la situazione dei contagi non migliora – 50 attualmente i positivi al Covid – e il commissario che il guida il Comune, Antonio Monni, ha deciso di prorogare la zona rossa rinforzata fino al 25 giugno. Aritzo è in lockdown dall'inizio del mese. Restano quindi chiuse tutte le attività commerciali salvo gli alimentari e la farmacia e si può uscire dal paese solo per motivi di comprovata necessità. I commercianti cominciano a protestare. Questa mattina una decina di loro ha dato vita a una manifestazione chiedendo di allentare le misure per consentire almeno le consegne a domicilio. "Sono richieste che non possono essere accontentate – chiarisce all'ANSA il commissario Monni – Abbiamo ancora una situazione di estrema criticità con numeri uguali a quelli di 10 giorni fa: secondo gli ultimi dati ricevuti dalla Assl di Nuoro, ci sono 50 persone positive e 80 in quarantena. Per ogni persona che si negativizza ne abbiamo un'altra che diventa positiva. Se i numeri non scendono – ribadisce – queste misure non possono essere allentate con mio grande dispiacere".

A cura di Susanna Picone
15 Giugno
20:11

Regno Unito, superata quota 30 milioni di vaccinati

Nel Regno Unito sono stati superati i 30 milioni di cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale anti Covid. Intanto, però, la variante Delta continua a preoccupare le autorità: per la prima volta dal 5 maggio scorso il numero dei ricoverati ha superato quota mille.

A cura di Susanna Picone
15 Giugno
19:11

New York ha vaccinato il 70% della popolazione e raggiunto l'immunità di gregge

Lo stato di New York ha raggiunto l’immunità di gregge dopo aver vaccinato il 70% della propria popolazione. Ad annunciarlo il governatore Cuomo: “Ciò significa che possiamo tornare alla vita come la conoscevamo. Con effetto immediato, le restrizioni imposte dallo stato vengono revocate in tutti gli ambienti commerciali e sociali”.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
18:42

Stop a distanziamento e mascherina per i vaccinati: la California riapre dopo 15 mesi

La California, il primo Stato Usa a chiudere a causa della pandemia, riapre oggi dopo 15 mesi, revocando gran parte delle restrizioni anti Covid. A partire dalla mezzanotte di oggi via al distanziamento sociale, all'uso della mascherina per i vaccinati e ai limiti di capacità dei luoghi al chiuso.  Riapre per l'estate il ‘Golden State' ma le mascherine sono ancora richieste nei mezzi di trasporto pubblico, negli ospedali e nelle carceri, come pure a scuola e negli asili. "Non c'è ripresa americana senza ripresa della California", ha commentato il governatore Gavin Newsom, che guida lo Stato più popoloso e più ricco degli Stati Uniti.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
18:31

Quanto proteggono dal ricovero causato dalle varianti i vaccini anti Covid

Esaminando i dati del sequenziamento genomico con i tassi di vaccinazione in pazienti con COVID-19 ricoverati in ospedale, un team di ricerca britannico guidato da scienziati della PHE ha determinato che i vaccini di Pfizer e AstraZeneca hanno un’efficacia superiore al 90 percento nel proteggere dall’ospedalizzazione per variante Alfa e Delta.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
18:17

Figliuolo dice che è in corso una riprogrammazione delle prenotazioni dei vaccini con le Regioni

Dopo le polemiche degli ultimi giorni sulla questione vaccini il generale Figliuolo è intervenuto per spiegare che è in corso una riprogrammazione insieme alle Regioni per “bilanciare con riserve strategiche per mitigare i disagi ai cittadini”. Secondo il commissario straordinario all’emergenza la limitazione del vaccino AstraZeneca non impatterà sul piano che “resta sostenibile”.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
17:38

In Lombardia 182 nuovi casi Covid e 8 morti

Sono 182 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore e 8 i morti, per un totale dall’inizio della pandemia di 33.737 vittime. Cala il numero di pazienti Covid ricoverati in ospedale (590) e anche nei reparti di terapia intensiva (100). Ecco i dati del bollettino Covid della Lombardia di martedì 15 giugno 2021.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
17:29

Bollettino Coronavirus Italia, oggi 1.255 nuovi contagi e 63 morti

In Italia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.255 contagi, in aumento rispetto ai 907 di ieri. I dati emergono dal bollettino di oggi martedì 15 giugno, diffuso dal ministero della Salute. I contagi registrati nel Paese dall'inizio dell'epidemia salgono a quota 4.247.032. Nell'ultima giornata sono stati effettuati 212.112test, tra tamponi molecolari e antigenici. I decessi per Coronavirus sono stati 63 nelle ultime ore contro i 26 di ieri per un totale di 127.101 morti dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
17:14

Genova, migliora la donna di 34 anni ricoverata in terapia intensiva dopo vaccino AstraZeneca

Sono in via di miglioramento le condizioni della ragazza di 34 anni sottoposta la settimana scorsa a fibrinolisi di alcuni trombi presenti nella parte venosa del circolo epatico dopo essersi vaccinata con AstraZeneca il 27 maggio. La donna, fino a oggi ricoverata in terapia intensiva all’Ospedale San Martino di Genova, è stata dimessa dal reparto e trasferita in Ematologia.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
17:07

Emilia Romagna, 48 nuovi casi e due morti

Sono 48 i nuovi casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna: per trovare un dato più basso bisogna risalire al 18 agosto. Sono stati individuati nelle ultime 24 ore sulla base di 18.611 tamponi eseguiti. Di questi 20 sono asintomatici e la loro età media è di 36,4 anni. Si contano ancora due morti, due donne, entrambe di 93 anni, una a Forlì e l'altra a Cesena. I casi attivi scendono a 7.248, di questi il 95,4% è in isolamento domiciliare perché non necessita di cure particolare. Scende anche il numero dei ricoverati: attualmente ci sono 56 pazienti in terapia intensiva, sei in meno di ieri, e 279 negli altri reparti Covid (-12). Per il secondo giorno consecutivo non si registrano casi a Piacenza che, durante la prima ondata, fu una delle province più colpite dal virus. Piacenza festeggia anche un altro traguardo: da oggi nelle terapie intensive degli ospedali non c'è più nemmeno un paziente covid. Nessun caso nemmeno nel territorio Imolese.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
17:00

L’autopsia sul corpo di Camilla, morta dopo vaccino AstraZeneca: “Ha avuto un’emorragia cerebrale”

È stata eseguita l’autopsia sul corpo di Camilla Canepa, la studentessa di 18 anni morta nove giorni dopo avere ricevuto il vaccino anti Covid AstraZeneca durante un Open Day. L’esame, eseguito dal medico legale Luca Tajana e dall’ematologo Franco Piovella, ha confermato il decesso per emorragia cerebrale. Domani i funerali a Sestri Levante.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
16:31

Olimpiadi di Tokyo: due argenti se atleta risulterà positivo prima della finale

Gli atleti che risulteranno positivi al Covid-19 durante le Olimpiadi di Tokyo saranno estromessi dalla competizione ma non saranno squalificati e soprattutto se non disputeranno la finale (a due) riceveranno la medaglia d'argento. Una novità assoluta per il movimento olimpico che il 24 marzo dello scorso anno dovette prendere la prima storica decisione di rinviare di un anno un'edizione delle Olimpiadi a causa dell'emergenza coronavirus. Ad annunciare questa innovazione è stato il direttore sportivo del Comitato Olimpico Internazionale, Kit McConnell. La terza e ultima versione del Playbook prevede che se una squadra non potrà disputare la finale a seguito di più casi di positività al coronavirus, la stessa verrà sostituita da un'altra ma comunque otterrà la medaglia d'argento. Insomma, potranno esserci due argenti. "Se una squadra non potrà prendere parte alla semifinale verrà sostituita, se possibile, dalla squadra che aveva affrontato nei quarti di finale", ha detto McConnell. Gli atleti che non potranno iniziare le Olimpiadi per motivi di positività al coronavirus saranno indicati con ‘Dns' (non partito) e non con ‘Dsq' (squalificato). McConnell ha detto, "negli ultimi otto mesi le federazioni internazionali hanno organizzato oltre 430 grandi competizioni internazionali che hanno coinvolto oltre 55.000 atleti" e aggiunto, "le federazioni mondiali adattandosi ai regolamenti previsti dai governi nazionali e citta' ospitanti hanno gestito con successo gli eventi in un ambiente molto sicuro per gli atleti, personale accreditato e popolazione locale".

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
16:05

La Fimmg contro l'Aifa: “Inaccettabile vaghezza sul mix di vaccini”

Silvestro Scotti, segretario nazionale della Fimmg: “Non ne possiamo più di essere il terminale delle indecisioni degli altri. È inaccettabile la vaghezza con cui l’Aifa si esprime in merito al mix vaccinale anti-Covid. Dire che i vaccini a mRna ‘possono’ essere somministrati per completare un ciclo di vaccino misto è vago”.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
15:41

Ciciliano (Cts) a Fanpage: “Normale che le indicazioni scientifiche sui vaccini cambino"

"Il fatto che le indicazioni possano cambiare in senso migliorativo, non trasforma i cittadini in cavie, come ho avuto modo di ascoltare in alcuni casi: è assolutamente normale con il mutamento nelle evidenze scientifiche": a dirlo Fabio Ciciliano, membro del Comitato tecnico scientifico, in un’intervista rilasciata a Fanpage.it in cui ha fatto il punto rispetto a quanto accaduto negli ultimi giorni con il vaccino di AstraZeneca e chiarito come stano le cose su Johnson & Johnson.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
15:37

Puglia, 169 nuovi casi e 2 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati registrati 169 nuovi casi di Covid a fronte di 8.053 test per l'infezione effettuati. I casi sono così suddivisi: 60 in provincia di Bari, 24 di Brindisi, 32 nella Bat, 17 in provincia di Foggia, 7 di Lecce, 28 di Taranto, 1 caso di residente fuori regione. Sono stati registrati 2 morti: uno in provincia di Foggia e uno in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.582.579 test, 234.546 sono i pazienti guariti, 11.311 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi registrati nel corso dei mesi in Puglia è di 252.449.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
15:31

La variante Delta raddoppia il rischio di ricovero in ospedale

La variante Delta raddoppia il rischio di ricovero in ospedale. Lo indicano i risultati di uno studio condotto in Scozia che ha analizzato il rischio di ospedalizzazione e gli effetti della vaccinazione nei confronti della variante B.1.617.2 del coronavirus: all’infezione causata da questo ceppo è associato un aumento della probabilità di ricovero per Covid-19, con un rischio 1,85 volte più alto nel confronto con la variante Alfa (inglese).

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
15:23

L’Italia non era preparata per affrontare una pandemia: ora lo dimostra un documento del 2017

Nel 2017 un documento conclusivo di un progetto finanziato da Expo 2015 spiegava che "a oggi manca nel panorama nazionale una visione condivisa in tema di ‘Preparazione alle emergenze di salute pubblica’". Il testo è stato inserito tra le carte della causa contro governo, ministero della Salute e Regione Lombardia. “Costituisce un’ulteriore prova di violazioni e omissioni di legge” da parte delle istituzioni, spiega l’avvocata dei familiari delle vittime del Covid.

A cura di Davide Falcioni
15 Giugno
14:56

Basilicata, 28 nuovi casi di Coronavirus

In Basilicata sono stati processati 734 tamponi molecolari: solo 28 sono risultati positivi al covid-19. E nelle ultime 24 ore sono state registrate le guarigioni di 83 lucani. Ieri è stato inoltre registrato un altro decesso per covid-19: il totale delle vittime lucane è salito a 565. Le persone con il covid ricoverate negli ospedali lucani sono 38 (due in meno di ieri), nessuna delle quali in terapia intensiva. Il numero dei lucani attualmente positivi è sceso da 2.896 a 2.840 (2.802 in isolamento domiciliare).

A cura di Susanna Picone
15 Giugno
14:39

In Veneto 74 nuovi casi Covid: nessun decesso da 3 giorni consecutivi

Per il terzo giorno consecutivo il Veneto non registra nuove vittime per il Covid. Il numero complessivo dei morti è fermo a 11.600, lo stesso numero che compariva nel bollettino di domenica mattina (relativo alle 24 ore precedenti) I nuovi contagi da ieri sono 74, per un totale dall'inizio dell'epidemia di 424.708. Prosegue il calo negli ospedali: i ricoverati totali sono oggi 417 (-27), dei quali 368 ( -24), nelle aree mediche e 49 (-3) in terapia intensiva.

A cura di Susanna Picone
15 Giugno
14:07

Covid, 12 casi di variante indiana nel sud Sardegna: "Situazione sotto controllo"

Dodici casi di variante delta, la nuova denominazione dell'indiana. Più un caso di nigeriana. Questo il quadro delle nuove varianti arrivate in Sardegna delineato dal direttore del laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia dell'Aou di Cagliari Ferdinando Coghe. "La situazione per il momento è sotto controllo non si tratta di un focolaio significativo. A questo quadro sì deve aggiungere un problema nel nord Sardegna legato a un volo proveniente dal Regno Unito" ha spiegato all'Ansa. "È chiaro che diventano sempre più importanti e decisivi i controlli effettuati in ingresso soprattutto dai Paesi con focolai o dove c'è incertezza sul quadro epidemiologico" sottolinea Coghe. Lotta al Covid anche con i sequenziamenti e le analisi effettuate nei laboratori dell'Aou. "Insieme ai controlli in porti e aeroporti è importante, il tracciamento dei positivi per ridurre o azzerare la circolazione del virus".

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
14:03

Salvini torna alla carica contro l’obbligo di mascherine all’aperto: “Liberiamo gli italiani”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, punta ad abolire al più presto l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto: “Abbiamo ottenuto riaperture e blocco del coprifuoco, il prossimo obiettivo è liberare gli italiani, almeno all’aperto, dal vincolo della mascherina, perché con 35 gradi è difficile andare in giro.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
13:15

Covid, in Campania De Luca dà via libera al mix di vaccini: seconda dose con Pfizer o Moderna

Dopo il richiamo del governo, De Luca dà via libera al mix di vaccini: ai cittadini della Campania sotto i 60 anni che hanno ricevuto la prima dose di vaccino con AstraZeneca faranno un richiamo con un vaccino mRna che potrà essere Pfizer-Biontech o Moderna. Stop ad entrambi i vaccini a vettore virale per gli utenti sotto i sessant’anni. "Ai nuovi vaccinati non sarà somministrato AstraZeneca al di sotto dei 60 anni, rispetto al vaccino Johnson & Johnson la posizione del Ministero non è definita in modo chiaro e vincolante. Pertanto tale vaccino non sarà somministrato sotto i 60 anni». Lo afferma il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in una nota dopo aver ricevuto la risposta dal ministero della salute sulle interrogazioni che la Campania aveva posto domenica.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
13:00

Galli: "Secondo dose AstraZeneca forse non necessaria"

"La seconda dose del vaccino AstraZeneca forse non è necessaria", è quanto ha spiegato il professor Massimo Galli, direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale Sacco di Milano. "L’effetto protettivo di una sola dose di vaccino AstraZeneca, secondo studi, ci dà una certa prospettiva di sicurezza. E, soprattutto, ce la dà se alla singola dose si documenta che la persona ha avuto una risposta anticorpale significativa" ha spiegato Galli intervenendo in collegamento audio-video a “Mattino Cinque". "Forse, molte seconde dosi di AstraZeneca in questo momento non sono necessarie: molte delle persone che hanno fatto la prima dose non necessitano strettamente della seconda" ha proseguito Galli, aggiungendo: "È probabile che il prossimo autunno si dovrà affrontare il problema Covid con vaccini più aggiornati"

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
12:49

Allarme variante delta in Francia, è al 4%: "Non abbassiamo la guardia"

Allarme variante delta in Francia dove ora la mutazione dle virus rappresenta fra il 2 e il 4% dei tamponi esaminati. "Si tratta di 50-150 nuovi casi ogni giorno, direte che è ancora poco, ma era la situazione inglese qualche settimana fa. L’Inghilterra ha deciso ieri di rinviare l’ultima tappa delle riaperture sul territorio di 4 settimane. La variante Delta è diventata maggioritaria in Gran Bretagna riportando l’epidemia su una traiettoria ascendente" ha spiegato il ministro della Salute francese, Olivier Véran, lanciando un appello ai francesi a "non abbandonare la vigilanza collettiva". "Stiamo battendo il virus ma non dobbiamo certo offrire appigli alla variante indiana così da far ripartire una nuova ondata epidemica. L’esempio dei nostri vicini inglesi deve indurci ancora alla prudenza, al coraggio, alla solidarietà" ha spiegato il ministro

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
12:27

Campania, Covid free l’ospedale di Polla: la gioia di medici e infermieri

All’ospedale Luigi Curto di Polla dimesso anche l’ultimo paziente che era ancora positivo a Covid-19: chiude il reparto covid , festa grande di medici e infermieri dopo mesi di incubo. Il comune: “Grazie a tutti loro per l’impegno contro questo nemico invisibile”. Il Vallo della Lucania era stato tra le prime zone rosse della Campania.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
11:57

Covid Toscana, 57 casi in 24 ore: "Tasso di postivi mai così basso da un anno"

In Toscana segnalati 57 nuovi casi covid a fronte di 14.856 test nelle ultime 24 ore. Lo ha comunicato il Governatore Eugenio Giani fornendo i primi dati del bollettino covid di oggi martedì 15  giugno. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 57 su 14.856 test di cui 6.572 tamponi molecolari e 8.284 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 0,38% (1,1% sulle prime diagnosi)" ha scritto Giani , rivelando: "Un tasso dei nuovi positivi così basso non si registrava da agosto 2020, l’incidenza media regionale è 23 casi ogni 100mila abitanti",

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
11:50

Da oggi ripartono i matrimoni con il Green Pass: tutte le regole da rispettare

Da oggi ripartono i matrimoni in zona gialla. Il 15 giugno era infatti il giorno indicato dal governo nel suo calendario delle riaperture, anche se in realtà per molte Regioni il via libera era già arrivato con il passaggio in zona bianca. Bisognerà rispettare tutti i protocolli di sicurezza e per partecipare sarà necessario il Green Pass: vediamo quindi quali sono le regole da rispettare.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
11:33

In Lombardia registrati 81 casi di variante Delta

Dall’inizio del sequenziamento delle varianti del Covid, in Lombardia sono stati registrati 81 casi di variante Delta, quella conosciuta come la variante indiana. Il caso scoperto in una palestra di Milano non è dunque il solo: intanto si attende l’esito degli esami sulle altre 11 persone contagiate e venute a contatto col caso di variante Delta.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
11:11

Mix vaccini covid, via libera del Ministero della salute: seconda dose tra 8 e 12 settimane

Con una circolare firmata dal direttore della Prevenzione, Gianni Rezza, il ministero della Salute ha trasmesso la determina dell'Aifa e il parere del Comitato tecnico scientifico che, di fatto, autorizza l'utilizzo di un vaccino a mRna per il richiamo per i cittadini under 60 che hanno già ricevuto la prima dose del vaccino di AstraZeneca. Nella nota si legge che l'Agenzia italiana del farmaco ha espresso ‘parere favorevole all'inserimento nell'elenco di Comirnaty (il vaccino Pfizer) e Vaccino Covid-19 Moderna come seconda dose per completare un ciclo vaccinale misto, nei soggetti di età inferiore ai 60 anni che abbiano già effettuato una prima dose di vaccino Vaxzevria'. Il Cts ritiene che la seconda dose possa essere somministrata in un arco di tempo compreso tra le 8 e le 12 settimane.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
11:01

In Campania screening di massa a Laurino per individuare variante delta

Al momento non vi sono casi di variante Delta (conosciuta anche come variante indiana) in Campania: ma c’è apprensione a Laurino, nel Salernitano, comune in zona rossa dal 1° giugno e dove i casi sono in aumento.Si teme un focolaio forse causato da persone di ritorno dall’Asia: domani screening di massa.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
10:51

Leoni (Ordine dei Medici): "Su Mix vaccini bisogna valutare caso per caso, vediamo gli anticorpi"

"L'Aifa ha approvato la vaccinazione eterologa per gli under 60. A febbraio-marzo in Inghilterra qualcuno aveva già provato a fare sperimentazioni sul mix di vaccini, però ci vuole tempo. Quello che diciamo noi è: valutiamo caso per caso, paziente per paziente, valutiamo il tasso anticorpale dopo la prima dose e affidiamoci ad una scelta meditata, anziché utilizzare le procedure che sono state utilizzate fino ad oggi per velocizzare la vaccinazione di massa" è quanto sostiene Giovanni Leoni, vicepresidente Nazionale dell'Ordine dei Medici (Fnomceo). "La scienza procede per sperimentazioni. Adesso c'è la possibilità di scegliere tra 4 vaccini, ci sono state modifiche per quanto riguarda le indicazioni, ma soprattutto c'è una modifica del rischio costo-beneficio. Fino a un mese fa il rischio di morte per Covid era molto più alto rispetto a quello di sviluppare una trombosi" ha spiegato Leoni a Radio Cusano Campus, aggiungendo: "Il mestiere del medico è seguire la storia del paziente e prescrivergli il farmaco più giusto, dobbiamo usare questo principio anche per la vaccinazione". Sulla terza dose, invece, "Dovremo attrezzarci per avere dei vaccini aggiornati, perché dovremo coprire anche le varianti. Dovremo fare sempre una corsa contro il tempo perché questo virus si rivela più aggressivo e mutante rispetto a quelli del passato".

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
10:33

Vaccino Covid di Novavax efficace al 100% contro malattia moderata e grave, al 93% contro varianti

Lo studio di Fase 3 “PREVENT-19” condotto in Messico ha dimostrato che il vaccino anti Covid di Novavax è efficace al 100 percento contro la forma moderata e grave della COVID-19 e al 93,4 percento contro le varianti. Il farmaco si basa su proteine di nanoparticelle ricombinanti, consegnando direttamente i frammenti della proteina Spike e non passando per l’informazione genetica come gli altri vaccini già approvati.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
10:18

In Israele da oggi stop all'obbligo di mascherine anche al chiuso

In Israele da oggi stop all'obbligo di mascherine anche al chiuso. Dopo un anno e tre mesi di obbligo, nel Paese non sono più necessarie le mascherine anti Covid al chiuso, tranne che in 3 eccezioni. Lo ha stabilito il ministero della Sanità di Tel Aviv visto il numero estremamente esiguo dei casi, in pratica vicino allo zero. Le eccezioni riguardano lavoratori e ospiti non vaccinati o che non sono guariti in strutture pubbliche, le residenze o case di cura per gli anziani, persone in quarantena o passeggeri di aerei.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
09:58

Vaia (Spallanzani): "Non spaventiamoci per la variante Delta, seconda dose ci protegge"

"Non spaventiamoci. Guai ad abbatterci. La variante Delta che circola in Inghilterra sta preoccupando l'opinione pubblica. Io credo che noi dobbiamo fare due cose: portare a compimento il ciclo vaccinale in seconda dose perché ci protegge rispetto alle varianti" lo ha spiegato il direttore sanitario dell'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma Francesco Vaia.  "È una corsa contro il virus che muta", aggiunge il direttore dello Spallanzani "che noi vinciamo vaccinando vaste aree di popolazione". La seconda cosa da fare "e' continuare a" cercare le varianti, "isolarle, sequenziarle, studiarle e fare in modo che gli strumenti a nostra disposizione come le terapie innovative e i vaccini siano adeguati rispetto ad esse", ha concluso Vaia.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
09:41

Cosa succede con il vaccino Johnson & Johnson e la somministrazione agli under 60

Il ministero della Salute ha stabilito che il vaccino di AstraZeneca verrà somministrato solamente alle persone con più di 60 anni, mentre per Johnson & Johnson resta solo una raccomandazione, senza alcun divieto. Ma cosa succede al vaccino Janssen? Può essere somministrato, in Italia, agli under 60?

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
09:20

Da oggi zona rossa covid a Santa Caterina Villarmosa, in provincia di Caltanissetta

Scatta da oggi la nuova zona rossa in Sicilia nel Comune di Santa Caterina Villarmosa, in provincia di Caltanissetta, dove si è registrato un considerevole aumento di positivi al Covid. L'ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci avrà efficacia fino al 24 giugno. Le misure restrittive sono state adottate su richiesta dell'Asp nissena e sentito il sindaco. "La battaglia – ha detto il governatore – non si vince con il colore giallo o bianco, ma solo quando l'ultimo dei cittadini siciliani si sarà vaccinato. C'e' uno spazio di manovra improntata a irresponsabilità e interveniamo con le zone rosse per circoscrivere i focolai. Il contagio si è abbassato, ma questi campanelli d'allarme servono a tenere alta l'attenzione".

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
09:11

Abrignani (CTS): "Variante indiana brutta bestia ma con due dosi Pfizer protetti all'80%"

"Se non avessimo i vaccini, con la variante indiana saremmo veramente messi male, con l'infettività e la letalità che ha. Però non ci preoccupa più di tanto perché abbiamo i vaccini" lo ha spiegato l'immunologo dell'università Statale di Milano Sergio Abrignani esprimendo ottimismo sull'emergenza variante Delta. "Quello che sappiamo dal Regno Unito  è che dopo due dosi di vaccino si è protetti all'80% con Pfizer e al 70% con AstraZeneca" anche contro la variante Delta di Sars-CoV-2,  ha ricordato l'esperto del Cts intervenuto ad ‘Agorà' su Rai3 "quindi un ottimo livello di protezione, anche se c'è sempre un 20% di persone che non è protetto con il migliore vaccino". È una variante che terremo a bada "perché se si è vaccinati, a meno di non avere tante patologie sottostanti, dovrebbe essere ben controllata".

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
08:54

Lo stato d’emergenza potrebbe finire il 31 luglio, Speranza: “Sarebbe segnale positivo al Paese”

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ipotizza che lo stato d’emergenza per il Covid possa non essere prorogato oltre la scadenza del 31 luglio: “Sarebbe bello chiudere con lo stato di emergenza, dare un segnale positivo al Paese”. Ma, aggiunge, bisognerebbe “individuare la strada normativa per prolungare l’attività del Comitato tecnico-scientifico e della struttura del commissario Figliuolo”.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
08:38

Quanto sono diminuite le somministrazioni giornaliere dopo le nuove regole sul vaccino AstraZeneca

Il commissario straordinario per l’emergenza Figliuolo ha assicurato che l’impatto dello stop ad AstraZeneca per gli under 60 sarà minimo sulla campagna vaccinale. Anche se nel mese di giugno dovessero esserci dei ritardi, secondo le autorità questo verrà comunque riassorbito tra luglio e agosto, salvaguardando così l’obiettivo dell’immunità di comunità che si prevede di raggiungere a settembre. Già nel primo weekend dopo le nuove indicazioni, però,le somministrazione giornaliere sono nettamente scese.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
08:18

Virologo Arnaldo Caruso: "Mix vaccini covid più efficace"

"La somministrazione di una seconda dose di vaccino differente da AstraZeneca è sicuramente molto efficace e sicura". Non ha dubbi al riguardo il presidente della società italiana di virologia Arnaldo Caruso, che guida il laboratorio di Microbiologia del Civile di Brescia. "Del resto ci sono tantissime evidenze a livello internazionale che indicano come questa somministrazione eterologa sia addirittura più efficace dal punto di vista della protezione" contro il Covid-19.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
07:59

AstraZeneca e mix di vaccini, le Regioni si muovono in ordine sparso con le seconde dosi

Nonostante l’Aifa abbia approvato il mix di vaccini per gli under 60 che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca, si registrano già dei casi di disdetta e c’è il rischio che le Regioni inizino ad andare ognuna per conto proprio. In parte questo sta già accadendo, ad esempio in Campania dove AstraZeneca è stato sospeso per tutti, così come la somministrazione eterologa. Ci sono poi altre Regioni che sottolineano come manchino le dosi sufficienti di Pfizer e Moderna e chiedono di poter comunque somministrare AstraZeneca anche sotto i 60 anni su base volontaria.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
07:44

Rasi: "Mix vaccino anti covid è sicuro, studi sono pochi ma robusti"

La sicurezza e l'efficacia del Mix di vaccini anti covid è stata provata da diversi studi anche se i dati sono ancora pochi, lo ha spiegato il farmacologo Guido Rasi, ex direttore Ema e attuale consulente del commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo. "Gli studi che giustificano il mix vaccinale sono pochi ma robusti" ha spiegato l'esperto, ricordando che cambiare vaccino anti-Covid per il richiamo potrebbe essere addirittura "vantaggioso". "E' verosimile che il sistema immunitario risponda meglio a stimoli più ampi, diversificati" ha chiarito Rasi in una intervista Repubblica, aggiungendo: "Abbiamo un'ampia esperienza di vaccinazione eterologa per altre malattie, come ad esempio le epatiti virali. E poi il mix viene fatto da tempo in altri Paesi, non certo marginali: la Francia, la Germania, la Spagna, l'Inghilterra, il Canada"

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
07:35

In Usa 600mila morti covid: tra le vittime enormi disparità razziali

Gli Usa si avvicinano a quota 600mila morti per covid da inizio pandemia secondo i dati raccolti dalla Johns Hopkins University: tra le vittime però ci sono enormi disparità razziali. Dal rilevamento emerge come permangano delle disparità quanto ai gruppi etnici colpiti. Anche se l'epidemia diminuisce e più persone vengono vaccinate, sembra emergere il fatto che i neri americani muoiono di più rispetto ad altri gruppi. "Abbiamo fatto enormi progressi negli Stati Uniti. La maggior parte del Paese sta tornando alla normalità e la nostra economia cresce alla guida del mondo. Ma ci sono ancora troppe vite perse. Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto 370 morti al giorno e quasi 600mila persone hanno perso la vita" ha dichiarato il Presidente Biden lanciando un appello ai suoi concittadini: ""e non lo avete già fatto, vaccinatevi. Vi prego, fatelo il prima possibile, dobbiamo sconfiggere questo virus".

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
07:25

Vaccino covid, oltre 42 milioni di dosi somministrate in Italia

Sono oltre 42 milioni le dosi di vaccino anti covid somministrate in Italia. Secondo gli ultimi dati del report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornati alle 6 di oggi son precisamente 42.734.542 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Italia, il 93,5% del totale di quelle consegnate, pari finora a 45.703.522 (nel dettaglio, 30.648.196 Pfizer-BioNTech, 4.174.654 Moderna, 9.138.672 Vaxzevria-AstraZeneca e 1.742.000 Janssen). Gli italiani vaccinati con entrambe le dosi invece sono 14.259.075, il 26,28% della popolazione over 12.

A cura di Antonio Palma
15 Giugno
07:21

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, martedì 15 giugno

Continua la discesa dei contagi in Italia, nell'ultimo bollettino del Ministero della salute registrati 907 casi su 79.524 tamponi e 36 morti per Covid: è la prima volta da settembre che non si scendeva sotto i mille casi. Nell’ultima giornata sono stati effettuati 79.524 test, tra tamponi molecolari e antigenici. Il tasso di positività si attesta all'1,1% (+0,1%). I casi attualmente positivi sono 157.790 (-2.523). Calano ancora anche i pazienti ricoverati nei reparti Covid ospedalieri: sono 77 i ricoveri in meno nei reparti di area medica, per un totale di 3.465 persone ricoverate in ospedale. In terapia intensiva il calo è di 29 pazienti (con 11 ingressi del giorno), per un totale di 536 ricoverati in area critica. Ecco nel dettaglio i contagi regione per regione:

  • Lombardia: +102
  • Veneto: +19
  • Campania: +80
  • Emilia-Romagna: +137
  • Piemonte: +87
  • Lazio: +111
  • Puglia: +47
  • Toscana: +82
  • Sicilia: +163
  • Friuli-Venezia Giulia: +4
  • Marche: +3
  • Liguria: +5
  • Abruzzo: +5
  • P.A. Bolzano: +0
  • Calabria: +18
  • Sardegna: +31
  • Umbria: +4
  • P.A. Trento: +2
  • Basilicata: +1
  • Molise: +4
  • Valle d'Aosta: +2

L'Aifa ha approvato il mix di vaccini dopo lo stop ad AstraZeneca ma le regioni si muovono in ordine sparso: in programma un vertice governo-Regioni per trovare una intesa e una linea univoca per tutti. Finora somministrate 42.734.542  milioni di dosi e sono 14.259.075 milioni le persone completamente vaccinate pari al 26,28 % della popolazione over 12. L'Italia riapre: da oggi ripartono feste, matrimoni, convegni e parchi a tema anche nelle zone gialle ma con il green pass. Nel mondo oltre 176 milioni di casi e 3,8 milioni di morti. Migliora la situazione in Europa ma preoccupa la variante delta del virus la cui diffusione ha indotto Boris Johnson a rinviare le riaperture in Inghilterra di 4 settimane.

A cura di Antonio Palma
259 CONDIVISIONI
28158 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni