663 CONDIVISIONI
Coronavirus
15 Giugno 2021
12:57

Gli under 60 che hanno fatto vaccino AstraZeneca in Campania faranno seconda dose Pfizer o Moderna

Arriva la decisione della Regione: cittadini della Campania sotto i 60 anni che hanno ricevuto la prima dose di vaccino con AstraZeneca  faranno un richiamo con un vaccino mRna che potrà essere Pfizer-Biontech o Moderna. Stop ad entrambi i vaccini a vettore virale per gli utenti sotto i sessant’anni.
A cura di Ciro Pellegrino
663 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

I cittadini della Campania sotto i 60 anni che hanno ricevuto la prima dose di vaccino con AstraZeneca  faranno un richiamo con un vaccino mRna, Pfizer o Moderna. Alla fine, anche la Regione Campania si è adeguata alle direttive nazionali dell'Aifa e ha detto sì al «mix» di vaccini a vettore virale e vettore mRna in seconda dose.

La Regione ha comunicato il suo “adeguamento”  con una lunga – e polemica – nota firmata dal presidente Vincenzo De Luca, lo stesso che appena qualche ora prima aveva consumato l'ennesima fuga in avanti con strappo istituzionale sull'argomento vaccino anti-Covid19. Proprio ieri, infatti, De Luca aveva inviato al ministero della Salute una richiesta di delucidazioni. Incassata la risposta (e la lunga fila di polemiche) oggi è arrivata la controreplica:

Ci auguriamo che le vicende degli ultimi giorni convincano tutti della necessità di porre fine al caos comunicativo e informativo sui vaccini. È indispensabile parlare con una voce sola. Cessino le comunicazioni quotidiane del commissario Covid, che va ricondotto a una silenziosa funzione tecnico-logistica. Cessino le esternazioni di esponenti di diversi organismi nazionali.

Si affidi la comunicazione medico scientifica al solo Ministero della Salute, nella persona del Direttore generale della prevenzione, così come avvenuto per la nostra richiesta di chiarimenti. E così come avviene in ogni paese civile.

Dice il governatore salernitano che il ministero della Salute «non ha detto in modo esplicito cosa si fa in caso di terza dose per chi ha ricevuto due vaccini diversi» e che fa riferimento ad uno studio inglese «relativo a una platea estremamente ridotta per la fascia di età sotto i 50 anni, ed è pertanto non definitivo, sulla base dei dati a oggi disponibili».

La campagna vaccinale in Campania si svolgerà secondo le seguenti modalità:

  1. ai nuovi vaccinati non sarà somministrato Astrazeneca al di sotto dei 60 anni;
  2.  rispetto al vaccino Johnson & Johnson , la Regione dice che «la posizione del Ministero non è definita in modo chiaro e vincolante». Pertanto tale vaccino non sarà somministrato sotto i 60 anni;
  3. prosegue la vaccinazione di massa con Pfizer e Moderna;
  4.  a chi ha fatto la prima dose di Astrazeneca si dovrà somministrare la seconda dose Astrazeneca solo sopra i 60  anni;
  5. sotto i 60 anni si dovrà fare il richiamo solo con vaccini Pfizer o Moderna: In conclusione, dovendo vaccinare la popolazione più giovane d’Italia, la Campania con la nota «richiede per l’ennesima volta, e sollecita, la fornitura aggiuntiva di vaccini Pfizer e Moderna, anche in relazione alla popolazione studentesca da vaccinare».
663 CONDIVISIONI
25849 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni