Influenza killer in Veneto. La vittima è Marco Parissenti, ex sindaco di Voltago Agordino, in provincia di Belluno. Aveva 57 anni, compiuti solo il giorno prima della tragedia, e lavorava negli uffici della provincia. Il decesso è avvenuto nella serata di lunedì, 11 febbraio, all’ospedale San Martino di Belluno, dove era ricoverato dallo scorso 2 febbraio, a causa, come si legge nel referto dei medici, della sindrome del distress respiratorio acuto, shock settico. L'uomo è stato colpito da polmonite virale, una complicazione dell'influenza che lo aveva sfiancato nei giorni precedenti. La vittima era in macchina mentre si stava recando a lavoro, quando improvvisamente ha perso i sensi, è uscito di strada ed è stato trasferito al pronto soccorso.

Sotto choc la sua famiglia, gli amici e i colleghi, che non avrebbero mai potuto immaginare un epilogo simile. Parissenti, dopo l'esperienza come primo cittadino di Voltago, conclusasi nel 2009, e poi di consigliere comunale, lavorava a Palazzo Piloni dove si occupava del servizio di pianificazione. "È sempre triste quando mancano persone giovani – ha detto al Gazzettino Bruno Zanvit, suo successore al Comune -. Sono loro i pilastri di comunità come la nostra, popolata in particolare da anziani". Straziante è anche il ricordo dei suoi colleghi: "Lavorava con noi, fianco a fianco e la notizia della sua morte ci ha lasciato esterrefatti. Era di animo buono e generoso, una persona sempre disponibile. Non vederlo seduto al tavolo con noi, ci ha fatto male. La situazione è terribile, si fa fatica a crederci".