8 Settembre 2022
13:00

Nuovo, rivoluzionario vaccino anti malaria efficace all’80%: nel 2020 morti 500mila bambini

Il vaccino antimalarico R21/Matrix-M sviluppato dall’Università di Oxford ha mostrato un’efficacia dell’80% contro la malaria clinica, un risultato eccezionale.
A cura di Andrea Centini

Un nuovo vaccino contro la malaria ha dimostrato un'efficacia dell'80 percento in uno studio clinico condotto in Africa sui bambini, rappresentando una potenziale rivoluzione contro questa letale patologia infettiva. Come riportato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in un comunicato, la malaria – provocata dalla puntura della zanzara anofele infettata dal plasmodio – nel 2021 ha provocato 241 milioni di casi e nel 2020 ha ucciso 627mila persone. L'Africa è il continente più colpito in assoluto, col 95 percento dei casi e il 96 percento di tutti i decessi per malaria, che nella stragrande maggioranza dei casi (80 percento) riguarda bambini sotto i 5 anni di età. Ciò significa che nel 2020 ha perso la vita mezzo milione di piccoli. Sono numeri agghiaccianti che potrebbero essere abbattuti grazie a questo nuovo farmaco, risultato sicuro ed efficace.

A mettere a punto e testare il nuovo vaccino antimalarico, chiamato R21/Matrix-M, è stato un team di ricerca internazionale guidato da scienziati dello Jenner Institute dell'Università di Oxford e del NIHR Oxford Biomedical Research Centre, che hanno collaborato a stretto contatto con i colleghi dell'Unité de Recherche Clinique de Nanoro – Institut de Recherche en Sciences de la Santé (Burkina Faso), della società biofarmaceutica americana Novavax e di altri istituti. Gli scienziati, coordinati dalla professoressa Mehreen S. Datoo, docente presso il Centre for Clinical Vaccinology and Tropical Medicine dell'istituto di Oxford, hanno realizzato il proprio vaccino contro la malaria in modo non dissimile da quello della GSK, già approvato lo scorso anno dall'OMS. Si tratta di una preparazione adiuvata basata sull'antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg), legato alla porzione C-terminale e alle ripetizioni centrali della proteina circumsporozoite del Plasmodium falciparum (CSP), il protozoo responsabile della malaria. Rispetto al precedente vaccino ha una percentuale superiore di proteine dell'organismo unicellulare trasmesso dalle zanzare.

I ricercatori hanno testato il vaccino in uno studio clinico di Fase 1/2b randomizzato e controllato in centinaia di bambini tra i 5 e i 17 mesi di Nanoro, nel Burkina Faso. Il primo gruppo di bambini è stato trattato con tre dosi da 5 microgrammi di R21 associato a 25 microgrammi di adiuvante Matrix-M; il secondo gruppo di bambini con lo stesso vaccino ma associato a 50 grammi di adiuvante; il terzo con un vaccino di controllo, il Rabivax-S. Incrociando tutti i dati è emerso che il vaccino R21/Matrix-M è risultato sicuro, immunogenico (con produzione significativa di anticorpi neutralizzanti) e protettivo contro la malaria clinica, con un'efficacia dell'80 percento nei bambini trattati con l'alto dosaggio. Sono risultati estremamente promettenti che potrebbero rivoluzionare la battaglia contro una delle patologie infettive più mortali del pianeta.

“Pensiamo che questi siano i migliori dati sul campo con qualsiasi vaccino contro la malaria”, ha dichiarato con entusiasmo alla BBC il professor Adrian Hill, direttore dello Jenner Institute dell'Università di Oxford, in prima linea anche contro la pandemia di COVID-19. Lo scienziato sottolinea che il vaccino potrà essere venduto a pochi dollari e si augura che possa essere distribuito al più presto per salvare vite umane, “sicuramente entro la fine del prossimo anno”, ha chiosato l'esperto. Grazie a questo vaccino “potremmo davvero assistere a una riduzione molto sostanziale di quell'orrendo impatto della malaria”, ha aggiunto il professor Hill. Presto verrà sperimentato in uno studio clinico di fase più avanzata con migliaia di partecipanti. La speranza è che venga approvato quanto prima e riesca a salvare centinaia di migliaia di vite ogni anno. I dettagli della ricerca “Efficacy and immunogenicity of R21/Matrix-M vaccine against clinical malaria after 2 years' follow-up in children in Burkina Faso: a phase 1/2b randomised controlled trial” sono stati pubblicati sull'autorevole rivista scientifica specializzata The Lancet Infectious Disease.

Il vaccino anti Covid rende più efficace un trattamento contro il cancro
Il vaccino anti Covid rende più efficace un trattamento contro il cancro
Anticorpo monoclonale Nirsevimab efficace all'80% contro il virus che provoca bronchiolite nei bimbi
Anticorpo monoclonale Nirsevimab efficace all'80% contro il virus che provoca bronchiolite nei bimbi
Vaccino Covid efficace contro la sottovariante Omicron BA.2: calo a 15 settimane dalla terza dose
Vaccino Covid efficace contro la sottovariante Omicron BA.2: calo a 15 settimane dalla terza dose
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni