Continuano senza sosta le indagini sul furto del Water d'oro avvenuto lo scorso fine settimana  nell’Oxfordshire, in Gran Bretagna . La polizia locale ha già arrestato due persone ritenute coinvolte nel colpo milionario ma al momento dell'opera dell'artista italiano Maurizio Cattelan purtroppo non vi è alcuna traccia. Eppure ora le attenzioni degli inquirenti sono concentrate proprio nel seguire la pista della refurtiva prima che possa essere distrutta. "Continuiamo a indagare, la nostra priorità è adesso è recuperare la refurtiva", ha confermato infatti  il capo ispettore dei detective della Thames Valley Police, Steven Jones. Gli inquirenti però al momento sembrano avere ben poco in mano. Lo confermano i continui appelli a "chiunque sia in possesso di informazioni" utili alle indagini in modo che contatti al più presto la polizia.

Due sospetti arrestati e rilasciati per il furto del water d'oro

Gli arresti eseguiti in questi giorni non sembrano aver nemmeno confermato la dinamica esatta del furto avvenuto nella dimora-museo di Blenheim Palace, storico edificio inglese nella Valle del Tamigi, noto fra l'altro come luogo di nascita di Winston Churchill. I due arrestati infatti sono sospettati vi aver avuto solo un ruolo minore nella vicenda. Si tratta di un uomo di 66 anni arrestato il giorno dopo il furto del Water d'oro e rilasciato su cauzione e un 36enne di Cheltenham arrestato invece lunedì ma poi rilasciato e ancora sotto inchiesta. Sulle identità di entrambi la polizia mantiene il massimo riserbo per non intaccare le indagini e dare vantaggi ai ladri.

Furto del water d'oro , la dinamica del colpo

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, la banda di criminali è entrata in azione nella notte tra sabato e domenica, sicura che non avrebbe trovato personale all'interno e ha lasciato la scena intorno alle 4.50 del mattino. I ladri hanno impiegato diverse decine di minuti per portare via il Water d'oro che è realizzato in oro massiccio da 18 carati e dal valore stimato di 5 milioni di euro ma era normalmente utilizzabile come toilette. I malviventi hanno usato almeno due veicoli durante il furto causando anche notevoli danni e allagamenti. “Stiamo seguendo una serie di piste investigative, è un'indagine approfondita per trovare e consegnare i responsabili del furto alla giustizia" hanno spiegato dalla polizia.