Un caccia "Eurofighter" spagnolo ha lanciato accidentalmente un missile aria-aria durante un'esercitazione in Estonia, fortunatamente senza causare conseguenze. Lo ha dichiarato il portavoce dell’esercito estone, capitano Ivo Vahemets. Sull'incidente ha aperto un'inchiesta il ministero della Difesa di Madrid.

Il missile lanciato erroneamente dall’Eurofighter Typhoon dell’Aeronautica iberica, parte della missione di polizia aerea della Nanto sul Baltico, trasportava 10 chili di esplosivo e l'ultima volta che è stato localizzato era a circa 40 chilometri a nord di Tartu, seconda città estone. Alcuni frammenti potrebbero essere piovuti a terra, in una zona comunque non troppo popolata. "Alle operazioni di ricerca partecipano tre elicotteri Robinson dell'Aeronautica estone. Se sarà necessario alla ricerca si unirà anche poliziotti e soccorritori… tuttavia ancora abbiamo troppo poche informazioni", ha detto il portavoce dell’esercito estone, capitano Ivo Vahemets.

Il jet, di stanza in Lituania, era impegnato in un un'esercitazione di routine nei cieli estoni assieme a un altro "Eurofighter" spagnolo e a due caccia francesi "Mirage 2000". Tutti i quattro aerei sono rientrati indenni nella base di Siauliai.  Dopo il lancio, il caccio è ritornato nella sua sede operativa di Šiauliai, in Lituania. Non è ancora chiaro se il lancio sia stato causato da un errore del pilota, da un bug del computer di volo o del sistema del controllo degli armamenti dell’aereo. Il premier estone Juri Ratas ha deplorato l’incidente su Facebook, riferendo che solo “grazie a Dio” non ci sono state vittime.

Il missile AIM-120 AMRAAM ha una lunghezza di 3,6 metri, un diametro di 17,7 centimetri e un'apertura alare di 52,5 centimetri. Il peso al lancio è di 150 kg: è solitamente armato con una testata a frammentazione esplosiva ad alto potenziale da 18 kg per un raggio utile compreso tre i 50 ed i 160 km (dipende dalle versioni).