1.397 CONDIVISIONI
Covid 19
19 Luglio 2021
13:31

Un americano su 5 crede che tramite i vaccini Covid il governo applichi microchip sulla popolazione

Mentre aumentano i contagi Covid in tutti gli Stati Usa a causa della variante Delta, un sondaggio effettuato da Economist/YouGov ha mostrato come almeno un americano adulto su 5 rifiuti di vaccinarsi perché crede che i il siero venga usato dal governo per applicare microchip sulla popolazione. L’allarme del Cdc: “Questa sta diventando la pandemia dei non vaccinati”.
A cura di Ida Artiaco
1.397 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La quasi totalità degli americani non vaccinati teme gli effetti collaterali del vaccino più di quanto tema il Covid-19, mentre almeno uno su cinque crede che il governo stia usando i vaccini stessi per applicare microchip sulla popolazione. È quanto è emerso da un sondaggio effettuato da Economist/YouGov, che ha tracciato anche il profilo di coloro che rifiutano il vaccino Covid proprio mentre a causa della diffusione anche oltreoceano della variante Delta i contagi sono in aumento in tutti e 50 stati a stelle e strisce. È stato utilizzato, per il sondaggio, un campione rappresentativo a livello nazionale di 1.500 cittadini adulti statunitensi intervistati online tra il 10 e il 13 luglio.

Secondo il sondaggio in questione, sono soprattutto i sostenitori repubblicani a rifiutare il vaccino. Più di un quarto di quest'ultimi (29%) afferma che non verrà vaccinato, di contro al 4% dei Democratici. Ma ci sono anche altre differenze. Il rifiuto del vaccino è più alto tra la popolazione bianca che tra i neri e gli ispanici americani, più alto nel Midwest e nel Sud che altrove nel Paese, ed è anche maggiore tra quelli con minor livello di istruzione. "Le loro posizioni – si legge nel documento – potrebbero non cambiare mai. C'è poco che questo gruppo crede possa fargli cambiare idea". E poi ancora, il 90% degli intervistati che rifiuta la vaccinazione teme i possibili effetti collaterali del vaccino più di quanto temono il Covid-19 stesso e solo il 16% crede che la maggior parte dei nuovi casi si stiano verificando tra i non vaccinati. Meno di uno su dieci di coloro che rifiutano il vaccino si fida dei consigli medici del Dottor Anthony Fauci e solo uno su cinque si fida dei Centers for Disease Control. Inoltre, coloro che rifiutano le vaccinazioni credono a due teorie negative sugli effetti dei vaccini Covid: una parte pensa che sia probabile che i vaccini in generale causino l'autismo e un'altra che questo vaccino in particolare venga utilizzato dal governo per inserire microchip sulla popolazione. Ma, si legge nel documento, "la maggior parte degli americani rifiuta queste teorie".

Al momento, il 49,1% della popolazione over 12 negli Usa ha terminato il ciclo vaccinale. Sono state somministrate finora 338 milioni di dosi. "Questa sta diventando la pandemia dei non vaccinati – ha avvertito la direttrice del Cdc, Rochelle Walensky -, stiamo vedendo una forte crescita dei casi in parti del paese che hanno una bassa copertura vaccinale, perché le persone non vaccinate sono a rischio". Anche perché, come ha spiegato Jen Psaki, la portavoce della Casa Bianca, "sappiamo che il 99,5% delle persone che ora sono in ospedale non sono vaccinate e le persone che stanno morendo di Covid non sono vaccinate". Di conseguenza stanno tornando anche alcune restrizioni: Chicago ad esempio ha imposto dei limiti ai viaggiatori provenienti dal Missouri e l’Arkansas, considerati bacini per la variante Delta. A Los Angeles sono nuovamente obbligatorie le mascherine al chiuso anche per i vaccinati.

1.397 CONDIVISIONI
31293 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni