0 CONDIVISIONI

Trattori, rientra protesta a Bruxelles: quartiere Ue in tilt per ore, bloccato accesso all’aeroporto

Secondo la polizia belga, sono stati circa 900 i trattori presenti alla manifestazione: roghi e petardi, lancio di uova, vie bloccate e interdetto l’accesso all’aeroporto. Tre agenti feriti. La protesta è rientrata solo in serata.
A cura di Biagio Chiariello
0 CONDIVISIONI
Immagine

È praticamente rientrata la protesta dei trattori a Bruxelles, al termine di una giornata con non pochi grattacapi per le forze dell'ordine.

Tre agenti di polizia sono infatti rimasti feriti negli scontri avvenuti in mattina lungo la Chaussée d'Etterbeek, a pochi metri da Commissione Ue e Consiglio.

Secondo la polizia belga, sono stati circa 900 i trattori presenti alla manifestazione.

Le proteste degli agricoltori a Bruxelles

In rue de La Loi, a pochi metri dalla Commissione europea e dall’Europa Building i mezzi hanno formato un lungo corteo e sono stati segnalati diversi roghi, appiccati dagli agricoltori arrivati da diversi Paesi d'Europa per protestare contro la Politica agricola comune (Pac) e il Green Deal. Alcuni cassonetti sono dati alle fiamme. Gli agenti in tenuta antisommossa hanno contenuto gli incendi con gli idranti.

Gli agricoltori hanno anche lanciato uova contro il palazzo Lex, edificio del Consiglio Ue situato accanto alla sede istituzionale: per allontanali la polizia ha sparato lacrimogeni.

I trattori hanno poi bloccato le vie di accesso all’aeroporto di Bruxelles, rimuovendo il presidio dopo qualche ora. Le forze dell'ordine hanno chiuso i tunnel Reyers-Centre, Tervueren, Cinquantenaire e Loi, nonché le fermate della metropolitana di Schuman e Maelbeek.

Immagine

Ue tende la mano ai trattori: "Possibile riaprire i negoziati"

"Dovrebbe essere possibile già riaprire i negoziati in questo mandato" sulla Pac (Politica agricola comunitaria) "se vogliamo far qualcosa rapidamente per gli agricoltori". Lo ha detto il commissario Ue all'agricoltura Janusz Wojciechowski spiegando che "a breve termine possiamo essere più flessibili a livello dell'interpretazione del concetto di circostanze straordinarie" per gli agricoltori "perché non sono in grado di operare normalmente".

Ma prima della scadenza attuale della Pac al 2027 "possiamo rispondere agli agricoltori anche riflettendo su una riapertura degli atti di base della Pac".

0 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views