Torna a tremare la terra nelle Filippine. Una nuova forte scossa di terremoto di magnitudo 6.5 è stata registrata sull'isola di Mindanao, due giorni dopo un altro forte sisma che ha provocato vittime e danni sull’isola. Secondo i dati dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) e del servizio geologico statunitense Usgs, il terremoto sull’isola filippina di Mindanao è avvenuto alle 9:11 ora locale, quando in Italia erano le 2:11, con ipocentro a circa 15 km di profondità ed epicentro vicino Kisante. Al momento non ci sono ancora informazioni su eventuali danni a persone o cose. L’ultimo terremoto di magnitudo 6.5 che ha colpito le Filippine è il terzo forte evento sismico di questo mese nel Sud del Paese asiatico. L'epicentro è stato individuato più o meno nella stessa zona di dove due giorni fa la violenta scossa di magnitudo 6.6 ha provocato frane e altri danni.

Vittime e danni negli ultimi terremoti nelle Filippine – Nel terremoto di due giorni fa sono morte almeno otto persone – tra le vittime si conta anche un bambino –, quasi 400 sono rimaste ferite e oltre 2700 case ed edifici, tra cui scuole e ospedali, sono stati danneggiati secondo l'Ufficio della Protezione civile. Altre persone sono morte nella precedente scossa di terremoto registrata sempre in questo ultimo mese, il 16 ottobre, nelle Filippine. In quella occasione, un terremoto di magnitudo 6,3 ha ucciso almeno sette persone, ferito più di 200 e distrutto o danneggiato più di 7000 edifici.