Centosessanta stupri ai danni dei figli delle sue compagne avvenuti nell'arco di quattordici anni. Questi sono i reati che hanno fatto scattare, in Francia, il fermo per un cittadino italiano di 52 anni. Come riferisce l'agenzia France Presse, l'uomo è stato fermato nei pressi di Strasburgo, a Rumersheim-Le-Haut.

Gli episodi risalgono agli anni compresi tra il 2000 e il 2014 e vedono vittime i figli delle compagne che si sono avvicendate al suo fianco in questi anni. Gli episodi sono avvenuti tutti in Germania, dove è stato spiccato mandato d'arresto europeo. Secondo le forze dell'ordine francesi, in Germania sarebbero 122 le inchieste aperte a suo carico. Per le autorità francesi che hanno effettuato il fermo, sarebbe fuggito dalla Germania per trovare rifugio in Alsazia.