Una violentissima esplosione è avvenuta nella zona industriale di Tarragona, a circa 100 chilometri a Sud di Barcellona in Spagna, in un impianto petrolchimico. La deflagrazione, avvenuta alle 18.45 di questa sera, ha generato una vasto incendio. Sono in azione i pompieri. Le immagini che stanno girando sui social sono impressionanti.

Il disastro è avvenuto in un impianto dell'Iqoxe, impresa che produce ossido di etilene, sostanza infiammabile utilizzata per la produzione di diversi materiali. Il primo bilancio dell'esplosione è di un morto e almeno sei  feriti, di cui uno molto grave, ma il numero delle persone coinvolte potrebbe salire nelle prossime ore. La protezione civile ha invitato gli abitanti di La Canonja, Vilaseca e di tre quartieri di Tarragona di rimanere in casa, chiudendo ermeticamente porte e finestre. L'area dell'incendio è stata isolata dalla polizia, mentre è stata interrotta la circolazione sulla vicina linea ferroviaria.

Stando a quanto rivela El Mundo la vittima sarebbe morta a causa del crollo della palazzina in cui viveva. Sul posto sono in azione centinaia di soccorritori; polizia e vigili del fuoco stanno cercando di spegnere l'incendio ma anche di comprendere le cause dell'incidente. Le autorità, dopo aver isolato l'area, hanno invitato i cittadini a tenere chiuse porte e finestre per evitare il rischio di inalare sostanze tossiche.

La Iquxe è l'unica azienda produttore di ossido di etilene in Spagna, con un potenziale di 140.000 tonnellate all'anno. Il 50% di questa produzione serve per la fabbricazione glicole, uno dei principali materie prime per la produzione di polimeri PET