Oggi 3 novembre i cittadini statunitensi sono chiamati alle urne per decidere se confermare Donald Trump per altre quattro anni o eleggere Joe Biden come nuovo presidente. Nei giorni prima del voto i sondaggi hanno cercato di intercettare i consensi e prevedere chi sarà il vincitore delle prossime presidenziali, se il candidato democratico o l'attuale inquilino della Casa Bianca, repubblicano. I risultati delle elezioni americane arriveranno non prima di stanotte, precedute dalle proiezioni e dagli exit poll sull'Election Day.

Negli USA in ogni Stato si gioca una partita: i sondaggi a livello nazionale sono una guida per comprendere la popolarità generale di ciascun candidato nel Paese, ma non sempre si rivelano efficaci nel prevedere il risultato finale delle elezioni, anche se quest'anno c'è probabilmente da fidarsi di più. Bisogna infatti tenere conto di alcuni fattori. In primis quello dell'elezione indiretta, per cui gli elettori di ogni Stato eleggono dei cosiddetti "grandi elettori" che a loro volta si riuniscono nel Collegio elettorale e votano presidente e vicepresidente. Il sistema di votazione segue poi un principio preciso, quello del winner takes all, cioè quello per cui il candidato che ottiene la maggioranza dei voti in uno Stato ottiene anche tutti i grandi elettori che sono a questo attribuiti. Vincere il maggior numero di voti a livello nazionale, in altre parole, non comporta la vittoria delle elezioni. Chiarite queste precisazioni, andiamo a vedere cosa dicono i sondaggi nazionali.

Chi vincerà tra Trump e Biden: i sondaggi alla vigilia dell'Election Day

Alla vigilia del voto, i sondaggi del celebre sito FiveThirtyRight davano a Biden davanti a Trump per un margine di 8,4 punti. Secondo RealClearPolitics, invece il vantaggio sarebbe di circa 6,5 punti. Cresce l'incertezza anche nei sondaggi: gli occhi sono puntati sugli swing states, in particolare sulla Pennsylvania.

I sondaggi sulle elezioni USA negli stati chiave

Gli ultimi sondaggi sul voto negli stati chiave vedono un leggero vantaggio del candidato democratico Biden sull'attuale presidente Donald Trump. Nella rilevazione effettuata il 1 novembre da Cnn, in Wisconsin, uno dei cosiddetti "stati chiave", Biden è in vantaggio con il 52% a fronte del 44% di Trump; situazione simile in Michigan, con i due sfidanti rispettivamente al 53 e 41%. In Arizona e North Carolina è in atto un testa a testa. Secondo un altro sondaggio di New York Times/Siena College, Biden è in vantaggio su Trump in quattro stati chiave: Arizona (+6), Florida (+3), Pennsylvania (+6) e Wisconsin (+11). Infine, la rilevazione Washington Post-Abc registra in Florida e un vantaggio dell’ex vice di Obama in Pennsylvania, dove ha il 51% delle preferenze contro il 44% di Donald Trump.

Elezioni americane, il sondaggio del 29 ottobre: Biden supera Trump di 5 punti percentuali

Secondo gli ultimi sondaggi sulle elezioni presidenziali negli Stati Uniti, il democratico Joe Biden è favorito rispetto allo sfidante e attuale Presidente Donald Trump. L'ultima rilevazione di IBD/TIPP di giovedì 29 ottobre registra infatti un vantaggio di circa 5 punti percentuali da parte di Biden su Trump. Per quanto riguarda i sondaggi negli swing states, Biden al momento viene dato vincitore anche in Carolina del Nord, Michigan e Texas. In Ohio, invece, resta in vantaggio Trump, ma con un margine di soli 2 punti.

I sondaggi del 26 ottobre, Biden in testa su Trump

Il candidato democratico, Joe Biden, risulta davanti a Donald Trump per la maggioranza dei sondaggi nazionali. Un vantaggio ben consolidato che negli ultimi mesi si è sempre mantenuto attorno ai 10 punti percentuali. Al 26 ottobre, facendo una media dei principali sondaggi, il candidato democratico risulta in vantaggio sullo sfidante repubblicano. In particolare, per IBD/TIPP Biden è in testa tra il 44% e il 51%. Secondo U.S.C Dornsife, invece, l'ex vice di Barack Obama sarebbe alla guida in una fascia tra il 42% e il 54%. Secondo il New York Times, l'ultimo dibattito prima dell'Election Day non ha particolarmente modificato gli equilibri che si sono registrati nelle ultime settimane e, citando i due principali istituti di sondaggi, Biden è in vantaggio con un margine che va tra i 7 e i 12 punti.

Anche secondo il famoso sito di sondaggi fivethirtyeight.com Biden è il favorito. Le possibilità di una vittoria di Trump sono 12 su 100 contro le 88 su 100 del candidato democratico. Viene poi fatto il punto dalla situazione negli Stati dove l'esito del voto è più incerto. In Georgia ad esempio, uno Stato storicamente repubblicano, il vantaggio di Trump è debole: 53% contro il 47% di Biden. Partita decisamente aperta anche nello Stato dell'Iowa, dove Trump e Biden sono rispettivamente al 51% e 49%.