Mancano pochi giorni alle elezioni presidenziali statunitensi e Joe Biden, candidato democratico, è in testa sia nei sondaggi nazionali che nella maggior parte di quelli dei singoli Stati. Una riconferma per l'attuale presidente Usa e candidato dei Repubblicani, Donald Trump, sembra uno scenario lontano se si guarda ai numeri degli ultimi sondaggi: ma negli Stati Uniti questi hanno spesso riservato alcune sorprese, facendosi smentire nella notte elettorale. Come allo scorso turno di presidenziali, nel 2016, quando tutti i maggiori istituti davano Hillary Clinton come vincitrice: previsione che, come sabbiamo oggi, era totalmente sbagliata.

Secondo un sondaggio di IBD/TIPP aggiornato a oggi, giovedì 29 ottobre, Biden sarebbe in vantaggio di circa 5 punti su Trump, con un margine che da dal 45 al 50%. Questo per quanto riguarda le previsioni a livello nazionale. Che però sappiamo poter essere fuorvianti. In questo senso è interessante andare a vedere che cosa dicono i sondaggi nei singoli Stati, in particolare degli swing states, da cui dipende gran parte dell'esito del voto.

Nella Carolina del Nord, ad esempio, i repubblicani sono stati storicamente sempre in vantaggio, anche se con poco margine, sui democratici. Al momento però Biden è in testa in questo Stato, con ben 6 punti in più secondo un sondaggio di Citizen Data. In Michigan, un altro battleground state dove alle scorse elezioni presidenziali Trump ha portato a casa la vittoria, Biden è in vantaggio di 9 punti. Stesso discorso in Texas, che è invece tradizionalmente uno Stato repubblicano, ma che in queste elezioni si sta dimostrando decisamente in bilico per Trump. Infine in Ohio, storico swing state, la vittoria potrebbe andare tanto ai democratici quanto ai repubblicani. Per ora rimane in vantaggio Trump, anche se lievemente, con un margine di soli 2 punti. L'esito non è scontato.

Secondo il celebre sito di sondaggi, fivethirtyeight.com, a livello nazionale il vantaggio di Trump è netto. Simulando le elezioni decine di migliaia di volte, tenendo conto delle intenzioni di voto, ma anche dell'early vote, la possibilità di una vittoria di Trump sono 11 su 100. Quella di una vittoria di Biden, invece, 89 su 100.