Il fantasma di un nuovo scandalo aleggia su Buckingham Palace. Ancora una volta i guai sono per il principe Andrea. E, ancora una volta, sono di natura sessuale. Una vecchia accusa di abusi su una minorenne americana, di cui si era in parte persa memoria, coinvolge ora direttamente il principe Andrea, duca di York e terzogenito di Elisabetta II. Lo riporta il quotidiano britannico Guardian. La presunta vittima, di cui non è stato divulgato il nome, ha lanciato le pesanti accuse in un documento presentato in un tribunale della Florida nell’ambito di una procedura legale portata avanti da alcune donne che sostengono di essere finite nel giro di “schiave del sesso” organizzato da Jeffrey Epstein, il finanziere USA condannato nel 2008 per pedofilia, che le avrebbe messe a disposizione di personaggi ricchi e potenti. Tra loro ci sarebbe appunto Andrea col quale la vittima sarebbe stata ripetutamente "forzata ad avere relazioni sessuali”.

Casa Reale smentisce

Un portavoce della famiglia reale ha negato il coinvolgimento del figlio della regina nella “sporca” vicenda di abusi sessuali che risalirebbe al periodo 1999-2002. “Ogni idea di indecenza con minori è categoricamente falsa”, ha dichiarato, sottolineando che il principe non è stato citato come parte in causa nell'azione legale e non ha avuto l'opportunità di rispondere alle accuse. Già in passato, però, fu coinvolto in altri scandali a causa della sua controversa amicizia con Epstein. I due furono fotografati insieme nel dicembre 2010, dopo che l’uomo d’affari aveva scontato 18 mesi di carcere per aver spinto alla prostituzione una minore. C’è peraltro da dire che Andrea, 54 anni, ex pilota della Royal Navy, era già salito agli onori della cronaca per la sua relazione durata 18 mesi con l'attrice hard Koo Stark nel 1982 quando tornò in patria da eroe dalla Guerra delle Falkland.