Stanno portando verso la pista di un attacco terroristico, forse di un lupo solitario, gli sviluppi investigativi su quanto avvenuto ieri sera a Reading, nel sud dell'Inghilterra. Diverse persone sono state accoltellate nel parco Forbury Gardens. Secondo quanto riporta il Sky News, ci sarebbero almeno tre morti e altre due persone ricoverate in condizioni critiche in ospedale. Dopo l'iniziale incertezza sul movente, una fonte investigativa ha fatto trapelare la pista del terrorismo.

Il premier britannico Boris Johnson ha diffuso un tweet per dirsi "inorridito" dell'accaduto ed esprimere la sua vicinanza alle vittime e la sua solidarietà a servizi di emergenza. "I miei pensieri sono con tutti quelli coinvolti in questo orribile incidente a Reading e i miei ringraziamenti vanno ai servizi di emergenza sulla scena", le parole di Johnson. Anche la ministra dell’Interno, Priti Patel, ha espresso poco dopo la sua “preoccupazione” per l’incidente.  Gli agenti della Valle del Tamigi hanno spiegato che l‘uomo arrestato è un venticinquenne del posto e hanno ammesso che le indagini sono supportate dall'unità antiterrorismo.

L'aggressione è avvenuta intorno alle 19.30 ora locale. Forbury Gardens è il luogo in cui negli ultimi weekend si sono tenute le proteste del Black Lives Matter, per solidarietà con il movimento USA sceso in piazza dopo l’uccisione di George Floyd da parte della polizia, ma al momento non ci sarebbero indicazioni di un collegamento tra l'incidente e le manifestazioni. L’area è rimasta chiusa e intorno alle 23 la polizia, secondo testimoni, avrebbe fatto irruzione all'interno di un edificio poco lontano dal quale sarebbe anche giunto un rumore come di uno scoppio. Gli stessi organizzatori delle proteste, che anche ieri si sono tenute nel parco, escludono comunque qualsiasi collegamento con l'attacco. Nieema Hassam ha detto alla Bbc che "tutte le persone che hanno partecipato alla protesta sono salve, nessuno di noi è stato coinvolto, eravamo andati tutti via quando è successo"