Anche quella di Capodanno purtroppo è stata una notte di paura in Albania dove una nuova forte scossa di terremoto ha fatto tremare la terra poco prima dell'alba. Il sisma ha avuto intensità pari a magnitudo 4.2 della scala Richter ed è stato registro dai sismografi poco prima delle 4 del 1 gennaio 2020 non lontano da Durazzo. Secondo i dati diffusi dall'agenzia geologica statunitense Usgs, il terremoto ha avuto epicentro in mare a circa 27 chilometri a nordovest della città di Durazzo. L'ipocentro del fenomeno sismico localizzato invece a una profondità di circa 13 chilometri. Il sisma, registrato alle alle 3:53 della notte tra martedì e mercoledì, pare sia stato avvertito dalla popolazione residente lungo le aree costiere dell'Albania ma fortunatamente la scossa di terremoto non ha causato danni a persone o cose .

La scossa di terremoto di oggi in Albania è solo l'ultima di un lunga serie di eventi sismici che hanno colpito il Paese balcanico dopo il terribile terremoto di magnitudo 6.5 che ha colpito la zona il 26 novembre scorso causando oltre 50 morti e 2mila feriti e lasciando danni enormi a edifici pubblici e privati. In realtà è tutta l'area adriatica e balcanica a essere interessata da uno sciame sismico che va avanti da tempo, spesso con scosse di lieve entità ma a volte con scosse decisamente più importanti e devastanti per la popolazione. Sempre nella giornata di oggi, ad esempio, i sismografi hanno registrato un altro terremoto poco più a nord, in Bosnia ed Erzegovina, con intensità pari a magnitudo 3.2 ed epicentro sulla terraferma a sud di Mostar. Anche in questo caso fortunatamente non si registrano danni o feriti