Un sospetto attacco con gas nocivi è avvenuto oggi nella metropolitana di Londra in corrispondenza della centralissima stazione Oxford Circus. Tanta paura per i passeggeri, molti dei quali soccorsi e assistiti da personale paramedico per tosse e difficoltà di respirazione; le loro condizioni di salute non desterebbero preoccupazione. La British Transport Police è stata allertata alle ore 9.13 locali (le 10.13 in Italia).  La carrozza del treno coinvolta è stata rimossa dalla circolazione e messa temporaneamente in quarantena, riporta la Bbc. Dai primi sintomi dell'intossicazione si ipotizza si sia trattato di gas lacrimogeno, inodore e incolore.

Caccia a due uomini

Le autorità hanno diffuso alcune foto su Twitter, in cui si vedono due uomini: non è chiaro se si tratti degli autori dell’attacco; la British Transport Police infatti non li definisce “sospettati”, ma persone “in possesso di informazioni che potrebbero essere rilevanti per le indagini”. Uno sui trent'anni con i capelli scuri, l'altro è rossiccio e sembra più giovane. Indossano jeans, t-shirt e scarpe da ginnastica.

I racconti dei passeggeri della metro

Renae Brown, 27 anni, in viaggio verso nord sulla Victoria Line, ha raccontato all' Evening Standard gli avvenimenti tra le stazioni di Green Park e Oxford Circus. Brown, che si stava recando a Oxford per il compleanno del fidanzato ha raccontato: "avevamo appena lasciato Green Park quando c'è stato un po' di trambusto nel vagone accanto al nostro, ma non riuscivamo a capire cosa stesse accadendo, abbiamo pensato che la borsa di qualcuno fosse rimasta incastrata tra i due vagoni. Poi dal vagone accanto sono arrivati due uomini barcollando, abbiamo pensato fossero ubriachi. Allora tutti hanno cominciato a tossire e a scostarsi. Il mio primo pensiero è stato di andarmene e ho sperato che nessuno tirasse il freno d'emergenza perchè saremmo rimasti bloccati. Appena arrivati a Oxford Circus siamo scappati".