Non ce l’ha fatta Willie Thorne, il campione inglese di biliardo che dallo scorso fine settimana era ricoverato in un ospedale in Spagna per un’insufficienza respiratoria. Thorne, di 66 anni, si è spento all’1.55 di mercoledì 17 giugno. A darne notizia, attraverso una pagina su GoFundMe, è stata la sua assistente, Julie O’Neill. “Con il cuore gonfio di tristezza devo annunciare che all’1.55 di questa mattina Willie Thorne è morto – ha scritto O’Neill in un post – . Willie ha avuto uno shock settico e non rispondeva più ad alcun trattamento, così l’ospedale ha preso la decisione di spegnere le macchine che lo tenevano in vita. Sono rimasta con lui fino alla fine, leggendogli i messaggi delle persone. È morto serenamente e dolcemente, ascoltando i figli che gli dicevano che gli volevano bene e questo mi dà un po’ di conforto in questo momento difficile”.

Thorne era attaccato a un ventilatore – Poche ore prima la donna aveva lasciato altri messaggi su GoFundMe – per finanziare le cure del campione sono stati donati poco più di 22.000 euro – e aveva aggiornato i fan sulle condizioni di salute di Thorne. “Lo stanno curando con tre diversi antibiotici per tre tipi di infezioni che in questo momento sembra lo stiano consumando – aveva scritto – . Speriamo che i trattamenti a cui viene sottoposto siano d’aiuto per le sue condizioni e che ad un certo punto gli permettano di respirare autonomamente. La situazione è grave e difficile per tutti, abbiamo bisogno di preghiere e positività”. L’uomo era in coma indotto e attaccato a un ventilatore.

Aveva sconfitto il cancro ma stava lottando contro la leucemia – Willie Thorne stava combattendo contro la leucemia: la malattia gli era stata diagnosticata lo scorso marzo, dopo che il campione di biliardo aveva già sconfitto un cancro alla prostata. Willie Thorne era un giocatore di biliardo molto popolare: nella sua carriera ha raggiunto due quarti di finale del Campionato del mondo e ha vinto il Mercantile Credit Classic nel 1982.