Diciassette persone, compresa una donna incinta, sono morte e altre 42 sono rimaste ferite in seguito ad un incidente stradale in Marocco che ha coinvolto un pullman e una vettura nel nord del Paese. L'incidente si è verificato avvenuto ieri pomeriggio a Taza, a un centinaio di chilometri da Fes. Il pullman di linea, proveniente da Berkane e diretto a Fes, si è scontrato con un'utilitaria poco dopo la partenza. Il bilancio delle vittime non è ancora definitivo e sono in corso indagini per verificare la dinamica dell'incidente.

Tunisia, bus precipita in un dirupo per 70 metri: morti 26 ragazzi

Quello avvenuto in Marocco non è stato l'unico grave incidente in un paese nordaricano nella giornata di ieri. In Tunisia, infatti, 26 persone hanno perso la vita in seguito a una tragedia simile: un autobus turistico con 43 persone a bordo partito da Tunisi e diretto ad Ain Draham, località molto gettonata nei mesi autunnali nel nord ovest del paese, è precipitato in un dirupo per 70 metri. Tutte le vittime e i 16 feriti, alcuni dei quali versano in gravissime condizioni, avevano tra i 20 e i 30 anni. "E' molto probabile che l'autista dell'autobus abbia perso il controllo del veicolo in una curva conosciuta per essere pericolosa e il mezzo si è capovolto quattro volte prima di adagiarsi su un fianco al fondo della scarpata", ha dichiarato il direttore regionale della protezione civile di Jendouba, Mounir Ryabi, aggiungendo che il bus è precipitato da un'altezza di 70 metri. Secondo il ministro tunisino del Turismo, René Trabelsi, il bus turistico apparteneva ad un'agenzia di viaggi riconosciuta e con regolare licenza. Per fare luce sulla tragedia, una delle più gravi del paese nordafricano negli ultimi anni, è stata aperta un'inchiesta.