La giovane di 17 anni morta a Londra (Twitter).
in foto: La giovane di 17 anni morta a Londra (Twitter).

Paura a Londra, dove la notte scorsa il centro città si è trasformato in un vero e proprio far west. Nel giro di un'ora, tra le 21:30 e le 22:30 di lunedì 2 aprile, ci sono state ben due sparatorie. La prima si è verificata a Tottenham, dove una ragazza di 17 anni è stata colpita alla testa ed è morta per le gravi ferite riportate; quando i soccorsi sono arrivati sul luogo, i sanitari l'hanno trovata già agonizzante e, nonostante vari tentativi di rianimarla, non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso. Tra le prime a lanciare l'allarme è stata la madre della giovane vittima, che si trovava evidentemente non molto lontana da casa. Un residente ha riferito di aver sentito più colpi, come se stesse esplodendo una bomba. "Non è bello, vivo qui da 40 anni e ultimamente questo posto è diventato invivibile: droga, coltellate, omicidi", ha dichiarato alla stampa locale.

È caccia in tutta la City all'uomo che ha aperto il fuoco, anche se al momento gli inquirenti si stanno muovendo al buio. Non si conoscono le cause nè l'esatta dinamica di quanto successo, e pure l'identità della ragazza è stata tenuta nascosta per volontà della famiglia. Di lei si sa solo che si chiamava Tanesha. Un altro ragazzo, di 16 anni, era stato trovato poco prima con gravi ferite provocate da arma da fuoco nell'area di Walthamstow, a due miglia di distanza nella zona est di Londra. Anche un suo amico coetaneo è stato colpito, ma non è in pericolo di vita. Anche in questo caso, l'aggressore è fuggito via e non è stato effettuato nessun arresto.

Stando a quanto ha riferito l'emittente Bbc, che riporta fonti ufficiali, pare che le due sparatorie non siano collegate. Tuttavia, questi episodi non fanno altro che sottolineare quanto la città britannica sia diventata pericolosa negli ultimi tempi, addirittura più violenta di New York. Dall'inizio dell'anno sono stati registrati 30 omicidi, e soltanto nella settimana dal 14 al 20 marzo hanno perso la vita ben otto persone, tutte sotto i 30 anni. L'amministrazione locale ha provato a rassicurare gli abitanti sottolineando che la City "resta una delle città più sicure al mondo". Itanto, la Met Police, la polizia della capitale britannica, ha annunciato il dispiegamento di altri cento agenti per fronteggiare i crimini.