2 Gennaio 2019
19:15

Libia, gazzella impacchettata tra i trolley del nastro trasportatore in aeroporto

L’animale era stato impacchettato come una comunissima valigia per poi essere spedito in un volo interno.
A cura di Redazione

Tra un trolley, uno zaino e una valigia sui nastri trasportatori dell'aeroporto di Mitiga, città poco distante da Tripoli, in Libia, è apparsa persino una gazzella. Qualcuno, evidentemente troppo sicuro di sé, aveva impacchettato l'animale convinto che si potesse spedire come un normale bagaglio in un volo interno destinato alla città di Ghat. La fotografia è stata resa virale dal The Lybia Observer.

Lo scatto, che nel volgere di poche ore è stato condiviso da migliaia di persone, ha mandato su tutte le furie gli amanti degli animali e gli animalisti, in primis il Libyan Wildlife Trust, che senza mezzi termini ha chiesto: "Dove sono le autorità che debbono far rispettare la legge?". Da anni infatti la gazzella libica è a rischio di estinzione, a causa della caccia e del bracconaggio incontrollato che sono seguiti al crollo del regime di Gheddafi nel paese.

In realtà va precisato che nel paese le violazioni sono all'ordine del giorno e riguardano quotidianamente cittadini libici e migranti in transito.

Il caro-benzina incendia le proteste in Kazakistan, assalto ai palazzi governativi e aeroporto bloccato
Il caro-benzina incendia le proteste in Kazakistan, assalto ai palazzi governativi e aeroporto bloccato
Oltre 30mila migranti sono stati intercettati nel Mediterraneo e respinti in Libia nel 2021
Oltre 30mila migranti sono stati intercettati nel Mediterraneo e respinti in Libia nel 2021
Tempesta di neve a Seattle, l'aeroporto Tacoma bloccato
Tempesta di neve a Seattle, l'aeroporto Tacoma bloccato
21 di askanews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni