Un neonato è morto un mese dopo essere stato attaccato dai cani dei suoi genitori a casa. Reuben McNulty non aveva nemmeno un mese quando è stato quasi sbranato dai due Staffordshire Bull Terrier, Fizzy e Dotty, vicino a Peterborough, in Regno Unito. La mamma e il papà, Amy Litchfield, 28 anni, e Danny McNulty, 31 anni, sono stati arrestati per negligenza e successivamente rilasciati.

Il padre di Amy, Peter Litchfield, ha difeso la coppia che ha tenuto una veglia di preghiera per il loro bambino dopo l'attacco del 18 novembre. "Se fossero orribili genitori, non avrebbero fatto quella veglia. Le persone devono rendersi conto che ci sono sempre due lati della storia” ha detto Peter. Reuben è stato ricoverato all'ospedale di Addenbrooke a Cambridge in seguito all'attacco, ma è morto ieri, ha riferito la polizia. Un uomo che vive di fronte all'appartamento della coppia afferma di aver “fatto sempre attenzione” ai cani, da quando sono stati presi dalla famiglia.

Chiedendo di non essere nominato, l'uomo ha detto ai media britannici: "[Dan] stava mostrando alla gente il suo nuovo bambino perché ne era così orgoglioso. Quando mi ha mostrato le foto, gli ho detto di fare attenzione perché quei cani potrebbero non essere adatti per il bambino. So come sono i cani quando diventano gelosi. E lui mi ha detto: ‘lo farò’. Ha detto ‘Io e Amy ci pensavamo comunque’. Non riesco a capire cosa sia successo”. I cani sono stati entrambi abbattuti.