video suggerito
video suggerito
Conflitto Israelo-Palestinese

Israele bombarda una scuola che ospitava sfollati a Gaza: almeno 29 morti e decine di feriti

Almeno 29 palestinesi sono stati uccisi e decine feriti in un attacco aereo israeliano su un campo sfollati nei pressi di una scuola nel sud di Gaza. Lo rendono noto fonti mediche. Si tratta del quarto attacco a edifici scolastici negli ultimi quattro giorni.
A cura di Davide Falcioni
27 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Un nuovo massacro: almeno 29 palestinesi sono stati uccisi e decine sono rimasti feriti in un attacco aereo israeliano su un campo sfollati nei pressi di una scuola nel sud di Gaza. Lo rendono noto fonti mediche, secondo cui l'edifico preso di mira è quello di al-Awda, nella città di Abasan al-Kabira, a est di Khan Younis.

In un video che circola sul web si vedevano i corpi straziati di una dozzina di persone e molti feriti, tra cui diversi bambini riversi sul pavimento del vicino ospedale. Fonti mediche hanno affermato che il bilancio delle vittima è destinato ad aumentare viste le condizioni di molti dei feriti.

La scuola di Al-Awda ospita gli sfollati provenienti dai villaggi orientali di Khan Younis. L'attacco, come afferma la BBC, ha portato a una distruzione diffusa e alla morte di svariate donne e bambini. "Parti di cadaveri sono disseminati ovunque e anche molte persone che alloggiavano nelle tende fuori dalla scuola sono rimaste ferite". Quello ad Abasan al-Kabira è il quarto attacco contro o in prossimità di scuole che ospitano sfollati negli ultimi quattro giorni.

L'esercito israeliano ha affermato di aver effettuato i primi tre raid perché i politici, ufficiali di polizia e combattenti di Hamas li stavano usando come basi, circostanza che tuttavia ai sensi del diritto internazionale non giustifica l'uccisione di civili innocenti, come avvenuto.

Immagine

Sabato scorso un raid israeliano ha colpito la scuola al-Jawni gestita dall'ONU a Nuseirat, nella parte centrale di Gaza, uccidendo 16 persone. L'agenzia ONU per i rifugiati palestinesi, UNRWA, ha affermato che 2mila civili si erano rifugiati lì in quel momento. Il giorno seguente, un attacco alla scuola della Sacra Famiglia gestita dalla chiesa a Gaza City ha ucciso altre quattro persone. Il Patriarcato latino, proprietario dell'edificio, ha affermato che centinaia di persone avevano riempito i locali poche ore prima che venissero bersagliati. Un'altra scuola gestita dall'UNRWA a Nuseirat è stata colpita ieri causando decine di feriti.

Secondo l'UNRWA, più di 500 persone sono state uccise nelle scuole e in altri rifugi sotto la sua gestione a Gaza dall'inizio della guerra.

27 CONDIVISIONI
917 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views