9 Dicembre 2022
07:49

Incendio in un grande centro commerciale vicino a Mosca, un morto. “Forse un atto criminale”

Un incendio è scoppiato nel grande centro commerciale Mega Khimki, a nord-ovest di Mosca. Le fiamme si sono propagate su 7.000 metri quadrati all’interno della struttura. Di possibile atto “criminale”, parlano i servizi di emergenza locali.
A cura di Biagio Chiariello

Un enorme incendio è scoppiato questa mattina alle 6 ora locale (le 4 in Italia) nel grande centro commerciale MegaKhimki, alla periferia nord-occidentale di Mosca. Il bilancio al momento è di un vittima, lo ha reso noto il dipartimento del ministero delle Emergenze, come riporta la Tass. "Purtroppo una persona è rimasta uccisa. Sono in corso i lavori per spegnere l'incendio", ha detto il capo del dipartimento del ministero delle Emergenze, Sergey Poletykin.

Nei filmati che circolano sui social media si vede la struttura avvolta dalle fiamme, che si sono propagate su una superficie totale di 18 mila metri quadrati. Secondo il media bielorusso d’opposizione Nexta le fiamme si stanno sviluppando su un’area di 7 mila metri quadrati.

La Direzione principale del Ministero delle situazioni di emergenza nella regione di Mosca ha fatto sapere che "il tetto dell'edificio, una superficie di 250 metri quadrati, è in fiamme". Il dicastero dell'ambiente e delle risorse naturali ha invece assicurato che non è stato registrato alcun eccesso dei valori massimi consentiti di inquinanti nell'aria intorno al Mega Khimki.

Sulle cause del rogo circolano notizie contrastanti. Secondo quanto riferito da una fonte del servizio d'emergenza alla Tass a provocarlo sarebbe stato un cortocircuito in un grande magazzino Obi e un'esplosione ha fatto sì che le fiamme si propagassero. Altre agenzie di stampa russe parlano invece di "sospetto dolo".

L'intelligence russa, citata da Interfax, parla del sospetto di "un atto deliberato, un incendio criminale", adducendo fonti non identificate, sull'origine dell'incendio, ma non viene esclusa la pista di un incidente, frutto della violazione delle norme di sicurezza. Secondo la Tass, infatti, "la causa dell'incendio è stata una violazione delle regole per l'esecuzione di lavori di saldatura nell'annesso ipermercato Obi, che era in fase di ricostruzione.

Il Ministro della Difesa ucraino:
Il Ministro della Difesa ucraino: "Mosca pianifica una grande offensiva in vista del 24 febbraio"
Zelensky sospetta che Putin sia morto, ma Mosca lo smentisce:
Zelensky sospetta che Putin sia morto, ma Mosca lo smentisce: "È vivo, lo accetti"
Imprenditore gambizzato mentre torna a casa nel centro di Vibo Valentia: “Vile atto intimidatorio”
Imprenditore gambizzato mentre torna a casa nel centro di Vibo Valentia: “Vile atto intimidatorio”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni