13 Agosto 2020
10:03

Il Regno Unito cambia il metodo di conteggio delle vittime: 5mila morti in meno per il covid

Il Regno Unito ha annunciato ieri di aver modificato la metodologia di conteggio dei morti per Covid-19, registrando solo quelli avvenuti entro 28 giorni da un test positivo, e di aver in questo modo ridotto di oltre 5mila unità il numero dei decessi totali. Ad oggi, quindi, sono 41.329 i decessi e non 46.706.
A cura di Davide Falcioni

Il Regno Unito ha annunciato ieri di aver modificato la metodologia di conteggio dei morti per Covid-19, registrando solo quelli avvenuti entro 28 giorni da un test positivo, e di aver in questo modo ridotto di oltre 5mila unità il numero dei decessi totali. La decisione è nata dall'esigenza di adottare un unico metodo per tutte e quattro le nazioni (Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord) dopo che è emerso che l'Inghilterra avrebbe incluso decessi avvenuti mesi dopo il test positivo, e non entro 28 giorni. Ad oggi, quindi, il Regno Unito conta 41.329 decessi e non 46.706. Tale aggiornamento, tuttavia, non è stato ancora acquisito da uno dalla Johns Hopkins University, uno degli enti  più seguiti in tutto il mondo nel monitoraggio della pandemia.

L'Inghilterra ha avuto tasso mortalità in eccesso più alto d'Europa

A partire da oggi quindi le autorità del Regno Unito includeranno nella lista dei morti per covid-19 tutte le persone decedute entro 28 giorni dall'esecuzione di un tampone positivo. Finora erano stati conteggiati anche i decessi verificati dopo i 28 giorni allo scopo di non sottostimare le conseguenze della pandemia, ma ora il metodo verrà cambiato in modo significativo. Secondo gli epidemiologi, tuttavia, il metodo migliore per calcolare le conseguenze di un'epidemia è quello di valutare il tasso generale di mortalità, che secondo i dati pubblicati due settimane fa dall'Ufficio nazionale di statistica (Ons) britannico è stato il più alto in Europa durante la prima metà di quest'anno. L'Ons ha calcolato che l'Inghilterra è stato il primo paese della lista per numero di decessi. "L'Inghilterra non ha avuto il picco più alto di mortalità, ma ha avuto il periodo continuo più lungo di mortalità in eccesso di qualsiasi altra nazione presa in considerazione dalla nostra analisi", si legge nel rapporto.

Edwin Morgan dell'Ons ha dichiarato al quotidiano britannico "The Guardian" che "il picco più alto di mortalità a livello nazionale è stato in Spagna, e a livello locale in alcune aree del Nord Italia e della Spagna centrale". Morgan ha detto che malgrado nessuna delle quattro nazioni del Regno Unito abbia raggiunto un picco di mortalità alto come quello della Spagna o come quello delle aree maggiormente colpite in Italia, i decessi in eccesso sono stati geograficamente registrati per tutto il Regno durante tutta la durata della pandemia. Quella del Regno Unito è stata di conseguenza una situazione diversa da quella degli altri paesi dell'Europa occidentale, dove i casi erano maggiormente localizzati a livello geografico.

Regno Unito, via libera al vaccino Covid ai minori dai 12 ai 15 anni
Regno Unito, via libera al vaccino Covid ai minori dai 12 ai 15 anni
Vaccini Covid ai giovani e terza dose ai fragili: così il Regno Unito si prepara all'inverno
Vaccini Covid ai giovani e terza dose ai fragili: così il Regno Unito si prepara all'inverno
Regno Unito, vicepreside fa stuprare una ragazzina da un 52enne. Il preside: "Siamo sotto choc"
Regno Unito, vicepreside fa stuprare una ragazzina da un 52enne. Il preside: "Siamo sotto choc"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni