video suggerito
video suggerito
Elezioni europee 2024

Europee, la premier danese presa a pugni durante un evento elettorale a Copenaghen

In serata la premier danese Mette Frederiksen è stata picchiata da un uomo a Copenaghen. L’uomo è stato arrestato.
A cura di Annalisa Cangemi
20 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La premier danese, la socialdemocratica Mette Frederiksen, è stata picchiata con pugni oggi nel centro di Copenaghen: l'aggressore stato arrestato, ma ancora non è noto il movente dell'attacco. La premier, secondo quanto riferisce la stampa danese, è sotto shock, ma sarebbe rimasta illesa. Secondo quanto riferito, l'incidente è avvenuto al mercato.

La premier danese si trovava a Kultorvet, una piazza nel centro di Copenaghen, per una manifestazione elettorale. Frederiksen, 46 anni, è alla guida del partito socialdemocratico danese, alla testa di una coalizione di centrosinistra dal giugno del 2019. La premier ha condotto in varie occasioni la campagna elettorale con la candidata leader dei socialdemocratici all'Ue per un evento insieme a Christel Schaldemose, in vista delle elezioni europee di domenica 9 giugno (in Danimarca si vota in una sola giornata). Christel Schaldemose fa sapere però, come riporta l'agenzia di stampa Ritzau, che stasera la presenza di Frederiksen al Kultorvet non era legata alla sua campagna elettorale.

Le reazioni

"Mette è naturalmente sorpresa per l'attacco", ha scritto sui social il ministro dell'Ambiente, Magnus Heunicke, commentando l'attacco. "Devo dire che scuote tutti noi che le siamo vicini. Qualcosa del genere non dovrebbe accadere nel nostro Paese bello, sicuro e libero", ha aggiunto. "Indipendente dai disaccordi politici, la campagna elettorale ed il resto, questa è una cosa negativa ed inaccettabile", ha concluso il ministro appellandosi alla responsabilità della cittadinanza.

"Sono indignato per l'aggressione alla premier danese Mette Frederiksen stasera a Copenaghen. Condanno fermamente questo vile atto di aggressione. Tutti i miei pensieri sono con te e la tua famiglia, cara Mette, e spero che supererai presto questo orrendo attacco", ha scrutto su X il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel.

"L'aggressione di stasera alla premier danese è spaventosa. La violenza non ha posto in politica. Tieni duro, Mette!", ha scritto su X la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola.

Il premier svedese Ulf Kristersson ha condannato l'attacco alla collega danese: "Un attacco ad un leader democraticamente eletto è anche un attacco alla nostra democrazia", ha scritto su X.

"Sono profondamente scioccato dall'aggressione alla mia collega e amica Mette Frederiksen a Copenaghen. Condanno fermamente qualsiasi forma di violenza contro i leader democraticamente eletti nelle nostre società libere. I miei pensieri sono con te e ti auguro forza in questo momento difficile", ha commentato su X il premier finlandese Petteri Orpo.

"Sono turbata dalla notizia dell'aggressione al Primo Ministro danese Mette Frederiksen. Un intollerabile atto di violenza che rappresenta un attacco al cuore dei valori democratici. Alla collega Mette tutta la mia solidarietà", ha scritto in una nota la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, commentando l'aggressione.

"Cara Mette, sono rimasta così scioccata dalla notizia della tua aggressione stasera. Condanno questo atto spregevole che va contro tutto ciò in cui crediamo e per cui lottiamo in Europa. Ti auguro forza e coraggio: so che ne hai in abbondanza", ha detto su X la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

20 CONDIVISIONI
374 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views