Opinioni
21 Marzo 2018
18:02

Contrari all’accordo Kosovo-Montenegro, i parlamentari protestano lanciando fumogeni in Parlamento

Durante la discussione per l’approvazione dell’accordo sui confini tra Kosovo e Montenegro,raggiunto nel 2015, i parlamentari kosovari dell’opposizione hanno a più riprese lanciato fumogeni in Aula in segno di protesta.
A cura di Charlotte Matteini

L'opposizione parlamentare non ha gradito le decisioni della maggioranza e ha protestato in maniera plateale, lanciando fumogeni in mezzo all'Aula. Così è terminata la discussione relativa all'approvazione dell'accordo sui confini tra Kosovo e Montenegro risalente al 2015. I deputati dell'opposizione, in disaccordo con le decisioni, hanno tirato fuori diverse bombolette di fumogeni in Aula e hanno preso a lanciarle proprio durante la seduta dell'Assemblea della Repubblica. Come spiega un articolo de Il Post, però, pare che questo tipo di protesta sia in realtà tipica in Kosovo e sia accaduto già altre volte in passato.

Il lancio di fumogeni in Aula ha provocato la sospensione della seduta e, una volta svuotata e ventilata l'Aula parlamentari, i deputati hanno fatto ritorno per continuare la discussione. In quel momento, però, dai banchi dell'opposizione è ripreso il lancio di fumogeni e lacrimogeni.

Il Kosovo, spiega Il Post, "deve approvare l’accordo sui confini raggiunto nel 2015 per ottenere il permesso per i suoi cittadini di viaggiare negli stati dell’Unione senza visto – è l’unico stato balcanico per il quale è prevista questa norma –, ma l’opposizione è contraria perché sostiene che assegni al Montenegro circa 80 chilometri quadrati sui quali il Kosovo ha legittime pretese".

Dopo ore, il parlamento del Kosovo ha approvato la ratifica dell'accordo con il Montenegro, nonostante le proteste a suon di lacrimogeni. I voti a favore sono stati 80, i contrari 11. In aula al momento del voto erano presenti 91 deputati.

Milanese, classe 1987, da sempre appassionata di politica. Il mio morboso interesse per la materia affonda le sue radici nel lontano 1993, in piena Tangentopoli, grazie a (o per colpa di) mio padre, che al posto di farmi vedere i cartoni animati, mi iniziò al magico mondo delle meraviglie costringendomi a seguire estenuanti maratone politiche. Dopo un'adolescenza turbolenta da pasionaria di sinistra, a 19 anni circa ho cominciato a mettere in discussione le mie idee e con il tempo sono diventata una liberale, liberista e libertaria convinta.
Draghi: "Accelerare allargamento Ue, vogliamo anche l'Ucraina"
Draghi: "Accelerare allargamento Ue, vogliamo anche l'Ucraina"
0 di askanews
Bimba di 4 anni veglia per due giorni la mamma morta: “Era accanto al suo letto”
Bimba di 4 anni veglia per due giorni la mamma morta: “Era accanto al suo letto”
Neonato morto in ospedale a Birmingham: indagata un'infermiera che lo avrebbe avvelato
Neonato morto in ospedale a Birmingham: indagata un'infermiera che lo avrebbe avvelato
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni