Allarme Coronavirus a bordo di un traghetto della Gnv (Grandi Navi Veloci) che collega Nador in Marocco con la città di Séte, in Francia. Il comandante della nave si è visto rifiutare il permesso di attraccare al porto francese nella serata di ieri sabato 10 ottobre 2020. A bordo, riferiscono media d'oltralpe, ci sono tra le 600 e le 800 persone, e secondo la polizia dell'Herault, anche più casi sospetti di Covid-19 tra i passeggeri e i membri dell'equipaggio. Il divieto è scattato ieri sera, e ora la nave farebbe rotta verso Genova, in Italia, ma secondo il sito d'informazione Francebleu.fr, non vi sarebbe ancora conferma. La compagnia dal canto suo riferisce di discussioni tra il governo marocchino e quello francese per trovare una soluzione alla situazione, ma fino a questa mattina i viaggiatori che avrebbero dovuto salire a bordo del traghetto erano ancora in attesa di informazioni nel parcheggio antistante al porto.

Sulla nave, spiega Gnv in una nota, "stanno viaggiando 430 passeggeri: le procedure di screening sistematico implementate dalla compagnia hanno consentito di individuare 5 casi asintomatici positivi a bordo, posti immediatamente in isolamento cautelativo come da prassi. Le autorità francesi, considerata la situazione epidemiologica locale, hanno richiesto l'implementazione di particolari procedure pre-sbarco. La compagnia in coordinamento con le Autorità preposte sta approntando tali misure. Su ciascun viaggio da e per il Marocco, inoltre, imbarca una equipe medica con laboratorio che procede a ulteriore test molecolari di tutti i passeggeri durante la navigazione".