Non si fermano le violenze in Medio Oriente. Un'intera famiglia di 10 persone, otto bambini e due donne, è morta nel crollo di una casa di tre piani nella parte occidentale di Gaza City, bombardata da Israele. Ne danno notizia i media israeliani e palestinesi. Altre 15 persone sono rimaste ferite. È sopravvissuto all’attacco solo un bimbo di pochi mesi: secondo alcuni testimoni il piccolo sarebbe stato trovato vivo sotto le macerie grazie alla madre che gli ha fatto da scudo. Si tratta del più alto numero di vittime in un solo bombardamento dall'inizio della campagna militare. Secondo un testimone, l’edificio sarebbe stato colpito da almeno tre bombe. L'edificio è adiacente al campo profughi di al-Shati e questo fa pensare che il numero delle vittime potrebbe essere ancora più altro. Le vittime palestinesi degli attacchi a Gaza sono più di 132, inclusi 32 bambini.

Colpiti altri obiettivi a Gaza: "Hamas sta pagando il prezzo del suo terrore"

L’esercito israeliano ha fatto sapere che "in risposta agli oltre 2.000 razzi lanciati da Gaza verso Israele, nella notte sono stati colpiti il quartier generale dell'intelligence militare di Hamas, sito di lancio dei razzi, il quartier generale di lancio di razzi superficie-superficie e due squadre di terroristi". "Hamas sta pagando il prezzo del suo terrore", si legge ancora in un tweet. Dopo alcune ore di quiete sono ripresi stamane i lanci di razzi da Gaza verso il sud di Israele, in particolare nelle città di Ashkelon e Ashdod. Secondo l'esercito i razzi sono stati circa 200, molti intercettati dal sistema Iron Dome. Nella notte uno dei missili lanciati da Gaza ha centrato un appartamento ad Ashdod, mentre un altro è caduto nel porto cittadino colpendo un deposito di carburante e causando una forte esplosione. Al momento non ci sono notizie di vittime.

Morti in Cisgiordania

Si contano altre vittime in Cisgiordania. Almeno 11 le persone che hanno perso la vita e 251 quelle che sono rimaste ferite negli scontri che si sono registrati nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il ministero della Salute dell'Autorità nazionale palestinese precisando che tra i 251 feriti ci sono 26 che versano in gravi condizioni.