2.105 CONDIVISIONI
5 Agosto 2022
16:07

Barca a vela si rovescia, lo skipper sopravvive per 16 ore nella bolla d’aria dello scafo

La storia di Laurent Camprubi, skipper 62enne di origine francese, riuscito a sopravvivere per 16 ore nella bolla d’aria dello scafo della sua barca a vela dopo che questa si era rovesciata: “Operazione al limite dell’impossibile”.
A cura di Ida Artiaco
2.105 CONDIVISIONI

È riuscito a sopravvivere per 16 ore dopo che la sua barca a vela si era rovesciata nell'Oceano Atlantico. Ha dell'incredibile la storia di Laurent Camprubi, skipper 62enne di origine francese: l'uomo si trovava a 14 miglia dalle isole Sisargas, al largo della regione spagnola della Galizia nord-occidentale dopo essere salpato dalla capitale portoghese, Lisbona, domenica mattina, quando dalla sua Jeanne Solo Sailor ha lanciato un segnale di soccorso alle 20.23 di lunedì.

Il mare grosso aveva investito l'imbarcazione, che si era ribaltata. In quel momento, Camprubi si trovava sottocoperta e proprio il fatto di non essere sul ponte gli avrebbe salvato la vita: subito, infatti, si è reso conto che nello stanzino si era formata una bolla d'aria.

Così, prima ha lanciato un messaggio di aiuto, poi si è infilato una muta in neoprene, per resistere alla temperatura dell'acqua che con la notte sarebbe via via diminuita. Infine, ha aspettato l'arrivo dei soccorritori.

Le operazioni di soccorso non sono state una passeggiata, definite da coloro che sono intervenuti "al limite dell'impossibile". Mentre una nave di soccorso con cinque sommozzatori salpava, uno dei tre elicotteri inviati per aiutare le ricerche ha localizzato l'imbarcazione rovesciata. Un sommozzatore è salito sullo scafo per cercare segni di vita e l'uomo all'interno ha risposto ai suoi colpi bussando dall'interno.

Con il mare troppo mosso per tentare un salvataggio, la guardia costiera ha attaccato dei palloni di galleggiamento all'imbarcazione per evitare che affondasse ulteriormente e ha aspettato fino al mattino. Dopo ore l'uomo è stato portato in salvo con l'aereo e trasportato in ospedale per accertamenti.

Ma le sue condizioni erano buone, così è stato dimesso subito dopo. "La vita è bella", ha scritto Camprubi sul proprio profilo Facebook, dove ha anche precisato: "Sto bene, ieri abbiamo rimesso a galla la barca con Edgard e abbiamo analizzato con l'esperto cosa è successo. Oggi andrò a trovare i miei cari. Grazie a tutti".

2.105 CONDIVISIONI
Sopravvive in mare per 18 ore aggrappato ad un pallone di calcio: l'incredibile storia di Ivan
Sopravvive in mare per 18 ore aggrappato ad un pallone di calcio: l'incredibile storia di Ivan
Incidente all'Argentario, scontro tra barche: barca a vela si spezza, 1 morto e 1 disperso
Incidente all'Argentario, scontro tra barche: barca a vela si spezza, 1 morto e 1 disperso
Bloccati in ascensore per ore, si sentono male per il caldo: salvi grazie a uno spiraglio d'aria
Bloccati in ascensore per ore, si sentono male per il caldo: salvi grazie a uno spiraglio d'aria
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni