1.544 CONDIVISIONI
Covid 19
19 Novembre 2021
11:02

Covid Austria, obbligo vaccinale da febbraio 2022. Da lunedì paese in lockdown totale

A partire dal primo febbraio del 2022 in Austria sarà imposto l’obbligo vaccinale alle persone che – a quella data – non avranno ricevuto alcuna dose del vaccino contro il Covid.
A cura di Davide Falcioni
1.544 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

A partire dal primo febbraio del 2022 in Austria sarà imposto l'obbligo vaccinale alle persone che – a quella data – non avranno ricevuto alcuna dose del vaccino contro il Covid-19. Ad annunciarlo stamattina è stato il cancelliere Alexander Schallenberg (OeVP) parlando da Innsbruck all'intera Nazione. L'Austria diventa così il primo Paese dell'Unione Europea ad imporre il vaccino. La decisione, che potrebbe essere imitata anche da altri paesi nei prossimi mesi, è stata presa nonostante le ultime misure imposte nei confronti dei No Vax abbiano aumentato le somministrazioni.

"Ci sono troppe forze politiche che fanno campagna contro il vaccino, le conseguenze di questo sono terapie intensive intasate ed enorme sofferenza umana", ha dichiarato Schallenberg nella conferenza stampa in cui ha annunciato il nuovo lockdown nazionale che inizierà lunedì prossimo e la decisione di rendere la vaccinazione obbligatoria dal prossimo febbraio. "Non è stato facile prendere questa decisione, a nessuno piace adottare misure che limitano la libertà", ha aggiunto il premier affermano che questa decisione è necessaria perché "troppi tra di noi si sono comportati senza solidarietà".

Visto il grave quadro epidemiologico da giorni erano aumentate da più parti le richieste al governo di introdurre l'obbligo vaccinale: l'ordine dei medici si è espresso ieri favorevolmente, spiegando che l'attuale situazione "non è più tollerabile" perché mina seriamente la tenuta del sistema sanitario e impedisce di garantire un'adeguata assistenza medica a milioni di malati non Covid. "Facciamo appello alle forze politiche affinché rendano finalmente obbligatorio il vaccino, spiegando chiaramente le conseguenze alle quali vanno incontro coloro che rifiutano di essere vaccinati", ha riferito in merito all'esito di una videoconferenza delle camere federali e di nove regionali. Il governatore della Stiria Hermann Schützenhöfer (ÖVP) si è associato alla richiesta dei medici, e a seguire l'hanno fatto anche i governatori di Tirolo e Salisburgo.

Da lunedì un Austria lockdown totale per tutti

L’Austria nel frattempo è sempre alle prese con un'importante crescita delle infezioni da SarsCov2. Per questo il governo ha deciso il lockdown totale a livello nazionale a partire da lunedì 22 novembre per tutti. La chiusura durerà al massimo venti giorni e dal 13 dicembre interesserà soltanto i non vaccinati. "Dobbiamo guardare davanti alla realtà, chi è contro al vaccino compie un attento alla nostra salute, non vogliamo la quinta e la sesta ondata, il virus non va via, il virus resta", ha spiegato il cancelliere Alexander Schallenberg nella conferenza stampa con il ministro della Sanità Wolfgang Mueckstein.

1.544 CONDIVISIONI
31830 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni