“Aiutateci a far tornare Angela a ballare". Con questo appello è sta inaugurata una raccolta fondi per supportare il lungo percorso di riabilitazione che dovrà affrontare Angela Grignano, la 24enne trapanese rimasta ferita nell'esplosione che sabato 12 gennaio a Parigi ha distrutto una panetteria nel quartiere parigino dell'Opéra, a causa di una fuga di gas. A promuoverla sulla piattaforma Go Fund è stato Salvatore Grignano, il fratello della giovane: in tre giorni ha già raccolto oltre 15mila dollari. "Angela avrà bisogno di tante cure e la sua ripresa richiederà mesi di lavoro, fisioterapia, cure mediche e risorse. Vi chiediamo di aiutare come meglio potete, ogni tipo di donazione farà la differenza! Aiutateci a far tornare Angela a ballare!"

Angela si era trasferita a Parigi da un mese anche per continuare nel mondo della danza che, dopo anni di studi, le aveva permesso anche di insegnare ai più piccoli. Sabato stava andando a lavorare in rue de Trevise, all'hotel Ibis di Parigi, quando è stata travolta dall'esplosione. Dopo l‘operazione alla gamba, sta già meglio. "Angela ha solo 24 anni e si è avventurata da sola dalla Sicilia a Parigi, in Francia. Ha vissuto in questo nuovo paese solo  pochi mesi, sperando di aprire nuove porte e realizzare il sogno di ballare in questa città famosa in tutto il mondo – scrive la famiglia nell'appello per la raccolta fondi – Arrivata all'ospedale Laribosiere è stata indotta in coma farmacologico e ricoverata d'urgenza nel reparto di rianimazione dell'ospedale con ferite alla mano e alla gamba destra. La sua mano è stata operata subito, ma la sua gamba era in condizioni terribili e, dopo aver ricevuto una prima operazione, è stata sottoposta a una seconda operazione di sei ore in una struttura specializzata".

"Non siamo sicuri di quanti altri interventi chirurgici Angela dovrà subire per rimettersi in piedi, ma siamo molto soddisfatti dei suoi progressi, tuttavia ci sono ancora molti passi da fare per tornare alla normalità". Il denaro raccolto servirà a sostenere le spese ospedaliere e i costi di riabilitazione. L'hashtag scelto per questa campagna è proprio #HelpAngelaDanceAgain: forza Angela!