Una violentissima esplosione si è verificata questa mattina intorno alle 9 a Parigi, in una pasticceria del quartiere dell’Opera. A quanto pare la deflagrazione è avvenuta in una boulangerie in rue de Trevise, non lontano dal teatro delle Folie Bergere. Un palazzo è in fiamme, si segnalano due vigili del fuoco e una cittadina spagnola deceduti oltre ad almeno 34 feriti, dieci dei quali versano in gravi condizioni. Complessivamente sono 3 gli italiani coinvolti.

Gli italiani feriti

Tra questi una ragazza di Trapani, Angela Grignano, che lavora come cameriera nell'hotel Ibis, adiacente alla zona dell'esplosione. Gli altri connazionali sono due giornalisti che si trovavano nella capitale francese per seguire le manifestazioni dei gilet gialli e alloggiavano nell'albergo di fronte alla panetteria dove è avvenuta l'esplosione. Si tratta di Matteo Barzini di Agorà, ferito in modo non grave e accompagnato in ospedale per essere medicato e del videomaker Valerio Orsolini, un operatore di Cartabianca, che si è ferito a un occhio: anche le sue condizioni non destano preoccupazione. L'operatore era a Parigi per seguire il corteo dei gilet gialli con il giornalista Claudio Pappaianni, che è rimasto illeso.

Negli istanti immediatamente successivi all'esplosione nelle persone che si trovavano nella zona è tornato l'incubo di un attacco terroristico. "Ho sentito un boato, poi una fortissima folata di vento", ha raccontato una receptionist di un hotel di rue de Trévise, spiegando di aver fortemente temuto che si stesse compiendo un attentato nelle vicinanze. In realtà ben presto è stato chiaro a tutti che si era trattato di un incidente le cui conseguenze sono ancora tutte da chiarire con certezza. Oggi è attesa in città la nona manifestazione dei gilet gialli, il cui arrivo in centro è atteso per il pomeriggio.

 Le vittime

La spagnola morta nell'esplosione si trovava dentro uno degli hotel vicino alla panetteria. Lo ha annunciato la Procura di Parigi, correggendo così un primo bilancio di quattro morti (due pompieri e due civili) reso noto dal ministro dell'Interno Chistophe Castaner. Tra le altre 34 persone coinvolte, 10 sono in gravi condizioni mentre 24 hanno riportato ferite più lievi.