Una guida alpina è stata uccisa da una valanga a Chamonix, sulle Alpi francesi. La valanga, avvenuta nel giorno di Pasquetta, ha causato anche il ferimento di altre tre persone. La vittima era un noto alpinista francese ed era anche un medico: il suo nome è Emmanuel Cauchy. Faceva parte di un gruppo di sciatori fuori pista: sono stati improvvisamente investiti da un distacco di neve sul massiccio di Aiguilles Rouges.

Le altre tre persone rimaste ferite non sarebbero in gravi condizioni, secondo quanto emerso finora dopo il grave incidente. Cauchy, 58 anni, era un personaggio molto noto nel mondo dell’alpinismo francese. In particolare, era conosciuto in quanto scriveva molto spesso sulla stampa specializzata di settore firmandosi con uno pseudonimo: ‘Dottore Verticale’. Nello specifico, la valanga avrebbe travolto gli scialpinisti sul lato opposto della Val d’Arve rispetto al versante francese del Monte Bianco, in Alta Savoia.

Ieri un’altra tragedia in montagna aveva causato, anche in questo caso in seguito a una valanga, la morte di tre sciatori. L’episodio di ieri è avvenuto sulle Alpi svizzere. Le vittime sono tutte di nazionalità spagnola: altre due persone del gruppo sono invece state ritrovate vive. Facevano tutti parte di un unico gruppo di cinque alpinisti che sciava nel cantone Vallese. La valanga ha colpito gli sciatori quando si trovavano a circa 2.400 metri di quota.