Le elezioni regionali in Basilicata confermano il trend degli ultimi mesi – già registrato anche in Abruzzo e Sardegna – e portano alla vittoria il centrodestra. Il nuovo presidente di Regione sarà Vito Bardi. Quando sono state scrutinate 651 sezioni su 681 il risultato è ormai definito. Il centrodestra con il suo candidato ha ottenuto il 41,94% dei voti. Dietro troviamo il centrosinistra, con Carlo Trerotola, al 33,26%. Terzo posto, molto staccato, per il Movimento 5 Stelle con Antonio Mattia al 20,45%. Dietro, infine, il candidato della lista civica Basilicata Possibile, Valerio Tramutoli, al 4,36%. L’affluenza finale è del 53,52%, quasi il 6% in più rispetto alla precedente tornata delle regionali, quella del 2013, che vide l’affermazione di Marcello Pittella, del centrosinistra.

Per quanto riguarda le singole liste, il partito più votato risulta essere il Movimento 5 Stelle, con il 20,44% dei voti. Di poco dietro la Lega che arriva al 19,16%. Nessun altro partito supera il 10%: nel centrodestra Forza Italia si ferma all’8,91%, Fratelli d’Italia ottiene il 5,92%. Nel centrosinistra, invece, c’erano molte liste collegate a Trerotola. Tra queste la migliore è Avanti Basilicata all’8,60%, seguita da Comunità democratiche – Pd al 7,81%, e da Progressisti per la Basilicata al 4,52%.

Chi è Vito Bardi

Vito Bardi è stato eletto presidente della Regione Basilicata, ottenendo ben più del 40% dei voti. La sua candidatura è stata indicata da Forza Italia e da Silvio Berlusconi che hanno deciso di puntare sull’ex generale della Guardia di finanza. Nato a Potenza nel 1951, Bardi ha quattro lauree: Economia e commercio, Giurisprudenza, Scienze internazionali e diplomatiche, Scienze della sicurezza economica e finanziaria. Sposato da 35 anni, ha due figli. È un grande appassionato di calcio ed è tignosissimo del Napoli. E proprio a Napoli è molto legato Bardi: è lì che infatti è residente e per questo motivo – caso singolare – non ha potuto votare alle elezioni che lo hanno eletto.

Il primo commento di Bardi è arrivato già durante la nottata: “Abbiamo scritto la storia – sono le sue prime parole –. La Basilicata è pronta per il cambiamento. Il centrodestra ha scelto la via del riscatto. Sono emozionato come lucano e onorato come uomo delle istituzioni”. Bardi ha fatto sapere che chiamerà “Berlusconi, Salvini e Meloni per fare una grande festa: è finita una campagna elettorale che è stata un'esperienza fantastica in una regione bellissima”. Ora, ha assicurato il neo-presidente di Regione, “al primo posto dell’agenda c’è il lavoro. I giovani saranno presenti e dovranno avere opportunità in questa terra. La Regione è di tutti e io sarò il presidente di tutti. Trasparenza, meritocrazia e legalità saranno al centro”.