La Lega si prepara alle elezioni europee, con il suo leader, Matteo Salvini, che da settimane ormai sta girando per i palchi di tutta Italia per spiegare le sue idee ai cittadini. La sua idea per la campagna elettorale è semplice e diretta: portare i cambiamenti fatti in Italia anche in Europa. Infatti il suo slogan è "prima l'Italia". Il 26 maggio si voterà per le elezioni europee e, mentre la data che potrebbe cambiare gli equilibri del Parlamento dell'Unione si avvicina, al momento la Lega dovrebbe essere il partito con più preferenze e, secondo gli ultimi sondaggi, dovrebbe arrivare almeno al 30%. Alle prossime elezioni europee la Lega si presenterà con l'EAPN, l'Alleanza Europea dei Popoli e delle Nazioni. Questo gruppo sarà un'evoluzione dell'attuale MENL, di cui già facevano parte alcuni partiti politici e che sta per Movimento per un'Europa delle Nazioni e della Libertà. Marine Le Pen, leader del Front National e fondatrice del MENL, ha chiesto negli scorsi mesi a Matteo Salvini di raccogliere in una nuova grande alleanza i partiti sovranisti europei. Così l'EAPN, presentata un mese fa proprio dal vicepresidente del Consiglio, accoglierà, tra gli altri, l'ultradestra tedesca di Alternative fur Deutschland e il partito della Libertà austriaco, mentre il presidente ungherese Viktor Orban sembra sempre più distante da una possibile alleanza, in attesa di scoprire se anche gli spagnoli di Vox, come sembra probabile, si uniranno alla causa europea.

La Lega ha deciso di presentare Matteo Salvini come capolista in tutte e cinque le circoscrizioni in cui sarà divisa l'Italia per votare per le elezioni europee. Insieme a lui ci saranno tutti gli eurodeputati uscenti, con l'eccezione di Mario Borghezio. Ci saranno diversi volti noti della politica, tra cui Marco Zanni, responsabile esteri del Carroccio, e Gianna Gancia, ex moglie di Roberto Calderoli. Ma correranno alle prossime elezioni anche Antonio Maria Rinaldi, il professore euroscettico dei talk televisivi, Vincenzo Sofo, fidanzato di Marion Le Pen, nipote di Marine e Massimo Casanova, gestore del Papeete Beach di Milano marittima.

Prima l'Italia, buonsenso anche in Europa

A differenza degli altri partiti politici che hanno pubblicato da tempo i loro programmi elettorali, più o meno dettagliati, per le prossime elezioni europee, la Lega ha spiegato le proprie idee con un discorso di Matteo Salvini, postato in un video su Facebook. L'obiettivo del Carroccio è di "portare a Bruxelles, nei palazzi dei burocrati europei, il cambiamento dimostrato in Italia, mettendo prima gli italiani – ha spiegato il ministro dell'Interno – prima i diritti, le regole e il buon senso".

Il manifesto sovranista dei partiti europei

Sul sito della Lega si può trovare il programma politico del MENL, che dopo le elezioni europee si allargherà diventando l'Alleanza Europea dei Popoli e delle Nazioni. In questo breve testo, diviso in sei punti fondamentali, viene sottolineato come innanzitutto si rifiuti "qualsiasi progetto totalitario o autoritario" e si difenda sempre "il principio di democrazia". Poi viene identificata la soluzione ai problemi dell'Ue, ovvero la "sovranità", in opposizione a qualsiasi istituzione europea. "L'identità dei popoli" è un altro aspetto fondamentale da difendere, così come "la specificità di ogni modello economico, sociale e culturale". Anche "la libertà" va difesa a ogni costo, soprattutto quella "digitale che è sempre più minacciata". Infine "la cultura" deve essere "alla base dell'azione politica" e deve "consentire lo sviluppo di una coscienza politica nel cittadino".