Un nuovo modo di fare bookcrossing. È quanto venuto in mente agli operatori del circolo culturale Gocce d’Autore, dove risiede la neonata "Biblioteca di tutti e per tutti". A dare il via all'iniziativa, la presidente dell'associazione, Eva Bonitatibus, che in questo circolo di amanti della lettura nel centro antico di Potenza ha deciso di impiantare dei classici bidoni della raccolta differenziata e trasformarne la funzione d'uso in direzione dello scambio libri. Un nuovo modo di veicolare  libri e cultura, a partire dal valore dell'usato. Nel bidone verde, al posto del vetro, si potranno inserire volumi di saggistica, in quello rosso ci finiscono i testi per bambini e ragazzi, in quelli blu la narrativa e lapalissianamente, nel bidone giallo, i libri gialli e le storie noir.

La Biblioteca di tutti e per tutti a Potenza

In questo modo, è possibile ridare nuova vita a un libro. Libri usati, non necessariamente "passati", che è possibile ritrovare in questo luogo, incastonato tra le stradine del centro di Potenza. Attualmente la "Biblioteca di tutti e per tutti" è tenuta in piedi da volontari che si occupano della manutenzione, organizzando scambi, catalogando libri e facendo in modo che tutto funzioni nel migliore dei modi.

Bookcrossing è amore per la lettura

Servizio che, in un'epoca di libri destinati al macero, appare ancora più imprescindibile e utile per salvaguardare un patrimonio librario che resta, in ogni caso, di grande valore. Non piacerà ai grandi editori, né ai player del commercio on line, e forse nemmeno ai librai (benché sempre più piccole librerie, in giro per il Paese si stiano dotando di piccole biblioteche di quartiere) ma quando parliamo di libri e lettura ciò che va compreso, ancor prima delle cifre di vendita, è il valore della condivisione tra persone che l'esperienza lettura e dell'amore comune per una storia. Cosa che, a quanto pare, in questo angolo di Sud remoto ma vivace, è stato compreso.