Da oggi il Teatro Donizetti di Bergamo riapre, naturalmente senza pubblico. Tra le città italiane più colpite dalla pandemia da Coronavirus c'è purtroppo la città lombarda, che ha pagato uno scotto enorme in termini di vite umane alla prima ondata di Covid-19. Allo stesso tempo, in questi mesi, la città bergamasca è riuscita a rialzarsi e a rinascere dalle sue ceneri. Per questo rappresenta a suo modo un simbolo di rinascita, la conclusione dei lavori di restauro del Teatro Donizetti nel capoluogo bergamasco, dopo tre anni di lavori che oggi riconsegnano nelle mani di cittadini e lavoratori dello spettacolo un patrimonio della cultura nazionale. La riapertura è per il momento solo online e prende le mosse proprio dal Festival Donizetti Opera che da oggi venerdì 20 novembre proporrà sulla nuova “Donizetti webTV” tre nuove produzioni di titoli donizettiani realizzate in queste ultime settimane, nel massimo rispetto delle normative utili al contenimento della pandemia.

La riapertura del Teatro Donizetti a Bergamo

La facciata del teatro prima del restauro
in foto: La facciata del teatro prima del restauro

In proposito, il direttore artistico del festival, Francesco Micheli, ha dichiarato:

La cultura oggi svolge una missione che è prima di tutto sociale e noi dell’opera lirica stiamo cercando di condensare tutte le nostre esperienze al servizio del web dando vita a una vera webTV  con un’offerta da oltre cinquanta titoli originali che accompagni lo spettatore dalla scoperta del festival fino alle prime delle opere. Lo dobbiamo a noi stessi e agli oltre trecento lavoratori dello spettacolo che hanno nel festival Donizetti Opera una delle poche occasioni di lavoro del 2020.

Rai Cultura per Donizetti e Bergamo

Gaetano Donizetti (1797 – 1848)
in foto: Gaetano Donizetti (1797 – 1848)

Per l'occasione l'opera di Gaetano Donizetti “Marino Faliero” sarà proposta Rai Cultura venerdì 20 novembre alle 20 in diretta su Rai5. Lo spettacolo va in scena al Teatro Donizetti di Bergamo, che riapre appositamente per il pubblico televisivo dopo un restauro durato tre anni.

L'opera si svolgerà in assenza di pubblico tra la platea e il palcoscenico, secondo l'originale progetto creativo del duo ricci/forte, recentemente nominato alla direzione della Biennale Teatro di Venezia. Sul podio dell'Orchestra e del Coro del Donizetti Opera è impegnato il Direttore musicale Riccardo Frizza. La regia è curata da Stefano Ricci, protagonista è Michele Pertusi nel ruolo del titolo, cui si affiancano Bogdan Baciu come Israele, Michele Angelini nella parte di Fernando e Francesca Dotto in quella di Elena.