Doveva prendersi cura di quel piccolo di appena quattro mesi durante l'assenza dei genitori invece  lo ha picchiato in maniera brutale accanendosi su di lui fino a provocargli lesioni permanenti che lo hanno reso cieco. Per questo una maestra di asilo nido statunitense, Paige Hatfield, è stata arrestata dalla polizia di Olathe e ora è sotto processo per lesioni gravissime nello stato del Kansas. L'unica colpa del piccolo pare fosse quella di aver vomitato, tanto è bastato infatti per far scattare la furia nella donna che lo ha colpito in testa provocandogli  danni al cervello. Come ricostruito dalla polizia locale, la donna gestiva un asilo nido che non aveva alcuna autorizzazione e quindi completamente illegale anche se le mamme dei piccoli non lo sapevano e lo credevano un luogo sicuro.

Così era anche per Ashleigh Garcia, la mamma del piccolo Kingston Gilbert. "Abbiamo trascorso 18 giorni in terapia intensiva pregando che passasse tutto ma ci è stato detto dai dottori che Kingston non sarà mai più lo stesso bimbo" ha dichiarato la madre, aggiungendo: "Abbiamo dovuto sopportare e accettare che il bambino che stavamo portando a casa non era il bambino che ho lasciato all'asilo quel giorno".  I medici hanno detto che Kingston, che andava all'asilo da appena dieci giorni,  ha subito un "trauma cranico causato da violenti colpi fisici non accidentali". Hanno affermato che le ferite di Kingston derivavano da una "violenza estrema".