550 CONDIVISIONI
20 Settembre 2020
20:34

Verona, arresto cardiaco mentre vota: rianimato dal personale del seggio al telefono col 118

Una persona è stata colpita da un arresto cardiaco all’interno di un seggio elettorale a Verona. È accaduto nel seggio in una scuola in vicolo San Bernardino, nel quartiere San Zeno. La vittima del malore è stata rianimata dalle persone presenti che hanno seguito via telefono le indicazioni della centrale operativa del 118.
A cura di Susanna Picone
550 CONDIVISIONI

In queste ore gli italiani stanno votando per il Referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari, le Suppletive del Senato, le Regionali e le Amministrative. Quelle del 20 e 21 settembre sono le prime elezioni post lockdown: per la prima volta i cittadini sono chiamati alle urne da quando è scoppiata l’emergenza Coronavirus nel nostro Paese. Si tratta quindi di un voto con qualche problema in più ai seggi, dove è necessario rispettare delle norme anti-contagio e dove si segnalano dei casi di presidenti e scrutatori risultati positivi al virus. Tanta paura in un seggio elettorale a Verona anche per un motivo diverso dal Coronavirus: in una scuola nel quartiere San Zeno, in vicolo San Bernardino, intorno alle 16:30 di oggi una persona, durante la votazione, ha accusato un malore ed è stata colpita da arresto cardiaco.

La persona che si è sentita male soccorsa al seggio e poi portata in codice rosso in ospedale – L’elettore che si è sentito male durante il voto è stato subito rianimato dagli scrutatori presenti nel seggio che, su indicazione della centrale operativa del 118 via telefono, hanno recuperato un defibrillatore per i primi interventi di soccorso. Dopo il primo intervento al seggio, le manovre rianimatorie sono proseguite con i sanitari arrivati poco dopo con l'ambulanza che hanno defibrillato con recupero del ritmo cardiaco il paziente che ha accusato il grave malore, che poi è stato trasportato in codice rosso all'ospedale di Borgo Trento dove è stato affidato alle cure del personale.

550 CONDIVISIONI
Ayann muore a 2 anni per arresto cardiaco, il padre: “Lo avevano dimesso dall’ospedale”
Ayann muore a 2 anni per arresto cardiaco, il padre: “Lo avevano dimesso dall’ospedale”
230 di Videonews
Jesolo, Ayann muore a 2 anni per arresto cardiaco. Il padre: "Lo avevano dimesso, vogliamo sapere cosa è successo"
Jesolo, Ayann muore a 2 anni per arresto cardiaco. Il padre: "Lo avevano dimesso, vogliamo sapere cosa è successo"
Previsioni meteo 4 novembre, tempo più asciutto sull'Italia ma non per tutti
Previsioni meteo 4 novembre, tempo più asciutto sull'Italia ma non per tutti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni