274 CONDIVISIONI
14 Giugno 2021
07:35

Ventimiglia, uccide la ex e poi si suicida. L’annuncio e le minacce su Facebook: “Non puoi nasconderti”

Antonio Vicari, 65 anni, ha ucciso la ex compagna Sharon Micheletti, 30enne nel pomeriggio di ieri a Ventimiglia davanti ad un bar. Ha poi cercato di sparare anche all’amico della donna. Dopodiché si è tolto la vita. “Pensa bene che anche quando dormi io sono lì molto vicino figurati quando sei con l’amante non c’è posto che puoi nasconderti” scriveva il 2 giugno su Facebook.
A cura di Biagio Chiariello
274 CONDIVISIONI

 "So tutto, vedo tutto, e quando serve arrivo al momento giusto". Era il 6 maggio e Antonio Vicari, il sessantacinquenne che ieri pomeriggio ha ucciso l'ex compagna Sharon Micheletti di appena 30 anni a Ventimiglia, affidava a Facebook un messaggio al quanto criptico. E ancora solo pochi giorni (2 giugno) un altro post ancor più inquietante: "Pensa bene che anche quando dormi, io sono lì molto vicino, figurati quando sei con l’amante: non c’è posto (dove, ndr) puoi nasconderti". Poco più di una settimana dopo l'uomo ha ucciso per strada davanti ai passanti la ex fidanzata con almeno tre colpi di una pistola calibro 7.65, e poi si è ucciso. Secondo quanto ricostruito i due avevano avuto una relazione che era però finita. Da quel momento è cominciato l'incubo per la giovane che diverse volte ha denunciato Vicari per minacce. Il 65enne era peraltro stato in carcere per molestie contro la prima moglie, era tornato libero a marzo e aveva iniziato a molestare la seconda ex, fino al tragico epilogo di ieri 13 giugno.

Nessun dubbio sul fatto che l'uomo avesse pensato a tutto: quando è andato in un bar di via Tenda, poco lontano da dove poi si è consumato il femminicidio, aveva portato con sé la pistola. Stando alle prime ricostruzioni, Vicari ha visto arrivare Sharon in auto con un uomo. Si è alzato e ha iniziato a seguirli in auto. La Peugeot guidata dall’amico della sua ex si è fermata in via Gianchette: l’uomo è sceso per andare a comprare le sigarette. A quel punto Vicari ha aggiunto: si è avvicinato all’auto in sosta e ha esploso tre colpi, uccidendo Sharon Micheletti, seduta nel sedile del passeggero. La conferma è di un uomo seduto a un tavolino del bar insieme alla famiglia: "Ho sentito tre colpi, non due, non uno. Erano tre". Vicari però non si ferma: è intenzionato ad affrontare anche l'uomo che era con la ex. Lo vede entrare nel locale, lo segue. "Aveva la pistola in mano, è corso qua", raccontano altri testimoni. L'uomo cerca di nascondersi per fuggire dal retro ma nel frattempo la titolare del locale, avendo visto l'uomo armato, ha chiuso la porta a vetri: "Non mi uccidere, io non c'entro niente" gli ha gridato. A quel punto il killer fugge, a piedi, verso il fiume, dove si spara alla testa.

Vicari nel 2001 aveva perso un figlio, Christian, morto vent’anni fa a soli 17 anni in un drammatico incidente ad Airole. "Ciao figlio mio, spero di rivederti al più presto. T.v.b. Kri", aveva scritto su Facebook esattamente un mese prima dell'omicidio-suicidio.

274 CONDIVISIONI
Sassuolo, uccide moglie, suocera e i figli di 5 e 2 anni: poi si suicida
Sassuolo, uccide moglie, suocera e i figli di 5 e 2 anni: poi si suicida
Annuncia l’omicidio del convivente su Facebook e lo uccide, 36enne arrestata a Trapani
Annuncia l’omicidio del convivente su Facebook e lo uccide, 36enne arrestata a Trapani
Omicidio-suicidio a Torino, uccide la moglie e poi si spara: la confessione in un biglietto
Omicidio-suicidio a Torino, uccide la moglie e poi si spara: la confessione in un biglietto
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni