659 CONDIVISIONI
23 Luglio 2021
15:07

“Una soluzione c’è”, poliziotto salva dal tentativo di suicidio un padre disperato: la telefonata

Un poliziotto di Padova ha salvato dal tentativo di suicidio un padre di famiglia disperato. L’agente è rimasto al telefono con l’uomo, che voleva gettarsi nel fiume, parlandoci, e convincendolo a non fare quel gesto: “Capisco che i tuoi problemi sembrano insormontabili, hai la testa confusa…ma non si risolvono così, hai pure dei figli…”.
A cura di Biagio Chiariello
659 CONDIVISIONI

Un poliziotto della Questura di Padova ha salvato dal tentativo un 39enne tunisino padre di tre bambini. L'uomo era disperato per problemi economici.

"Capisco che i tuoi problemi sembrano insormontabili, hai la testa confusa…ma non si risolvono così, hai pure dei figli… Una soluzione ancora c'è, se tu ti fidi di me. Mi chiamo Michele, parlerò io con i servizi sociali…Dammi la mano, andiamo insieme".

Queste le parole che il poliziotto, Michele, ha rivolto all'uomo che pareva intenzionato a gettarsi in un fiume, a Padova. Alla fine però ha desistito: l'agente è riuscito ad afferrarlo per una mano, e assieme ad un collega di pattuglia l'ha portato sull'argine, al sicuro.  La sala operativa della questura era stata contattata al cellulare da un conoscente dell’uomo. Riuscito a mettersi in contatto con lui e appreso che era in procinto di lanciarsi nelle acque del fiume dal lungargine Brusegana, il poliziotto lo ha trattenuto al telefono fino all’arrivo dei soccorsi.

E' srimasto con lui, parlandoci, e convincendolo a non fare quel gesto estremo: "Pensa ai tuoi figli". L'agente Michele ha infatti puntato sulla responsabilità di padre del tunisino: "…non si dimostra di essere un papà solo lavorando…" e l'altro rispondeva: "io ho sempre lottato, ho sempre lavorato per loro…"; "Sì, ma quando un bambino cresce, viene a sapere che il papà ha fatto un gesto estremo, si trova in una situazione molto difficile". "Ci sono situazioni in cui uno non deve mollare la presa. Viene qui…dammi la mano".

659 CONDIVISIONI
Omicidio-suicidio nel Padovano, padre uccide la figlia il giorno del suo compleanno e poi si spara
Omicidio-suicidio nel Padovano, padre uccide la figlia il giorno del suo compleanno e poi si spara
La moglie rifiuta di spegnere i macchinari che lo tengono in vita, il marito sopravvive al Covid
La moglie rifiuta di spegnere i macchinari che lo tengono in vita, il marito sopravvive al Covid
Il calciatore, il dentista e tanti giovani: chi erano i disperati aggrappati all'aereo Usa a Kabul
Il calciatore, il dentista e tanti giovani: chi erano i disperati aggrappati all'aereo Usa a Kabul
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni