0 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Trovato morto accanto alla bici nel giorno del compleanno, 16enne aveva assunto cocktail di droghe

Aveva assunto un cocktail letale di droghe il 16enne trovato morto accanto alla sua bici a Lecce lo scorso 8 novembre. A confermarlo sono stati gli esami tossicologici svolti sul corpo: aperto un fascicolo contro ignoti per morte in conseguenza di un altro reato.
A cura di Gabriella Mazzeo
0 CONDIVISIONI
Immagine

Un ragazzo di 16 anni è stato trovato morto lo scorso 8 novembre vicino alla sua bicicletta, a Lecce. secondo gli esami tossicologici effettuati, l'adolescente è deceduto in seguito a un cocktail di droghe che avrebbe provocato il malore. Gli esami disposti dalla Procura confermano di fatto i racconti fatti da alcuni testimoni agli investigatori. Secondo le versioni fornite, infatti, l'adolescente aveva assunto sostanze pericolose. La pm Maria Vallefuoco ha ora aperto un fascicolo a carico di ignoti per morte come conseguenza di altro reato.

Il tutto è avvenuto lo scorso 8 novembre, giorno del compleanno dell'adolescente. Il ragazzino aveva deciso di fare un giro per la città in bici quando è caduto a terra per un malore che non gli ha lasciato scampo. Il suo corpo è stato rinvenuto da un passante che ha poi allertato i soccorsi.

A casa, i genitori del 16enne stavano preparando per lui una festa di compleanno. Sul suo corpo non erano state trovate ferite o segni di colluttazione. Neppure la bici risultava danneggiata. Da qui, l'ipotesi di un malore dovuta all'assunzione di sostanze pericolose per la salute. La versione era poi stata confermata dal racconto di alcuni amici e per avere la certezza, la Procura aveva disposto gli ulteriori accertamenti. 

Per risalire alle generalità del minorenne, le forze dell'ordine avevano impiegato l'intero pomeriggio dell'8 novembre. Il 16enne infatti non aveva con sé i documenti al momento del decesso. Le autorità avevano quindi lavorato per ore prima di riuscire a risalire al nome e al cognome del ragazzino deceduto. Quanto accaduto era stato subito comunicato ai familiari e poi erano iniziate le indagini per accertare i fatti. Alcuni amici avevano riferito che il ragazzo poteva aver assunto sostanze pericolose che poi avrebbero provocato il decesso.

0 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views