L’orso spunta dai cespugli alle spalle di un bambino. Lui però resta calmo e, anche grazie alla voce di chi lo sta riprendendo, riesce a mettersi in salvo. Sembra una scena di un film. Accade in Trentino. “È stato girato questa mattina attorno alle 11.30 sopra la malga Nova di Sporminore” ha spiegato l’autore del filmato, Loris Calliari, all’Ansa. “Eravamo lì intorno ai pini mughi – ha raccontato – e c'era un orso accucciato, credo. Dopo si è alzato quando ha visto il bimbo, Alessandro, io ero un attimo più sotto. Lui è un amante degli orsi e non vedeva l'ora di vederne uno, sapeva già come comportarsi e si è allontanato pian pianino e io sono riuscito a fare il video. È andata così”.

Nel video, diffuso inizialmente dall’emittente locale Trentino Tv, si sente una donna agitarsi e la voce di altre persone. “Eravamo in quattro o cinque lì e altri tre erano più sotto. Poi c'erano altri due, il nonno era un po' più lontano e lo zio non ha visto niente”, ha detto Calliari. Nel filmato si sente anche il bambino che invita tutti a stare zitti e fermi, dimostrandosi più calmo e preparato degli adulti nell'affrontare la situazione.

Gli esperti confermano che il bimbo è stato impeccabile:

“Se vi doveste imbattere improvvisamente in un orso a distanza ridotta, mantenete la calma e non urlate, ma parlate per farvi riconoscere. Se l’orso rimane fermo, allontanatevi con calma, indietreggiando o muovendovi lateralmente. Se l’orso dovesse seguirvi, fermatevi e mantenete la vostra posizione. Non lanciate contro l’animale pietre o bastoni, non scappate di corsa e non arrampicatevi su un albero. È molto improbabile che l’orso vi attacchi ma se nonostante tutto dovesse farlo, rimanete immobili: con grande probabilità l’orso si fermerà vicino a voi senza alcun contatto fisico. Se l’attacco dovesse arrivare al contatto, distendetevi a terra a faccia in giù, coprendovi il collo con le mani. Rialzatevi solo quando l’orso non sarà più nei paraggi”, spiega il WWF.