Nove cuccioli sono stati salvati da un destino probabilmente triste e da un viaggio fatto in condizioni igieniche e di salute decisamente precarie. Sei cuccioli di barboncino toy e 3 bulldog viaggiavano infatti all'interno di un veicolo anonimo di tipo station wagon proveniente dalla Slovenia che percorreva l'autostrada A/34. La Polizia di Stato ha intimato lo stop al mezzo a Villesse per alcuni controlli di rito e all'interno del bagagliaio gli agenti hanno trovato dei contenitori per il trasporto di oggetti modificati con alcuni fori sul coperchio.

All'interno dei contenitori in plastica, l'agghiacciante scoperta. Ammassati in condizioni precarie viaggiavano nove cuccioli, di cui sei barboncini e 3 cuccioli di bulldog. Tutti i cagnolini erano in condizioni igieniche precarie, privi di documenti per il trasporto e senza le vaccinazioni obbligatorie per gli animali di affezione. Viaggiavano quindi in maniera del tutto illegale, in condizioni igieniche per niente conformi alla norma di legge. I cagnolini erano molto provati dal viaggio e dal trasporto non a norma. Per il conducente del veicolo è scattata subito una maximulta e una denuncia, mentre i cagnolini sono stati sequestrati e medicati per ristabilirne le condizioni igieniche e di salute dopo un lungo viaggio trascorso all'interno di contenitori di plastica con a malapena le condizioni necessarie per respirare.

Il conducente, un uomo di 46 anni, è stato denunciato in stato di libertà per maltrattamento di animali alla Procura di Gorizia e dovrà pagare una sanzione dai 500 ai 1.000 euro per ognuno dei nove cuccioli trasportati. I cagnolini invece hanno tutti un'età tra le 4 e le 8 settimane e pertanto non potrebbero viaggiare senza la madre. Ora sono stati affidati a una struttura della zona specializzata nel recupero di animali in difficoltà.