news

Torino, sequestrati 160mila giochi e trucchi di Carnevale pericolosi, anche il “kit truccabimbi”

Erano in vendita sugli scaffali in vista delle imminenti festività del Carnevale gli oltre 160.000 articoli potenzialmente pericolosi, sequestrati ieri dalla Guardia di Finanza di Torino in uno store di Grugliasco, gestito da un imprenditore di origini cinesi denunciato per contraffazione e contrabbando. Rischia sanzioni sino a 180 mila euro.

160mila articoli di Carnevale falsi e potenzialmente pericolosi sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Torino in uno store di Grugliasco (in provincia di Torino). Il titolare (immigrato di origine cinese) è stato denunciato per contraffazione e contrabbando. Oltre a questo, rischia una multa fino a 180 mila euro.

Tra i prodotti sequestrati c’erano articoli dei più svariati: dagli abiti di Carnevale, ai giocattoli e ai capi di abbigliamento riportanti note marche e destinati ai più piccoli. Il materiale era tutto rigorosamente falso e di dubbia provenienza. Centinaia anche i cosmetici requisiti, in particolare i noti “kit truccabimbi”. Nel corso delle perquisizioni, le Fiamme Gialle hanno anche rinvenuto oltre 800mila filtri per il confezionamento di sigarette per i quali la vendita è consentita solo alle rivendite autorizzate in possesso della licenza. Per evitare di essere scoperti in caso di controllo, i prodotti erano stati nascosti negli uffici aziendali.

I finanzieri hanno anche avviato accertamenti per fare chiarezza sulla presunta pericolosità dei trucchi per bambini, utilizzati a Carnevale: si tratta infatti di materiale che va a contatto diretto con la pelle e le indicazioni sulla composizione sono tutt’altro che chiare, a dispetto di quanto prevede la legge.

CONTINUA A LEGGERE SU FANPAGE.IT

Zingaretti: "Verrà consegnato ai pazienti di coronavirus un kit per misurare ossigeno nel sangue"
Farmaci e kit falsi "contro il coronavirus", controlli del Nas online e sequestri
Coronavirus, MSF: "Prevenzione impossibile coi senzatetto in strada, vanno accolti"
Spagna denuncia: "Test rapidi per Covid-19 acquistati dalla Cina non sono affidabili"
Addio alla piccola Elisa, vinta dalla leucemia. I genitori: "Ci ha lasciati soli"
Ragusa. Latitante arrestato, era con un uomo 'evaso' da quarantena per Coronavirus
Il caso Nuova Zelanda, che in due settimane ha (quasi) sconfitto il Coronavirus
Affetto da fibrosi cistica, a 6 anni guarisce dal Coronavirus: "Sono un guerriero e vinco ancora"
Il sindaco leghista di Riace, Antonio Trifoli, si alza lo stipendio in piena emergenza Coronavirus