Una scossa di terremoto di magnitudo 3.0 è stata registrata questa mattina alle ore 10:56 dall'Istituto nazionale di Geologia e Vulcanologia in Veneto. L'epicentro è stato individuato inizialmente nella zona di Limana, a pochi passi da Belluno e ad una profondità di 8 chilometri. Al momento, non ci sono notizie di danni a cose o persone, ma la scossa è stata avvertita dalla popolazione, come testimoniano numerosi messaggi apparsi sui social network, dove alcuni hanno parlato anche di un boato che ha preceduto la scossa. Numerose le telefonate al comando dei vigili del fuoco di Belluno, soprattutto dalla zona di Castoi.

Il terremoto è stato avvertito distintamente oltre che a Belluno e nella zona di Limana, e a S.Antonio Tortal, in Valbelluna, in sinistra e in destra Piave. Hanno tremato i vetri, in alcune abitazioni si sono mossi armadi a quadri e la scossa ha spostato le sedie, stando alle testimonianze raccolta dai cittadini sui social. Alcuni lamentano anche la mancanza di elettricità subito dopo il sisma. "Mi tremano ancora le gambe, c'è stato un forte boato, come un tuono, e poi improvvisamente la scossa, ha tremato tutto", si legge in uno dei tanti messaggi su Facebook.

La notizia è stata anche confermata su Facebook dal sindaco di Belluno, Jacopo Massaro: "Visto che mi state scrivendo in tanti – si legge in un post -, pubblico la segnalazione di una scossa di terremoto che in tanti abbiamo sentito poco prima delle 11. Epicentro a 14 km di profondità tra Belluno e Limana, magnitudo 2.8 (scala Richter). Quindi nulla di preoccupante. Aggiornamento: secondo INGV l'epicentro è tra Sois e Giamosa (8 km di profondità) e la magnitudo è di 3.0″.